Reddito di cittadinanza, ai navigator telefono e tablet gratis per la ricerca di lavoro

Reddito di cittadinanza, entro il 24 novembre l’ANPAL consegnerà ai navigator smartphone e tablet per svolgere le loro mansioni presso i centri per l’impiego, tra cui la ricerca di lavoro. Nel frattempo però in Campania è ancora caos totale.

Reddito di cittadinanza, ai navigator telefono e tablet gratis per la ricerca di lavoro

Reddito di cittadinanza: entro il 24 novembre i navigator avranno a disposizione tablet e smartphone per lo svolgimento delle proprie mansioni.

A darne notizia è l’ANPAL, con il comunicato stampa del 12 novembre.

Uno dei compiti dei navigator è aiutare i beneficiari del reddito di cittadinanza nella ricerca di lavoro, e per farlo necessitano di idonea strumentazione.

Se in tutta Italia la Fase 2 del reddito di cittadinanza si sta lentamente avviando, così non è in Campania, dove la situazione è di totale caos.

Dopo mesi di trattative non si vede ancora la luce in fondo al tunnel. La situazione con il Governatore De Luca è ancora delicata, anche se la notizia del 14 novembre 2019 è che la contrattualizzazione dei navigator campani sembra ormai prossima.

Si apre uno spiraglio, ma resta in ogni caso l’enorme contraddizione.

Reddito di cittadinanza, ai navigator telefono e tablet gratis per la ricerca di lavoro

Secondo quanto riportato dal comunicato stampa di ANPAL Servizi del 12 novembre 2019, entro pochi giorni i navigator verranno forniti di tutto il supporto tecnologico necessario.

Entro il 24 novembre arriveranno telefono e tablet per tutti i navigator, necessari per lo svolgimento dei propri compiti al fianco dei percettori del reddito di cittadinanza.

Tutto questo supporto tecnologico servirà ai navigator per svolgere in maniera più completa e adeguata le seguenti attività:

  • informazioni sull’utilizzo dei dispositivi mobili e sui dati;
  • una banca dati documentale con benchmarking;
  • approfondimenti;
  • esperienze internazionali;
  • focus regionali e bollettino informativo;
  • servizi statistici con l’osservatorio sui mercati del lavoro;
  • banca dati interattiva sui rapporti di ricerca.

Elargire gratuitamente due dispositivi elettronici per permettere ai navigator di fare il proprio il lavoro suscita, però, alcune domande.

Non si tratta assolutamente una presa di posizione contro i navigator, che anzi, non hanno fatto altro che partecipare (e vincere) un concorso pubblico ed ai quali è lecito che vengano forniti tutti gli strumenti necessari per lo svolgimento del proprio compito.

I problemi riguardano però un sistema che sembra non esser pronto a partire a pieno regime. Non c’è solo la situazione dei navigator campani, ma anche il malfunzionamento di MyAnpal, l’apposita piattaforma che svolge il ruolo intermediario tra domanda e offerta di lavoro, segnalato da molti utenti.

A questo si aggiunge poi l’assenza dei navigator presso i CpI, come confermato dal servizio delle Iene andato in onda il 28 ottobre 2019.

Insomma, la critica non è tanto verso i navigator - vincitori di un concorso e quindi legittimati a stare al loro posto - quanto contro le contraddizioni evidenti, tra gli annunci in grande stile dell’ANPAL, ed un sistema che necessità ancora di essere rodato.

Inoltre, va considerata la situazione di estremo disagio e incertezza in cui si trovano i navigator campani.

Reddito di cittadinanza e navigator, che succederà in Campania?

Dopo mesi di trattative i 471 navigator campani ancora non sono pienamente operativi.

I navigator di Napoli, Salerno, Avellino, Benevento e Caserta, nonostante abbiano vinto un concorso pubblico come tutti gli altri navigator d’Italia, si trovano al centro della diatriba tra ANPAL e Regione Campania.

E così, mentre i navigator delle altre regioni italiane riceveranno, entro il 24 novembre, tablet e smartphone per lavorare, i navigator campani un impiego ancora non ce l’hanno.

I motivi per cui l’accordo tra ANPAL e Regione Campania non si trova sono i soliti due. Secondo il Governatore Vincenzo De Luca infatti:

  • il contratto con ANPAL permette ai navigator di svolgere un doppio lavoro, togliendo così energie e tempo agli obiettivi da raggiungere;
  • vengono immessi nei CpI nuovi precari senza aver trovato soluzioni lavorative per quelli che già ci sono.

La notizia dell’ultim’ora è però che la situazione potrebbe sbloccarsi: l’ANPAL, con un comunicato intitolato “Navigator: inizia una nuova realtà in Campania”, annuncia lo sblocco della situazione.

Il Presidente ANPAL Mimmo Parisi dichiara che “Siamo pronti a procedere con la contrattualizzazione dei navigator campani”, nell’interesse sia dei 471 vincitori del concorso, che dei cittadini della regione.

Reddito di cittadinanza, intanto continua la formazione dei navigator

Certo è che - a discapito di quel che si dice - i navigator non stanno tutti “con le mani in mano”.

Il comunicato stampa del 12 novembre di ANPAL Servizi sottolinea anche come i navigator stiano continuando il proprio percorso di formazione.

Nelle scorse settimane si è concluso infatti un corso sul GDPR organizzato da ANPAL Servizi e che ha come obiettivo quello di istruire i navigator sull’elaborazione dei dati all’interno della piattaforma informatica, così da delinare il piano più adatto a un beneficiario del reddito di cittadinanza.

Naturalmente i tempi per il loro inserimento sono lunghi, visto che è necessaria un’enorme organizzazione da parte dell’amministrazione.

Ma cosa fanno davvero i navigator?

Visto che i navigator hanno sottoscritto un contratto di collaborazione, e non da lavoratori subordinati, con ANPAL Servizi, non hanno un orario di lavoro fisso ma procedono per “obiettivi”.

In ogni caso, i navigator si attengono agli orari dei Centri per l’Impiego, in modo da poter fornire l’assistenza tecnica necessaria ai beneficiari del reddito di cittadinanza.

L’assistenza tecnica dipende dalla Regione di impiego e da quanto previsto dalla convenzione che la stessa ha siglato con ANPAL Servizi.

Come abbiamo visto, per alcune Regioni è più difficile che per altre.

Non resta che rimanere in attesa di ulteriori sviluppi, sperando che col passare del tempo l’amministrazione possa rendere più efficienti i propri servizi.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Navigator

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \