Lavoro dopo pensione quota 100: cosa si intende per autonomo occasionale?

Lorenzo Rubini

26 Gennaio 2021 - 15:01

condividi
Facebook
twitter whatsapp

La pensione con la quota 100 prevede che non possano essere cumulati redditi da lavoro con quelli da pensione. C’è però una eccezione.

Lavoro dopo pensione quota 100: cosa si intende per autonomo occasionale?

La pensione con la quota 100 pone un importante divieto che impedisce, di fatto, il lavoro dopo la pensione. La misura, infatti, vieta il cumulo dei redditi da lavoro con quelli da pensione con l’eccezione del lavoro autonomo occasionale nel limite dei 5mila euro l’anno.

Rispondiamo ad un lettore di Money.it che ci scrive:

“Salve
in merito alla pensione con quota 100, volevo gentilmente un chiarimento su cosa si intende con «non inserito nell’organizzazione dell’azienda».
Non essere socio non usare materiale dell’azienda non poter stare in azienda ....cose di questo genere ?
Grazie”

Lavoro dopo pensione con quota 100

Da quando la normativa che ha introdotto la quota 100 è entrata in vigore si è fatto un gran parlare del lavoro autonomo occasionale, visto che è l’unica attività lavorativa che si può svolgere dopo il pensionamento con questa misura.
Ma risulta ancora non essere chiarissimo cosa si intenda con lavoro autonomo occasionale e cosa, quindi, è consentito fare o no per i quotacentisti.

Importante capire per bene di cosa di tratta poiché si rischia la sospensione del trattamento previdenziale. Sulla cosa, in ogni caso, ha fornito importanti chiarimenti l’INPS con una circolare, la numero 117 del 2019 elencando quelli che sono i redditi compatibili con la misura previdenziale in questione.

Il lavoro autonomo occasionale ha delle caratteristiche ben precise, ovvero lo svolgimento di un servizio in proprio senza vincoli di subordinazione, senza coordinamento da parte del committente e senza inserimento nell’organizzazione aziendale. Inoltre il lavoro svolto deve avere carattere occasionale.

Ma cosa significa questo? In pratica non si hanno orari, non si svolgono turni, non ci si deve preoccupare di quello che fanno i colleghi visto che il lavoro in questione è slegato dall’organizzazione in azienda al punto che può essere svolto anche al di fuori delle sedi aziendali.

Praticamente, quindi, il lavoro autonomo occasionale non deve richiedere impegno costante e non deve avere cadenza nel tempo

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Argomenti

Iscriviti alla newsletter

Money Stories