Quali auto (e moto) non danno diritto al reddito di cittadinanza?

Chi ha comprato da poco un’auto nuova, o possiede un modello oltre determinati requisiti non ha diritto al reddito di cittadinanza: lo stesso vale per le moto.

Quali auto (e moto) non danno diritto al reddito di cittadinanza?

Quali auto non danno diritto al reddito di cittadinanza? Da oggi è possibile prenotarsi per avere accesso alla nuova misura che prevede un sussidio integrativo mensile di massimo 730 euro per i disoccupati e per chi ha reddito, ISEE e patrimoni molto bassi.

Il reddito di cittadinanza è stato uno dei punti cardine su cui il Movimento 5 Stelle ha impostato la campagna elettorale, accolto con molto interesse da un’ampia parte dell’elettorato. Nonostante la politica di sussidi a sostegno delle fasce economicamente più in difficoltà, l’erogazione del reddito di cittadinanza prevede alcuni paletti: ogni cittadino che potrà usufruirne dovrà frequentare corsi di formazione, prestarsi a lavori socialmente utili 8 ore settimanali e accettare una delle tre proposte lavorative che gli verranno offerte.

Non tutti potranno accedere al contributo: per averne diritto, bisogna soddisfare alcuni requisiti legati al reddito e al proprio patrimonio. Questo inevitabilmente riguarda anche le automobili e le moto. Ci sono infatti dei criteri per l’assegnazione del reddito di cittadinanza che devono essere rispettati, pena l’impossibilità di poter accedere alla misura. Alcuni modelli di auto e moto escludono a priori il diritto di fare richiesta, vediamo come.

Reddito di cittadinanza: quali auto e moto non danno il diritto al sussidio?

La misura è stata presentata come una soluzione per combattere la disoccupazione e per dare un sostegno economico a chi ha i redditi più bassi, e per questo motivo non vi può accedere chi ha determinati patrimoni.

Per quanto riguarda le automobili la prima discriminante è che non ha diritto al reddito di cittadinanza chi è proprietario di un’auto nuova immatricolata per la prima volta da 6 mesi.

Nel testo del decreto si legge chiaramente:

Nessun componente del nucleo famigliare deve essere intestatario a qualunque titolo o avere piena disponibilità di autoveicoli immatricolati la prima volta nei sei mesi antecedenti la richiesta.

Questo significa però che a partire dal settimo mese dall’acquisto dell’auto il limite viene meno e può essere inoltrata la richiesta al reddito di cittadinanza. Questo limite non riguarda le auto usate o le auto km 0, poiché si parla di prima immatricolazione e quindi soltanto di auto nuove.

Reddito di cittadinanza: possesso auto e moto

Dopo il primo criterio sull’età delle auto nuove, il decreto esclude dal reddito di cittadinanza chi possiede auto di cilindrata superiore a 1.6 cc immatricolata per la prima volta da due anni.

Si legge nel testo del decreto:

Nessun componente del nucleo famigliare deve essere intestatario a qualunque titolo o avere piena disponibilità di autoveicoli di cilindrata superiori a 1.600 cc [...] immatricolati la prima volta nei due anni antecedenti.

Questo requisito taglia fuori dal reddito di cittadinanza tutti coloro che possiedono una qualunque automobile con cilindrata superiore a 1.6 cc immatricolata per la prima volta da meno di due anni.

Per le moto si applica un criterio simile legato alla cilindrata del motore e all’età del veicolo dalla prima immatricolazione: è prevista l’esclusione dal diritto al reddito di cittadinanza quando si possiedono motoveicoli di cilindrata superiore a 250 cc immatricolati per la prima volta due anni precedenti la richiesta.

Nonostante ora ci sia la tendenza a compattare le dimensioni dei motori e renderli più performanti, la cilindrata 1.6 cc è ancora largamente diffusa.

Quali auto e moto non danno diritto al reddito di cittadinanza?

Potrà avere accesso al reddito di cittadinanza anche chi possiede ad esempio una Abarth 124 Spider che ha motorizzazioni soltanto da 1.4 cc, o l’Alfa Romeo MiTo o Giulietta che ha motori fino a 1.6 cc.

Bloccano invece la domanda tutte le auto top di gamma, le sportive, quelle di lusso, grandi suv e ad alte prestazioni, comprese:

  • Audi A3 solo nelle versioni 40 TFSI e superiori a benzina o 35 TDI;
  • Audi Q2 solo nelle versioni 40 TFSI e superiori a benzina o 35 TDI;
  • Audi Q3 solo nelle versioni a gasolio;
  • BMW Serie 1 solo nelle versioni 120 a benzina e superiori e nelle versioni 118 a gasolio;
  • BMW Serie 2 nelle versioni 220 a benzina e superiori e 218 a gasolio;
  • Citroen C4 Space Tourer nella versione 2.0 Blue HDi;
  • DS 5 nella versione 2.0 Blue HDi e Hybrid 4x4;
  • Fiat 500 X nella versione 2.0 Multijet;
  • Ford Focus nella versione 2.0 EcoBlue;
  • Ford Edge;
  • Ford Mondeo ad eccezione delle versioni 1.5 EcoBoost e 1.5 TDCi;
  • Honda Civic nella versione 2.0;
  • Honda C-RV solo nella versione ibrida Hev 2.0;
  • Hyundai i30 a partire dalla versione 2.0 T-GDI;
  • Hyundai i40 Wagon nelle versioni a gasolio;
  • Hyundai Tucson sono nella versione 2.0;
  • Jeep Renegade a partire dalla versione 2.0 Multijet;
  • Kia Carens, ad eccezione della 1.6 GDI;
  • Kia Optima;
  • Kia Sportage tranne la 2.0 CRDI;
  • Kia Sorento;
  • Kia Stinger;
  • Mazda 6;
  • Mazda CX3;
  • Mercedes Classe A, solo nelle versioni 200 e 220 sia benzina che gasolio;
  • Mercedes Classe B nelle versioni 200 e 220 sia benzina che gasolio;
  • Mini Cooper S, D e SD;
  • Mitsubishi Outlander;
  • Mitsubishi Pajero;
  • Nissan X-Trail;
  • Peugeot 3008 nella versione 2.0 BlueHDi;
  • Peugeot 308 nella versione 2.0 BlueHDi;
  • Peugeot 5008 nella versione 2.0 BlueHDi;
  • Peugeot 508 nella versione 2.0 BlueHDi;
  • Renault Clio Megane 1.8 TCE;
  • Renault Scenic 1,7 Blue dCi;
  • Seat Tarraco 2.0 sia benzina che Diesel;
  • Skoda Karoq 2.0 TDI;
  • Skoda Kodiaq 2.0 TDI;
  • Skoda Octavia 2.0 sia benzina che Diesel;
  • Toyota Auris 1.8 Hybrid;
  • Toyota C-HR 1.8 Hybrid;
  • Toyota Prius 1.8 Hybrid;
  • Toyota Rav4;
  • Volkswagen Golf 2.0 in versione benzina e gasolio e superiori;
  • Volkswagen Polo nelle versioni da 2.0 in su, sia benzina che gasolio;
  • Volkswagen T-Roc 2.0 diesel;
  • Volkswagen Tiguan;
  • Volkswagen Touareg;
  • Volkswagen Passat.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Auto Nuove

Condividi questo post:

10 commenti

foto profilo

Luca Secondino • 6 giorni fa

In base al testo del decreto, è criterio determinante l’anno di prima immatricolazione. Se questa è avvenuta nel 2010 non è importante la cilindrata dell’auto e quindi non è un impedimento al reddito di cittadinanza.

foto profilo

Gabriel • 1 settimana fa

Salve! Io ho comprato una machina con targa straniera del anno 2010 motore 2000cc se io adesso metto le targhe italiane c’entra qualcosa con il reddito di cittadinanza??grazie 1000

foto profilo

Luca Secondino • 2 settimane fa

Se l’auto è stata immatricolata per la prima volta nel 2009, non costituisce un impedimento al reddito di cittadinanza.

foto profilo

Luca Secondino • 2 settimane fa

Se l’auto è stata immatricolata per la prima volta nel 2009, non costituisce un impedimento al reddito di cittadinanza.

foto profilo

Mirko23 • 2 settimane fa

Salve io ho acquistato una macchina usata 1900 di cilindrata del2009 lo acquistata ha febbraio volevo sapere quindi non rientro nel reddito di cittadinanza?

foto profilo

Gaga • 1 mese fa

Grazie Mille veramente molto utile il Vostro articolo e sopratutto molto molto professionale Complimenti 😊

foto profilo

Luca Secondino • 1 mese fa

Esattamente. La sua auto supera il limite della cilindrata fissato a 1.6 cc ma è stata immatricolata da più di due anni, quindi non costituisce un impedimento al Reddito di Cittadinanza.

foto profilo

Gaga • 1 mese fa

Salve Io posseggo una Classe A 180 acquistata da me ed immatricolata nel 2006, dal vostro Articolo risulta esclusa da quelle considerate di lusso. Ho capito bene cioè posso rientrare tranquillamente nei requisiti del Reddito di Cittadinanza anche per l’auto ?

foto profilo

Luca Secondino • 3 mesi fa

Sì, questo è quanto riporta il testo del decreto.

foto profilo

Lebonbon • 3 mesi fa

Quindi se ho capito bene, se posseggo un auto superiore a 1.6 cc più vecchia di due anni, ad esempio una Alfa Romeo 156 del 2003 1.9cc, ho comunque diritto al reddito di cittadinanza?

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.