Borsa Oggi, 21 settembre 2021: due velocità per Ftse Mib e Spread

Luca Fiore

21/09/2021

21/09/2021 - 17:58

condividi

Dopo le forti vendite di ieri, seduta con il segno più per la Borsa oggi, 21 settembre 2021. Sul Ftse Mib tra le performance migliori troviamo i titoli del comparto energetico ed il risparmio gestito. Spread Btp-Bund in riduzione.

Borsa Oggi, 21 settembre 2021: due velocità per Ftse Mib e Spread

Seduta in positivo, dopo il selloff di ieri, per la Borsa oggi: sul Ftse Mib spiccano i recuperi degli energetici e dei titoli del risparmio gestito.

In attesa di novità in arrivo dalla Cina, dove il gruppo immobiliare Evergrande sembrerebbe prossimo al default, oggi è iniziato il meeting della Federal Reserve.

Riteniamo, ha commentato Filippo Diodovich, Senior Strategist di IG Italia, “che la maggioranza di membri dovish possa quindi scegliere di rimandare l’annuncio e lasciare solamente indizi su un prossimo tapering entro fine 2021 cercando di prendere ancora tempo per valutare lo stato di salute del mondo del lavoro, le pressioni inflazionistiche, la ripresa economica, gli sviluppi della pandemia e anche i possibili rischi per la stabilità finanziaria a causa del collasso del gigante del settore immobiliare cinese Evergrande".

L’eurodollaro in corrispondenza dello stop agli scambi quota 1,17188 (-0,06%) mentre il future con consegna dicembre sul petrolio Brent arretra dello 0,2% a 72,9 dollari al barile.

Borsa Oggi, aggiornamento ore 17:40: +1% per il Ftse Mib

A Milano il paniere delle blue chip, il Ftse Mib ha guadagnato l’1,22% fermandosi a 25.353,36 punti.

Dal fronte titoli sovrani, lo spread Btp-Bund ha evidenziato un rosso di quasi due punti percentuali a 101 punti base.

Aggiornamento ore 13: Ftse Mib consolida i guadagni

A metà seduta il Cac40 segna un +1,41%. il Dax un +1,44% ed il Ftse Mib un +1,2%.

A guidare la riscossa di Piazza Affari sono gli energetici (+4,14% di Saipem, +2,27% per Eni e +1,76% di Tenaris) ed i titoli del risparmio gestito (+2,36% di Poste Italiane, +1,85% di Banca Mediolanum e +1,65% di FinecoBank).

Incremento dell’1,1% per UniCredit che, stando a quanto riportato da Il Sol24Ore, starebbe lavorando ad un nuovo piano industriale da presentare a novembre.

Future Wall Street: indici chiamati a riscattarsi

Dopo le forti vendite di ieri, il derivato sul Dow Jones registra un +0,72%, quello sullo S&P500 avanza dello 0,86% e il future sul Nasdaq sale dello 0,76%.

Aggiornamento ore 9:25: Ftse Mib, prove tecniche di rimbalzo

Poco dopo l’avvio degli scambi il Ftse100 registra un +0,72%, il Cac40 segna un +1,05%. il Dax un +0,56% ed il nostro Ftse Mib sale dello 0,91% a 25.275,36 punti.

Nei primi scambi UniCredit guadagna l’1,43%, BPER Banca avanza dell’1,59% ed Intesa Sanpaolo lo 0,65%. Bene anche Enel (+0,82%) ed Hera (+0,33%).

Nel settore dei titoli di Stato, lo spread Btp-Bund arretra di oltre due punti percentuali a 101 punti base.

Borse Asia: -2% per il Nikkei

L’indice di Hong Kong, l’Hang Seng e l’australiano S&P/ASX 200 ha terminato con un +0,35%.

Dopo la chiusura di ieri, la borsa di Tokyo ha riaperto i battenti con l’indice giapponese Nikkei in contrazione del 2,17%.

Le tensioni in arrivo dall’Asia spingono al ribasso Wall Street

L’ultima seduta della settimana del Dow Jones si è chiusa con un -1,78% mentre lo S&P500 è sceso dell’1,7% ed il Nasdaq ha terminato gli scambi con un -2,19%.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.