USA, uragano Laura minaccia Texas e Louisiana: cosa sta accadendo

L’uragano Laura sta facendo tremare gli Stati Uniti, ad oltre mezzo milione di cittadini del Texas e della Louisiana è stato chiesto di evacuare la zona. Ecco cosa sta accadendo.

USA, uragano Laura minaccia Texas e Louisiana: cosa sta accadendo

L’uragano Laura ha raggiunto le coste degli Stati Uniti minacciando oltre 500mila cittadini sulle coste del Texas e della Louisiana che sono stati costretti ad evacuare la zona. Il ciclone è stato catalogato come categoria 4, e in queste ore sta facendo tremare le costa sud est del Paese, lasciando dietro di sé una scia di morti e danni. Si stima che ad Haiti e nella Repubblica Domenicana siano almeno 25 le vittime.

Si teme che il tifone Laura possa essere uno dei più disastrosi della storia, raggiungendo una velocità del vento all’approdo superiore a quella di Katrina, il tifone del 2005. Laura si sta spostando molto velocemente e nel corso della notte ha guadagnato forza, raggiungendo venti che sferzano ad oltre 240 chilometri orari. Il National Hurricane Center lancia l’allarme e paventa la possibilità che Laura superi i 252 chilometri orari, passando a categoria 5.

Uragano Laura minaccia Texas e Louisiana

Le zone più esposte alla minaccia dell’uragano Laura sono il Texas e la Louisiana, quest’ultima già messa alla prova negli scorsi giorni dalla tempesta tropicale Marco, che ha causato delle violenti piogge torrenziali, accompagnate da forti raffiche di vento. Ad oltre mezzo milione di persone è stato chiesto di evacuare la zona e lo stesso presidente Donald Trump ha dichiarato di seguire le indicazioni delle autorità locali, dal momento che si tratta di una tempesta molto pericolosa e in rapida intensificazione”.

A complicare le procedure di evacuazione è anche l’emergenza sanitaria legata al coronavirus, lo stesso governatore del Texas ha chiesto alle famiglie di trovare riparo all’interno delle strutture alberghiere al fine di poter rispettare il distanziamento sociale.

La potenza di Laura è sorprendente e il National Hurricane Center ha precisato che potrebbe causare anche delle onde di tempesta “a cui non si può’ sopravvivere”, con forti vendi e allagamenti immediati. Le onde potrebbero raggiungere anche i 6 metri di altezza e penetrare fino a 50 chilometri nell’entroterra.

A rischio la produzione del petrolio

L’uragano Laura minaccia anche i centri di raffinazione del petrolio degli Stati Uniti, ed in particolare quelli di Lake Charles, Louisiana e Beaumont-Port Arthur, in Texas. Il Governatore del Texas ha affermato che questo tifone sarà di gran lunga peggiore rispetto all’urgano Harvey del 2017, di categoria 3, che con le sue inondazioni uccise 68 persone.

Nel Golfo del Messico tutte le piattaforme petrolifere sono state evacuate, fermando l’80% della produzione di petrolio negli Stati Uniti. Il tifone sta spaventando soprattutto le raffinerie, e molti impianti hanno sospeso la propria attività mettendo fuori uso quasi il 15% della produzione del Paese, ossia circa 3 milioni di barili al giorno.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories