Le pensioni più veloci

Ci sono delle opzioni per il pensionamento con le quali si smette di lavorare prima rispetto ad altre; ecco un’infografica che ci spiega quali sono.

Le pensioni più veloci

L’argomento delle pensioni riesce sempre a catalizzare l’attenzione, in maniera trasversale, sia delle persone vicino alla data fatidica che delle generazioni più giovani che vedono continuamente allontanarsi - in proiezione nel tempo - questo obiettivo.

Se si intende come una “corsa contro il tempo” esistono delle pensioni più veloci rispetto ad altre.

In questa infografica, tutta da leggere, vengono prese in esame 5 opzioni con le quali si può andare in pensione. La Quota 41, che si rivolge alle persone che hanno lavorato prima dei 19 anni e che a 59 anni d’età potrebbero accedere all’assegno previdenziale. Poi la pensione anticipata a 42 anni e 10 mesi - per gli uomini - e 41 anni e 10 mesi - per le donne - di contribuzione; abbiamo anche la pensione anticipata contributiva a 63 anni e 7 mesi per chi ha versato interamente col sistema contributivo almeno 20 anni di contribuzione.

Queste tre sono le tre opzioni più veloci per il pensionamento, mentre fuori dal podio troviamo la pensione di vecchiaia che per effetto della riforma Fornero prevede un’età anagrafica di 66 anni e 7 mesi, uguale per uomini e donne, con un periodo contributivo di almeno 20 anni. Infine, troviamo la pensione di vecchiaia contributiva a 70 anni e 7 mesi che è l’opzione con l’età più alta.

Esistono poi opzioni per il prepensionamento, “fuori gara”, figlie di quei governi che si sono succeduti e che hanno cercato di modificare alcuni aspetti delle leggi approvate. Sono tre: l’isopensione, ossia la possibilità di anticipare l’uscita dal mercato del lavoro 7 anni prima della data prevista ad alcune condizioni, l’Ape Sociale e l’Ape Volontario. Entrambe consentono un anticipo di uscita di 3 anni e 7 mesi prima del dovuto, attraverso una indennità sostitutiva finanziata tramite prestito bancario, ma solo nel caso dell’Ape Volontario questo dovrà essere restituito con la futura pensione.

Rimane comunque una corsa, spesso ad ostacoli e con molte incognite un po’ per tutte le generazioni, sia per i lavoratori attivi, ormai vicini al traguardo, ma soprattutto per i giovani che devono affrontare ancora tutta una vita lavorativa piena di incognite.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Pensione

Argomenti:

Pensione

Condividi questo post:

Inserisci questa INFOGRAFICA nel tuo sito

Copia il codice qui sotto e incollalo sul tuo sito o sul tuo blog.

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.