Borsa Italiana Oggi, 23 luglio 2021: Ftse Mib chiude la settimana sopra 25 mila

Luca Fiore

23/07/2021

23/07/2021 - 17:59

condividi

Seduta in rialzo per la Borsa Italiana oggi, 23 luglio 2021. Sul Ftse Mib, tornato sopra la soglia dei 25 mila punti, spiccano i recuperi dei titoli delle aziende di pubblica utilità.

Borsa Italiana Oggi, 23 luglio 2021: Ftse Mib chiude la settimana sopra 25 mila

Segno più per la Borsa Italiana oggi: a spingere il Ftse Mib sopra quota 25 mila sono stati i titoli delle aziende di pubblica utilità. Bene anche le banche.

Messe temporaneamente da parte le tensioni relative l’avanzata della variante Delta, ed all’indomani del meeting in cui la BCE ha confermato un’impostazione da “colomba”, Piazza Affari ha chiuso un’altra seduta con il segno più dimostrando di essersi messa definitivamente alle spalle il tonfo registrato in avvio di settimana.

In corrispondenza dello stop agli scambi in Europa, l’eurodollaro quota 1,17618 (-0,07%) mentre tra le commodity il future con consegna ottobre sul petrolio Brent arretra dello 0,15% a 73 dollari al barile.

Borsa Italiana Oggi, aggiornamento ore 17:40: Ftse Mib, la settimana si chiude sopra 25 mila punti

L’ottava del Ftse Mib si è chiusa a 25.124,91 punti, +1,29% rispetto al dato precedente, mentre lo spread tra i nostri decennali e quelli emessi dal Tesoro tedesco è sceso di oltre 3 punti percentuali a 104 punti base.

Giornata positiva per le utilities (+2,83% di A2A, +1,92% di Terna, +1,79% per Snam) e per i titoli del comparto bancario (+1,78% per UniCredit e +1,53% di Intesa Sanpaolo).

Nel comparto energetico Eni ha segnato un +0,26%, Tenaris un +1,16% e Saipem è salita dell’1,3%. Gli analisti di Equita hanno confermato il «buy» sulle prime due e la valutazione “tenere” su quest’ultima.

Due velocità per Mediaset (-1,09%), che ha ufficializzato l’accordo con Vivendi, e Safilo (+0,99%), dopo che l’Antitrust francese ha rigettato le accuse mosse nei confronti della società veneta.

Giornata da incorniciare per Seri Industrial (+14,77%) dopo il via libera al piano industriale 2021-2025.

Aggiornamento ore 13: gli industriali spingono il Ftse Mib sopra 25 mila punti

Il Cac40 a metà dell’ultima seduta della settimana sale dello 0,95%, il Dax avanza dello 0,9% ed il Ftse Mib grazie ad un incremento dell’1,1% si riporta sopra quota 25 mila punti.

Lo spread BTP-Bund arretra dell’1,6% a 109 punti base.

Tra i titoli del comparto industriale segnaliamo il +1,81% di Stellantis, il +1,9% di Leonardo ed il +1,87% di Pirelli.

La palma di top performer va a Tenaris (+2,54%) mentre il titolo peggiore è Telecom Italia (-0,67%).

Incremento dello 0,22% per Mediaset che ha raggiunto, con Fininvest e Vivendi, l’accordo per mettere fine alle loro controversie.

Balzo a due cifre per Seri Industrial (+15,66%) dopo il via libera al piano industriale 2021-2025.

Future Wall Street: prevista apertura positiva

A due ore e mezza dall’avvio delle contrattazioni, il derivato sul Dow Jones, quello sullo S&P500 ed il future sul Nasdaq salgono tutti di mezzo punto percentuale.

Aggiornamento ore 9:25: Ftse Mib, obiettivo 25 mila punti

Il Ftse100 in avvio quota in aumento dello 0,68%, il Cac40 registra un +0,55%, il Dax un +0,47% ed il nostro Ftse Mib passa di mano a 24.933,5 punti (+0,52%).

Performance positive a Milano per i titoli del comparto energetico: Saipem nei primi scambi guadagna l’1,17%, Eni sale dello 0,68% e Tenaris avanza dello 0,71%. Bene anche gli industriali con il +1,68% di Leonardo, il +1,31% di Pirelli ed il +0,73% di Stellantis.

Rosso dello 0,44% per Mediaset che ha annunciato di aver raggiunto, con Fininvest e Vivendi, l’accordo per mettere fine alle loro controversie, rinunciando reciprocamente a tutte le cause e denunce pendenti.

Fininvest ha acquistato il 5% del capitale sociale di Mediaset detenuto direttamente da Vivendi (che ha assunto l’impegno di vendere sul mercato progressivamente l’intera quota del 19,19% di Mediaset in cinque anni).

Incremento del 2,39% per Safilo dopo che l’Antitrust francese ha rigettato le accuse. “Safilo accoglie con soddisfazione la decisione resa nota in data odierna dall’Autorità della concorrenza francese che rigetta tutte le accuse mosse a suo sfavore”, riporta la nota della società veneta.

Dal fronte titoli di Stato, lo spread BTP-Bund arretra di oltre un punto percentuale a 110 punti base.

Borse Asia: Tokyo ancora chiusa per festività

L’indice di Hong Kong, l’Hang Seng registra un -1,56%, il China A50 ha segnato un -1,3% e l’australiano S&P/ASX 200 ha terminato con un +0,11%.

La borsa giapponese (Nikkei) è rimasta chiusa per festività.

Wall Street: è del Nasdaq la performance migliore

La seduta del Dow Jones si è chiusa con un +0,07%, lo S&P500 ha segnato un +0,2% ed il Nasdaq è aumentato dello 0,36%.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.