Azionario, Cina: arriva la bolla speculativa come nel 2007. Segnali e pericoli

L’esuberanza irrazionale sul mercato azionario in Cina fa rivivere gli spettri del 2007: tutte le analogie sulla bolla speculativa in corso.

L’esuberanza irrazionale degli investitori in Cina negli ultimi mesi si è trasformata in pochi giorni in panico e paura facendo crollare in picchiata l’indice azionario cinese dello Shanghai Composite che, con l’ennesima chiusura al ribasso di oggi (- 5,9%), registra un saldo negativo di oltre -32% in soli quindici giorni.

Analizzando tecnicamente nel dettaglio quanto accaduto negli ultimi mesi nel mercato azionario in Cina, possiamo riscontrare forti analogie con la bolla speculativa esplosa nel 2007.

Leggi anche: Cina, la bolla speculativa è scoppiata. Caos sul mercato azionario asiatico

Sul grafico degli ultimi dieci anni dello Shanghai Composite che ho riportato su scala logaritmica è evidente come le caratteristiche dei movimenti siano simili.
Con i minimi relativi di luglio 2006, l’indice cinese ha marcato un forte rally culminato con i massimi del 2007 e segnando una performance rialzista del +297%.

Da quei massimi è iniziato un violento movimento ribassista che in poco più di un anno (settembre 2008) ha annullato totalmente quanto creato in precedenza e riportando i prezzi ai livelli di partenza.

Con i recenti minimi di settembre 2014 ed il vigoroso rally rialzista che ha raggiunto i top alla metà di giugno, i prezzi registrano una performance positiva del +133%. Ed è sorprendente notare come l’angolazione del recente movimento rialzista sia identica a quella del 2006-2007.

A questo punto è naturale chiedersi:
E’ già esplosa la bolla sull’azionario cinese simile a quella del 2007?

E’ presto per affermarlo con certezza, ma i segnali iniziano ad essere molto pericolosi.

A questo punto è d’obbligo non salire su un treno già deragliato ed attendersi un rientro sui binari nei prossimi giorni dovuto alle prese di profitto ribassiste. Sarà quindi importante considerare l’area dove i prezzi troveranno un supporto dove rimbalzare in ottica di breve-medio periodo e valutarne l’intensità del pullback che, se non supportata da veri acquisti, sarà da considerare un fuoco di paglia da dove rientrare nuovamente al ribasso.

Ti interesserà anche: Borsa in Cina, analisi CSI 300: è fuga dalla bolla speculativa

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.