Greci e Italiani cicale? Un ragionamento su tassi, prestiti e inflazione

Roberto Nardella

7 Luglio 2015 - 19:09

condividi
Greci e Italiani cicale? Un ragionamento su tassi, prestiti e inflazione

Prima dell’€uro, paesi come Italia, Spagna, Portogallo e Grecia erano tra quelli che avevano un bassissimo indebitamento privato: il prestito si chiedeva per la prima casa o al massimo per l’auto.

Prima del 1997 non esisteva il credito al consumo.
Allordunque cosa ha spinto le formichine mediterranee a diventare cicalacce spendaccione, prendendo a prestito un bel pezzo di un futuro che poteva essere anche meno roseo di quanto ci hanno lasciato credere?
Dobbiamo ancora tornare all’alta inflazione che da sempre ha accompagnato l’Europa latina.

Ad una inflazione piuttosto alta corrisponde sempre un tasso d’interesse altrettanto sostenuto: esso faceva da deterrente all’indebitamento per futilità o acquisti non indispensabili.

La libera circolazione dei capitali in UE ha fatto in modo che centinai di miliardi provenienti dalla ex zona-marcocentrica a bassissima inflazione affluissero nel meridione alla ricerca di profitti maggiori, garantiti dall’€uro, il cui valore è identico in tutta l’Unione monetaria.

Dal 1997 abbiamo assistito al continuo ribasso dei tassi d’interesse su mutui e prestiti che ha ingannato 150 milioni di mediterranei, spingendoli ad indebitarsi ben oltre il lecito.

Tutto ciò, a causa della prima legge economica, ha spinto la domanda ben oltre l’offerta, facendo esplodere i prezzi che hanno creato una gigantesca bolla immobiliare.
Adesso che quel radioso futuro prospettatoci si è rivelato evidentemente fallace i nodi vengono al pettine e mettono in evidenza l’insostenibilità della moneta comune che porterà al crollo della fiducia nella stessa UE.

Chi ha creduto nella possibilità di mettere sotto un’unica falsa bandiera popoli che, oltre al maledetto €uro, in comune hanno davvero pochissimo -a partire dalle insormontabili montagne linguistiche- sta arrivando alla fine del suo ingannevole percorso politico.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.