Ballottaggi elezioni amministrative 2022, quando si vota? Orari e Comuni al voto

Alessandro Cipolla

24 Giugno 2022 - 16:38

condividi

Ballottaggi elezioni amministrative 2022: quando torneranno ad aprirsi le urne, quali sono i Comuni interessati e il regolamento per l’elezione del sindaco nel testa a testa finale.

Ballottaggi elezioni amministrative 2022, quando si vota? Orari e Comuni al voto

Tutto pronto per i ballottaggi elezioni amministrative 2022 che si terranno, come da tradizione, due settimane dopo il primo turno. Nei Comuni dove non è stato eletto un sindaco al primo turno, le urne torneranno ad aprirsi domenica 26 giugno dalle ore 07:00 alle ore 23:00.

Il regolamento del ballottaggio prevede che il vincitore sarà il candidato che ottiene la maggioranza dei voti validamente espressi mentre, in caso di parità assoluta, sarà eletto sindaco il candidato più anziano di età.

Ma dove si voterà per i ballottaggi delle elezioni amministrative 2022? Vediamo nel dettaglio in quali Comuni capoluogo di provincia si apriranno di nuovo i seggi per eleggere il sindaco.

Ballottaggi elezioni amministrative 2022: dove si vota

In queste elezioni amministrative 2022 in totale sono stati 978 i Comuni chiamati a eleggere un nuovo sindaco, per un totale di quasi 9 milioni di italiani interessati dalla tornata elettorale.

Dopo il primo turno, saranno tredici i capoluoghi o co-capoluoghi di provincia che saranno interessati dai ballottaggi: cliccando sul link si potrà leggere l’apposito approfondimento.

  • Alessandria: Abonante (csx) - Cuttica di Revigliasco (cdx)
  • Barletta: Cannito (cdx) - Scommegna (csx)
  • Catanzaro: Donato (cdx) - Fiorita (csx)
  • Como: Minghetti (csx) - Rapinese (civico)
  • Cuneo: Manassero (csx) - Civallero (cdx)
  • Frosinone: Mastrangeli (cdx) - Marzi (csx)
  • Gorizia: Ziberna (cdx) - Fasiolo (csx)
  • Lucca: Raspini (csx) - Pardini (cdx)
  • Monza: Allevi (cdx) - Pilotto(csx)
  • Parma: Guerra (csx) - Vignali (cdx)
  • Piacenza: Tarasconi (csx) - Barbieri (cdx)
  • Verona: Tommasi (csx) - Sboarina (cdx)
  • Viterbo: Frontini (indipendente) - Troncarelli (csx)

Le altre principali città italiane non capoluogo interessate dai ballottaggi sono: Sesto San Giovanni, Guidonia, Molfetta e Carrara.

I sindaci già eletti

Questi sono invece i Comuni dove non ci sarà bisogno di un ballottaggio visto che, al primo turno, è stato già eletto un nuovo sindaco.

Regole anti-Covid per votare

A causa del Covid anche queste elezioni amministrative si svolgeranno secondo regole indicate nel protocollo nazionale di sicurezza. A questi dettami devono attenersi elettori, scrutatori, segretari e presidenti di seggio.

Per votare l’elettore si dovrà recare al proprio seggio in possesso di un documento d’identità e della tessera elettorale. Non sarà obbligatorio indossare la mascherina protettiva, il cui uso è stato solamente fortemente raccomandato.

Per l’ingresso ai seggi devono essere previsti percorsi dedicati e distinti d’ingresso e uscita, da identificare attraverso apposita segnaletica. Bisogna evitare assembramenti nei seggi, anche con il contingentamento degli accessi e, se necessario, istituendo delle aree di attesa all’esterno dell’edificio.

Nei locali in cui si vota devono esserci delle finestre per un continuo ricambio dell’aria. Inoltre in tutti i seggi devono essere presenti dispenser per il gel igienizzante sia negli spazi comuni che in ogni singola sezione.

Per garantire il distanziamento sociale e prevenire i rischi di contagio l’elettore, dopo essersi recato in cabina, aver votato e ripiegate le schede, deve provvedere a inserirle personalmente nelle rispettive urne. Inoltre sono previste delle sanificazioni dei seggi elettorali.

Chi a causa della quarantena non può andare alle urne o è allettato in un reparto Covid, può votare facendo richiesta al proprio Comune del voto al domicilio o presso la struttura sanitaria.