Rinnovo reddito di cittadinanza: nuova domanda in base alla scadenza

Siamo giunti al primo giro di boa del reddito di cittadinanza con l’avvicinarsi della scadenza ai primi 18 mesi. Vediamo quando va presentata domanda per il rinnovo.

Rinnovo reddito di cittadinanza: nuova domanda in base alla scadenza

Il reddito di cittadinanza è stato riconosciuto, a partire da marzo 2019, ai cittadini che ne hanno fatto richiesta per un periodo di 18 mesi. Il reddito di cittadinanza, infatti scade e per poterlo continuare a ricevere dopo il primo anno e mezzo sarà necessario presentare nuova domanda.

Rispondiamo ad un lettore di Money.it che ci scrive:

“Buongiorno, sono un Percettore del RDC vorrei capire per il rinnovo del Sussidio. Io ho presentato domanda ad Aprile 2019 mi è arrivata comunicazione per il ritiro della 1° Mensilità il 27/05/2019 la mia richiesta era nel sapere, la domanda del rinnovo per ulteriori 18 Mensilità la dovrò fare a Gennaio 2021 in quanto secondo i miei calcoli finisco la prima tranche delle Mensilità a Novembre, Dicembre stop e Gennaio richiesta, oppure inoltrare la richiesta in Dicembre 2020. Grazie mille vostro assiduo lettore in attesa di risposta”

Rinnovo reddito di cittadinanza

Per rinnovare la domanda del reddito di cittadinanza è necessario attendere un mese dalla scadenza del sussidio senza percepirlo.

Il decreto 4/2019, infatti, all’articolo 3, comma 6, specifica che “Il Rdc è riconosciuto per il periodo durante il quale il beneficiario si trova nelle condizioni previste all’articolo 2 e, comunque, per un periodo continuativo non superiore ai diciotto mesi. Il Rdc può essere rinnovato, previa sospensione dell’erogazione del medesimo per un periodo di un mese prima di ciascun rinnovo. La sospensione non opera nel caso della Pensione di cittadinanza.”

La sospensione di un mese, quindi, richiesta per presentare domanda di rinnovo, potrebbe avere una valenza duplice: se da una parte il mese senza percepire l’erogazione scatta il 27 del mese successivo a quello dell’ultima ricarica, lo stesso potrebbe essere interpretato anche come mese successivo.

Nel primo caso, di conseguenza, la presentazione della domanda di rinnovo potrebbe essere presentata a partire dal giorno 27 del mese successivo a quello di ultima ricarica, nel secondo, invece, sarebbe necessario attendere i primi giorni del mese successivo a quello in cui non si è ricevuto il sussidio.

Al momento, però, non è chiaro come verrà interpretato il comma 6 dell’articolo 3 del decreto 4/2019.

Nel suo caso, quindi, avendo ricevuto il primo pagamento a maggio 2019 riceverà l’ultima ricarica il 27 ottobre. Potrebbe presentare domanda a fine novembre ottenendo il primo pagamento della nuova tranche già a dicembre, se invece permetteranno la presentazione solo dopo che sia trascorso il mese successivo potrà presentare domanda i primi di dicembre ricevendo il primo pagamento degli ulteriori 18 mesi solo a gennaio 2021.

Il mio consiglio, a tal proposito, è quello di attendere le istruzioni dell’INPS al riguardo che dovrebbero, in ogni caso, giungere a breve visto che tra poco meno di 10 giorni moltissimi beneficiari riceveranno l’ultima ricarica (coloro che, avendo presentato domanda a marzo hanno ricevuto il primo pagamento ad aprile 2019).

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Iscriviti alla newsletter

Money Stories