Chi ha vinto e chi ha perso davvero le elezioni comunali 2022

Stefano Rizzuti

14/06/2022

14/06/2022 - 10:50

condividi

Qual è il bilancio del primo turno delle elezioni amministrative del 2022? Vediamo l’esito della tornata elettorale per il centrodestra e per il centrosinistra, ma anche per i singoli partiti.

Chi ha vinto e chi ha perso davvero le elezioni comunali 2022

Il centrodestra vince, ma non sfonda. Il centrosinistra regge e punta sul ballottaggio per riconquistare qualche comune. Tra i partiti il Pd è il primo a livello nazionale mentre Fratelli d’Italia è ovunque davanti alla Lega; male il Movimento 5 Stelle. Sono questi i primi responsi delle elezioni comunali del 12 giugno 2022.

Nei 26 comuni capoluogo di provincia (quattro anche di regione) in cui si votava le amministrazioni uscenti erano 18 di centrodestra, cinque di centrosinistra e in tre casi i sindaci erano candidati civici. Il centrodestra ha confermato al primo turno Genova e L’Aquila e ha conquistato anche Palermo: in totale per la coalizione le vittorie al primo turno sono 9.

Vince un candidato civico (ma vicino al centrodestra) anche a Messina. Il centrosinistra, invece, conferma al primo turno Padova e Taranto e strappa Lodi al centrodestra, ma si ferma a quota tre comuni conquistati. I ballottaggi saranno 13, con un equilibrio di partenza tra i candidati in vantaggio del centrodestra e del centrosinistra.

Elezioni comunali, il centrodestra elegge 9 sindaci al primo turno

Il centrodestra vince a Palermo con Lagalla e a Genova dove Marco Bucci viene confermato sindaco. Conferma anche per Biondi, a L’Aquila, Peracchini a La Spezia, Tomasi a Pistoia. Il centrodestra si conferma anche ad Asti con Rasero e a Rieti con Sinibaldi, così come a Oristano con Sanna.

Per la coalizione di centrodestra vittoria anche a Belluno con De Pellegrin: la città viene strappata a una lista civica di centrosinistra. Infine a Messina arriva la vittoria al primo turno per un candidato civico vicino al mondo del centrodestra: Basile era sostenuto dal sindaco uscente Cateno De Luca ma anche dalla Lega.

Amministrative, il centrosinistra vince a Padova, Taranto e Lodi

Per il centrosinistra le città conquistate al primo turno sono solamente tre. A Padova viene rieletto sindaco Giordani, così come a Taranto arriva la riconferma per Melucci. Il centrosinistra (in questo caso Pd e Movimento 5 Stelle) vince anche a Lodi eleggendo sindaco Furegato e strappando la città alla sindaca uscente di centrodestra.

I ballottaggi delle elezioni comunali

A Catanzaro sarà ballottaggio tra Donato (centrodestra e in vantaggio) e Fiorita (centrosinistra): il sindaco uscente è di centrodestra. A Verona il sindaco uscente Sboarina (centrodestra) andrà al ballottaggio partendo in svantaggio contro Damiano Tommasi (centrosinistra). Centrosinistra avanti anche a Parma con Guerra contro Vignali: il sindaco uscente era stato eletto con una lista civica.

A Monza (amministrazione uscente di centrodestra) in vantaggio il centrodestra con Allevi: sarà ballottaggio con Pilotto (centrosinistra). A Piacenza il centrosinistra, con Tarasconi, prova a strappare la città al centrodestra che al ballottaggio porta Barbieri. Ad Alessandria (sindaco uscente di centrodestra) il centrosinistra è avanti con Abonante su Cuttica.

A Barletta per il ballottaggio parte in vantaggio Cannito (centrodestra) su Scommegna (centrosinistra). A Lucca il centrosinistra cerca la conferma con Ruspini in vantaggio su Pardini, del centrodestra. A Como (amministrazione uscente di centrodestra), Minghetti per il centrosinistra è davanti rispetto al civico Rapinese.

Fuori dai giochi anche a Viterbo il centrodestra, dove il ballottaggio sarà tra Frontini (civica) e Troncarelli (centrosinistra). A Cuneo Manassero, del centrosinistra, parte nettamente avanti su Civallero (centrodestra): la città era amministrata dal centrosinistra. A Frosinone (uscente di centrodestra), Mastrangeli è avanti su Marzi del centrosinistra. Infine a Gorizia, con un sindaco uscente di centrodestra, il candidato del centrodestra Ziberna è in vantaggio su Fasiolo del centrosinistra.

Elezioni comunali, chi ha vinto e chi ha perso tra i partiti

Sui voti di lista è il Pd a conquistare il ruolo di primo partito in Italia. YouTrend ha elaborato i dati su tutti i comuni con più di 15mila abitanti mostrando che la lista più votata è quella dei dem con il 17,2% dei consensi. A seguire Fratelli d’Italia, al 10,3%, che stacca nettamente la Lega (al 6,7%) e Forza Italia (al 4,6%). Male il Movimento 5 Stelle che si ferma al 2,1%.

In quasi tutta Italia, comunque, la parte del leone la fanno le liste civiche: quelle di centrodestra raccolgono il 22,2%, quelle di centrosinistra il 18,7%. In totale le liste di centrodestra ottengono il 43,8% dei voti e quelle di centrosinistra (con anche i 5 Stelle) il 41,9%.

Chi ha vinto e chi ha perso davvero le elezioni 2022

Tracciare un bilancio, trattandosi di elezioni comunali, non è semplice. Il centrodestra è riuscita a vincere al primo turno in nove comuni capoluogo, ma per confermare i risultati della precedente tornata in questa città dovrà vincere altrettanti ballottaggi, impresa tutt’altro che facile. Allo stesso tempo, però, ha conquistato subito città importanti come Genova e Palermo.

Il centrosinistra ha vinto in tre città e punta a migliorare il bottino della scorsa tornata, quando si era fermato a cinque città: i presupposti per fare di meglio ci sono tutti, ma pareggiare i conti col centrodestra sembra difficile. Per quanto riguarda i partiti bene il Pd, che regge e si conferma prima lista nazionale. Esulta anche Fratelli d’Italia, che scavalca praticamente ovunque in Italia la Lega, che invece subisce una brutta battuta d’arresto. Malissimo il Movimento 5 Stelle.

Qui è possibile vedere i risultati di tutti i singoli comuni alle elezioni amministrative 2022:

Iscriviti a Money.it