Andare in pensione nel 2016: requisiti richiesti

Chi potrà andare in pensione nel 2016? Ecco una breve guida con tutti i requisiti per accedere alla pensione di anzianità, alla pensione anticipata e alla pensione di vecchiaia.

Chi potrà andare in pensione nel 2016? Anche in seguito all’approvazione definitiva della Legge di Stabilità sono stati definiti i requisiti per l’accesso alla pensione per il prossimo anno. Le novità principali introdotte con la manovra finanziaria riguarderanno in particolar modo gli esodati rientranti nella settima salvaguardia e le lavoratrici donne che potranno usufruire dell’estensione di opzione Donna.
I requisiti anagrafici per l’uscita dal mondo del lavoro risultano in aumento dal 2016.
A causare tale aumento è stato l’adeguamento alle speranze di vita che porterà, nello specifico, a un innalzamento di 4 mesi dell’età pensionabile e a un adeguamento di 0,3 punti per coloro che andranno in pensione con il sistema delle vecchie quote.
I requisiti necessari per andare in pensione nel 2016 sono stati definiti con una circolare dell’Inps, precisamente la circolare 63 del 20 marzo 2015, che fa riferimento a quanto stabilito nel decreto ministeriale del 16 dicembre 2014 che a sua volta attua l’articolo 12 comma 12 bis del decreto legge 7/2010.
In questa circolare vengono quindi riportati tutti i requisiti per andare in pensione nel 2016 distinguendo tra le varie categorie (uomini e donne, lavoratori dipendenti e lavoratori autonomi).
Di seguito una breve guida con tutti i requisiti per accedere alla pensione di anzianità, alla pensione di vecchiaia e alla pensione anticipata nel 2016.

Andare in pensione nel 2016: la pensione di vecchiaia
Per quanto riguarda i requisiti per accedere alla pensione di vecchiaia nel 2016, questi vengono stabiliti dalla Riforma Fornero e in particolare dall’art. 24 del Dl 201/2011: tali requisiti sono stati inoltre aggiornati in base all’adeguamento alle speranze di vita che ha portato a un innalzamento dell’età pensionabile a partire dal 2016.
I requisiti per andare in pensione di vecchiaia nel 2016 possono essere sintetizzati nella seguente tabella:

Categoria lavoratoriRequisiti pensione 2016
Dipendenti donne settore privato 65 anni e 7 mesi
Dipendenti uomini settore privato 66 anni e 7 mesi
Lavoratrici donne autonome 66 anni e 1 mese
Lavoratori uomini autonomi 66 anni e 7 mesi

Andare in pensione nel 2016: pensione anticipata
Per quanto riguarda la possibilità di andare in pensione anticipata nel 2016, per stabilire i requisiti per poter accedervi occorre innanzitutto distinguere tra coloro che hanno maturato anzianità contributiva al 31 dicembre 1995, e coloro che dispongono del primo accredito contributivo a partire dal 1° gennaio 1996.
Nel primo caso i requisiti per poter andare in pensione anticipata nel 2016 sono l’aver maturato 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini, e l’aver maturato 41 anni e 10 mesi di contributi per le donne.
Per chi ha maturato anzianità contributiva a partire dal 1° gennaio 1996, i requisiti contributivi rimangono gli stessi ma si stabilisce che potranno accedere alla pensione anticipata al raggiungimento dei 63 anni di età, purché risultino almeno 20 anni di contribuzione “effettiva” e che l’ammontare della prima rata di pensione risulti non inferiore ad un importo soglia mensile pari a 2,8 volte l’importo mensile dell’assegno sociale.

Andare in pensione nel 2016: pensione di anzianità
Per quanto riguarda la pensione di anzianità, nel 2016 bisognerà aggiungere 0.3 punti al sistema delle quote previste dalla legge 243/2004 e formate da età anagrafica e età contributiva.
Ciò significa che dal 2016 i requisiti per accedere alla pensione di anzianità diventano:
- raggiungimento di 35 anni di contributi e 61 e 7 mesi per i lavoratori dipendenti, con raggiungimento di quota 97,6;
- raggiungimento di 35 anni di contributi e 62 anni e 7 mesi per i lavoratori autonomi, con raggiungimento di quota 98,6.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.