Bankitalia: il debito continua a salire. Fitch: «ripresa in Italia sarà stagnante»

Marta Panicucci

14 Marzo 2014 - 15:18

condividi

Non smette di salire il nostro debito pubblico. Secondo il rapporto pubblicato da Bankitalia infatti, a gennaio il debito pubblico italiano ha toccato quota 2.089,5 miliardi di euro, con un aumento di 20,5 miliardi in un solo mese.

Questo balzo, secondo Bankitalia, è dovuto all’incremento di 20,3 miliardi delle disponibilità liquide del Tesoro, pari a fine gennaio a 57,9 miliardi.

Secondo il report, ad aumentare maggiormente il proprio debito sono state le amministrazioni centrali con un aumento di 18,9 miliardi. Le amministrazioni locali invece, hanno incrementato il proprio debito 1,5 miliardi a 109,193 miliardi. Resta sostanzialmente invariato quello degli enti di previdenza.

Fitch intanto pubblica il suo Global Economic Outlook nel quale mette in guardia l’Italia: «la ripresa in Italia sarà stagnante». L’agenzia di rating rileva che dopo due anni consecutivi di contrazione, il Pil nel 2014 registrerà una crescita dello 0,6% e dell’1% nel 2015. Quest’anno la ripresa, secondo Fitch, sarà guidata dall’export, in particolare quelli nell’Eurozona, mentre i consumi resteranno invariati, gli investimenti modesti e il mercato del lavoro non aiuterà i consumi a decollare.

Meglio il 2015 quando la «ripresa sarà più equilibrata e gli investimenti in rialzo. La situazione del mercato creditizio, resterà rigida per le grandi aziende e la normalizzazione nel settore privato sarà lenta».

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.