Spagna, Sanchez forma il primo governo di coalizione dal 1978 a oggi

I Socialisti di Pedro Sanchez insieme alla sinistra di Podemos hanno formato il primo governo di coalizione della Spagna moderna

Spagna, Sanchez forma il primo governo di coalizione dal 1978 a oggi

Il primo ministro della Spagna Pedro Sanchez ha vinto per il rotto della cuffia il voto di fiducia in Parlamento. Ora il leader socialista potrà formare un governo insieme all’estrema sinistra di Podemos. Si tratta del primo governo di coalizione della storia moderna del Paese, nonché il primo governo da molti mesi a questa parte.

Spagna, Sanchez dà via a governo di coalizione

Dal 1978, quando è tornata la democrazia, la Spagna non aveva ancora avuto un governo di coalizione. La novità è sintomo della voglia di porre fine a un lungo periodo di incertezza politica.

Solo l’anno scorso in Spagna si è votato ben due volte, ad aprile e a novembre, con il PSOE (Partito Socialista Operaio Spagnolo) di Sanchez che aveva sempre vinto. Ma mai abbastanza da ottenere la maggioranza in Parlamento.

Il consenso della forza di coalizione è comunque risicato. Insieme, Socialisti e Unidas Podemos detengono 155 dei 350 seggi in Parlamento. Il governo sarà di minoranza e un ruolo critico lo giocheranno in futuro i separatisti catalani.

Spagna, per il governo determinante il ruolo dei catalani

La vittoria della coalizione è stata infatti resa possibile dall’astensione proprio dei parlamentari catalani e baschi. La sopravvivenza dell’esecutivo si baserà quindi anche sull’abilità di Sanchez di porre fine alla disputa con la Catalogna. I rappresentanti dello Stato separatista hanno già cominciato a chiedere il conto, come ad esempio l’immunità per Oriol Junqueras.

Prima del voto, Sanchez si è rivolto ai parlamentari affermando che la coalizione era l’unica opzione dopo le cinque elezioni degli ultimi anni, che non hanno portato mai portato a un vero vincitore.

Fra i primi punti nell’agenda del governo di sinistra c’è la proposta di incrementare le tasse per coloro che guadagnano oltre €130.000 l’anno. La coalizione ha anche intenzione di annullare alcune norme del lavoro passate dal precedente governo conservatore, che avevano reso più facili e meno costosi i licenziamenti.

Iscriviti alla newsletter Notizie e Approfondimenti per ricevere le news su Spagna

Argomenti:

Spagna Pedro Sanchez

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.