Scuole chiuse per tutte le età in Campania: nuova ordinanza di De Luca. Cosa cambia

Scuole chiuse per tutte le fasce d’età in Campania: il presidente della Regione De Luca ha emanato una nuova ordinanza in vigore da oggi nonostante le disposizioni del nuovo DPCM. Vediamo cosa cambia.

Scuole chiuse per tutte le età in Campania: nuova ordinanza di De Luca. Cosa cambia

Scuole chiuse per tutte le età in Campania: arriva la conferma con la nuova ordinanza n.89 firmata ieri 5 novembre dal presidente della Regione De Luca e in vigore da oggi.

De Luca, nonostante il nuovo DPCM, dispone la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado, anche asili nido e infanzia, prorogando quanto già disposto da una precedente ordinanza in merito della scorsa settimana.

Una settimana fa infatti il presidente De Luca, nonostante la contrarietà più volte espressa dalla ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina, ha disposto la chiusura delle scuole per tutte le fasce d’età da 0 a 18 anni dal 2 e fino al 14 novembre.

La nuova ordinanza conferma quella precedente. Anche la regione Puglia, sebbene sia tra le zone arancioni, resta con le scuole chiuse e la didattica a distanza per tutti fino al prossimo 24 novembre come precedentemente disposto.

Scuole chiuse in Campania: la nuova ordinanza di De Luca

L’ordinanza di De Luca per confermare la chiusura delle scuole in Campania per tutte le età è arrivata nella giornata di ieri.

L’ordinanza di una settimana fa disponeva la chiusura delle scuole per tutti fino al 14 novembre e sebbene la regione sia rientrata tra le zone gialle, De Luca ha prorogato le misure con la nuova. La nuova ordinanza della Regione Campania in vigore da oggi, per il momento lascia le scuole chiuse per ogni fascia d’età fino al 14 novembre.

La nuova ordinanza dispone la “sospensione delle attività didattiche in presenza per le scuole primaria e secondaria, fatta eccezione per lo svolgimento delle attività destinate agli alunni affetti da disturbi dello spettro autistico e/o diversamente abili, il cui svolgimento in presenza è consentito previa valutazione, da parte dell’Istituto scolastico, delle specifiche condizioni di contesto.”

Ancora dispone:

“la sospensione, fatta eccezione per l’attività amministrativa e fermo restando l’obbligo di effettuare le riunioni da remoto, dell’attività in presenza nelle scuole dell’infanzia.”

Dunque per quanto concerne la scuola almeno fino al 14 novembre restano in vigore le disposizioni della vecchia ordinanza di De Luca che impongono la chiusura in Campania.

Scuole chiuse: in Campania didattica a distanza per tutti

Sebbene la Campania sia stata inserita tra le zone gialle dunque non tra le regioni ad alto rischio, la nuova ordinanza di De Luca prevede la didattica a distanza per tutti, dalle elementari alle superiori, contrariamente a quanto disposto dal nuovo DPCM oggi in Gazzetta Ufficiale. Non solo, in Campania restano chiusi anche asili nido e infanzia.

Essendo zona gialla, secondo il nuovo DPCM, in Campania, come anche in altre regioni, dovrebbe essere prevista la didattica a distanza solo per le scuole superiori al 100%, lasciando medie, primaria e infanzia in presenza.

De Luca, come anche Emiliano in Puglia, con la sua nuova ordinanza, conferma l’estensione della didattica a distanza a tutte le fasce di età.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories
SONDAGGIO

1742 voti

VOTA ORA