JP Morgan, banchiere si suicida. È il terzo da gennaio

Vittoria Patanè

18 Febbraio 2014 - 16:37

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Un altro banchiere di JP Morgan si toglie la vita. Da gennaio ad oggi, sono tre quindi i dipendenti della società finanziaria che si sono tolti la vita in circostanze misteriose.

Il primo è stato Gabriel Magee, 39 anni, vice presidente del dipartimento di tecnologie londinese della banca d’affari. Poi è stata la volta di Ryan Crane, 37enne direttore esecutivo della divisione trading, il cui suicidio sembra essere legato ad una serie di affari poco chiari di e cui egli era venuto a conoscenza.

Di pochi minuti fa la notizia che un terzo banchiere di JP Morgan si è ucciso ad Hong Kong, gettandosi dalla finestra. L’identità dell’uomo non è ancora stata rivelata, si sa che aveva 33 anni e che era stato soprannominato Lee. Anche lui lavorava nella divisione trading.

Tutte coincidenze? Il mistero s’infittisce.

Argomenti

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories