Borsa Oggi, 26 agosto 2021: Ftse Mib chiude negativo in attesa di Powell

Luca Fiore

26/08/2021

26/08/2021 - 17:54

condividi

Seduta in contrazione per la Borsa oggi, 26 agosto 2021, in attesa dell’intervento di Jerome Powell. Sul Ftse Mib spiccano, in negativo, le performance delle utilities e del comparto bancario. Nell’asta di questa mattina il Tesoro ha collocato Btp Short Term.

Borsa Oggi, 26 agosto 2021: Ftse Mib chiude negativo in attesa di Powell

In attesa di novità da Jackson Hole, la Borsa oggi ha chiuso in territorio negativo. L’appuntamento chiave del simposio che si tiene nella cittadina del Wyoming è previsto per domani, quando parlerà il presidente della Fed, Jerome Powell.

L’eurodollaro in chiusura di seduta europea quota 1,17620 (-0,07%) mentre tra le commodity il future con consegna novembre sul petrolio Brent arretra dell’1,15% a 70,5 dollari al barile.

Borsa Oggi, aggiornamento ore 17:40: Ftse Mib in rosso sotto 26 mila

La seduta del Ftse Mib si è chiusa sotto 26 mila a 25.861,52 punti (-0,76%) mentre lo spread Btp-Bund non ha fatto registrare variazioni di rilievo a 108 punti base.

Nel corso della prima parte il Tesoro ha collocato Btp Short Term al 2024 per 2,75 miliardi di euro e BtpEi 2026 per 1 miliardo. Nel primo caso il rendimento si è confermato al -0,29%, nel secondo si è attestato al -1,2%.

Anche oggi tra le performance peggiori troviamo le utilities (-2,58% di Italgas, -2,25% di Terna, -1,92% per Snam).

Limita le perdite Atlantia (-0,16%) in scia della notizia che la controllata Abertis ha raggiunto un accordo vincolante riguardante la cessione dell’intera partecipazione (35%) della società francese A’lienor.

Debole anche il comparto bancario (-1,09% per Intesa Sanpaolo, -1,02% di UniCredit) e quello industriale (-1,06% di CNH Industrial, -0,93% per Stellantis).

Aggiornamento ore 13: banche e industriali penalizzano il Ftse Mib

A Parigi il Cac40 scende dello 0,44%, il Dax arretra dello 0,66% ed il Ftse Mib lascia sul campo mezzo punto percentuale tondo.

La performance peggiore è appannaggio di CNH Industrial (-1,52%). Contrazione anche per Pirelli (-0,85%) e Stellantis (-0,86%).

Tra le banche, Intesa Sanpaolo fa -0,88% e UniCredit è in calo dello 0,69%.

In controtendenza il risparmio gestito: Azimut sale dell’1,93%, Banca Generali dello 0,68% e Banca Mediolanum avanza dello 0,32%.

Stabile a 108 punti base lo spread Btp-Bund.

Questa mattina il Ministero dell’Economia ha collocato Btp Short Term al 2024 per 2,75 miliardi di euro e BtpEi 2026 per 1 miliardo. Nel primo caso il rendimento si è confermato al -0,29%, nel secondo si è attestato al -1,2%.

Future Wall Street: prevista apertura piatta

A due ore e mezza dall’avvio delle contrattazioni, il derivato sul Dow Jones registra un +0,08%, quello sullo S&P500 perde lo 0,06% e il future sul Nasdaq scende dello 0,18%.

Aggiornamento ore 9:25: Ftse Mib parte negativo

Il Ftse100 in avvio segna un -0,69%, il Cac40 scende dello 0,76% mentre il Dax lascia sul campo quasi un punto percentuale (-0,96%).

Rosso dello 0,71% per il nostro Ftse Mib a 25.875,98 punti.

Tra i titoli del comparto industriale spicca il -1,24% di CNH Industrial, il -1,08% di Pirelli ed il -0,89% di Stellantis mentre all’interno del settore bancario performance negative sono registrate da BPER Banca (-1,28%), Intesa Sanpaolo (-1,03%) e UniCredit (-0,83%).

Per quanto riguarda quest’ultima, la Fondazione Cariverona nel bilancio 2020 ha svalutato la l’1,8% detenuto nell’istituto di Piazza Gae Aulenti da 977 a 312 milioni di euro.

Nel giorno della pubblicazione dei numeri del primo semestre, Brunello Cucinelli perde l’1,5%.

Lo spread Btp-Bund evidenzia un nuovo rialzo portandosi a 109 punti base (+1,29%) in scia della possibile revisione delle stime di crescita da parte della BCE.

Questa mattina il Ministero dell’Economia collocherà Btp Short Term al 2024 per 2,25-2,75 miliardi di euro e BtpEi 2026 per 0,75-1 miliardo.

Borse Asia: Tokyo chiude invariata

L’indice di Hong Kong, l’Hang Seng, registra un rosso di un punto e mezzo punto percentuale (-1,53%), il China A50 ha segnato un -2,44% e l’australiano S&P/ASX 200 ha terminato con un -0,54%.

Ancora parità per l’indice giapponese Nikkei (+0,06%).

Wall Street: chiusura di poco sopra la parità

Il Dow Jones ha chiuso la seduta con un +0,11%, lo S&P500 ha segnato un +0,22% ed il Nasdaq ha terminato gli scambi con un +0,15%.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.