Assegno disoccupazione 2016, da 2 a 5mila euro: come richiederlo e quali sono i requisiti

Chiara Ridolfi

2 Settembre 2016 - 16:14

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Il nuovo assegno di disoccupazione per il 2016 è in arrivo e in molti si chiedono chi potrà beneficiarne. Di seguito vediamo come richiedere il voucher per la disoccupazione e quali sono i requisiti.

L’assegno di disoccupazione 2016 sarà ben diverso da quello a cui siamo abituati, dal momento che inizia una nuova sperimentazione del Governo. Dal 2 settembre 2016 si potrà infatti richiedere questo particolare assegno di un valore piuttosto alto, tra i 2 e 5 mila euro.
La decisione di emanare questi assegni è stata introdotta nella Legge di Stabilità 2016 e sarà operativa da settembre.

L’assegno di disoccupazione verrà emesso in aggiunta alle normali manovre per aumentare l’occupazione, soprattutto quella giovanile, e non sarà quindi un sostituto. Si potrà quindi ancora richiedere il Naspi e delle altre manovre volte ad aumentare l’occupazione in Italia.
L’assegno di disoccupazione è pronto quindi per iniziare il suo iter e, come aveva già annunciato Poletti, sarà un nuovo modo per provare a far ripartire il mercato del lavoro italiano.

Chi può chiedere l’assegno di disoccupazione 2016? Quali sono i requisiti necessari? Come si potrà utilizzare? Di seguito vediamo tutte le informazioni utili sul nuovo assegno di disoccupazione per il 2016, che sarà attivo dal 2 settembre e potrebbe portare nuova linfa per l’occupazione italiana.

Assegno disoccupazione 2016, requisiti: chi può fare richiesta?

La platea di coloro che possono chiedere l’assegno è piuttosto ampia e a beneficiare della manovra saranno 50 mila disoccupati. Il costo della manovra sarà di ben 750 milioni che verranno impiegati per aumentare l’occupazione e creare nuova richiesta per il mercato del lavoro.

I disoccupati che sono in stato di disoccupazione da minimo 4 mesi potranno richiederlo (per conoscere come presentare la domanda leggi Domanda di disoccupazione 2016: requisiti, importo, durata).
Gli assegni verranno dati anche a coloro che percepiscono il sussidio di disoccupazione e che nei 4 mesi di fruizione di tale sussidio non risultano ancora essere occupati.

La prima sperimentazione di questa manovra coinvolgerà 50 mila disoccupati, fino ad arrivare ad avere una platea di 1 milione di persone che dovranno essere ricollocate nel mondo del lavoro.

Assegno disoccupazione 2016: come fare richiesta?

Per fare richiesta di questo nuovo voucher di disoccupazione per il 2016 ci si dovrà registrare al Portale Unico Persone in cerca di lavoro. Dopo aver effettuato la registrazione ci si dovrà recare presso il Centro per l’impiego indicato nella domanda e sostenere un colloquio.
Il colloquio che si farà al CPI non servirà a valutare il disoccupato, ma semplicemente a inquadrare bene la sua figura professionale.

Dopo il colloquio infatti verrà inquadrato con precisione il profilo della persona e il modo di reintrodurla nel mondo del lavoro. Il Centro per l’impiego, dopo aver svolto il colloquio, farà firmare un Patto di servizio, nel quale la persona in cerca di lavoro si impegna a:

  • prendere parte a tutte le attività formative che gli verranno proposte dal Cpi per provvedere alla sua ricollocazione;
  • accettare le offerte di lavoro che gli verranno proposte dal Centro per l’impiego consone alla sua figura professionale.

Assegno disoccupazione 2016: come utilizzare il voucher?

I voucher che verranno emessi saranno da un minimo di 2 ad un massimo di 5 mila euro. L’importo assegnato varierà in base alla difficoltà con cui il disoccupato sarà reintrodotto nel mercato del lavoro.
L’assegno pieno da 5 mila euro verrà stanziato quindi per quei disoccupati che hanno le maggiori problematiche a rientrare nel mondo lavorativo.

I soldi dell’assegno si potranno impiegare presso i CPI o in centri accreditati per l’acquisto di servizio mirati alla riqualificazione professionale dei disoccupati. Il disoccupato potrà scegliere il centro a cui affidarsi e a questa struttura andranno i soldi del voucher che serviranno a far trovare un lavoro al disoccupato.

I soldi di questo assegno di disoccupazione sono quindi finalizzati alla reintroduzione del disoccupato nel mondo del lavoro e fargli avere nuove conoscenze e competenze che lo portino ad assere occupabile.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories