Tenerife, raduno per diffondere il coronavirus in spiaggia: polizia sgombera gli untori

A Tenerife un gruppo di persone ha organizzato un maxi raduno sulla spiaggia per diffondere il coronavirus. La manifestazione è stata intercettata e bloccata dalla polizia locale, che ha sgomberato gli untori.

Tenerife, raduno per diffondere il coronavirus in spiaggia: polizia sgombera gli untori

A Tenerife un gruppo di persone aveva organizzato un maxi raduno sulla spiaggia per diffondere il coronavirus, fortunatamente la polizia è intervenuta evitando che le persone si ritrovassero nel campeggio sulla costa scongiurando il peggio.

L’iniziativa era nata sui social network con l’obiettivo di diffondere il virus responsabile della pandemia. Fortunatamente la Guardia Civil e la polizia locale di La Orotava sono riusciti a intercettare gli organizzatori e a bloccare la manifestazione. Nelle Canarie inoltre solamente qualche settimana fa era stato scoperto un batterio resistente che aveva infettato diversi turisti.

Organizzano raduno per diffondere il coronavirus

La folle iniziativa, partita sui social network, prevedeva una festa in spiaggia, con tanto di campeggio, con l’obiettivo di diffondere il coronavirus tra i presenti. La “festa” è stata però interrotta ancora prima che iniziasse dalla polizia che, durante la mattina di sabato, è riuscita a sgomberare gli untori.

In totale erano circa 60 le persone che si erano accampate sulla spiaggia di Los Patos, ha spiegato Narciso Perez, l’assessore alla sicurezza di La Orotava, precisando che l’intervento delle forze armare ha impedito che si radunassero molte più persone, limitando quindi anche i possibili contagi e contenendo una situazione potenzialmente più pericolosa da un punto di vista epidemiologico.

La spiaggia era chiusa al pubblico

La spiaggia in cui avrebbe dovuto aver luogo il maxi raduno è chiusa al pubblico da diversi anni poiché ritenuta una zona pericolosa a rischio frane come riportano i media locali:

“Nonostante la spiaggia di Los Patos sia chiusa al pubblico da anni a causa del pericolo frane, ci sono molte persone spericolate che ogni fine settimana scendono su questa spiaggia non solo per fare il bagno ma anche per campeggiare”.

Sulla vicenda ha espresso la sua preoccupazione anche un funzionario locale, il quale ha sostenuto che: “tali assembramenti, inoltre, preoccupano ancora di più nella situazione di emergenza sanitaria in cui ci troviamo”.

Argomenti:

Spagna Coronavirus

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories