Yellen al Congresso: il rialzo dei tassi di interesse è in arrivo

Janet Yellen: il testo della testimonianza al Congresso USA parla chiaro. La Fed rialzerà presto i tassi, dicembre sembra confermato anche dopo l’elezione di Trump.

Il presidente della Federal Reserve, Janet Yellen, conferma che la banca centrale USA è vicina al prossimo rialzo dei tassi di interesse con l’economia statunitense che continua a creare nuovi posti di lavoro e con l’inflazione che continua a salire.

Un rialzo dei tassi «potrebbe diventare appropriato relativamente presto se i dati in arrivo daranno delle ulteriori prove di un continuo progresso verso i target della Commissione,» scrive Janet Yellen all’interno del testo della testimonianza presentato alla Commissione Economia del Congresso.

Yellen attesa davanti al Congresso USA

Di seguito altri estratti del discorso di Janet Yellen davanti al Congresso USA:

  • Quando vi sarà chiarezza sulle future politiche economiche il FOMC dovrà darne conto
  • l’economia sta facendo dei buoni progressi ad oggi
  • spetta al Congresso e all’amministrazione valutare costi e benefici delle politiche di bilancio
  • consiglia ai responsabili politici di prendere in considerazione l’economia vicina alla piena occupazione
  • il problema del deficit di lungo corso dovrebbe essere tenuto a mente
  • non vi è molto spazio fiscale nel caso in cui ci fosse uno shock dell’economia (dato il deficit)
  • attenzione all’impatto delle politiche sulla capacità produttiva

Il cambio euro-dollaro tocca i nuovi minimi di sessione a 1,0673.
I mercati si concentrano sulle conseguenze inflazionistiche dell’espansione fiscale.

La Yellen, che fa attenzione a non riferirsi alle politiche in arrivo dall’amministrazione del neo eletto Donald Trump, ribadisce l’aspettativa dei membri della Fed per cui gli aumenti futuri dei tassi saranno «graduali».

I prezzi delle obbligazioni sono crollati mentre il mercato azionario è salito in quanto gli investitori prevedono che le proposte di Trump di tagliare le tasse e aumentare la spesa per le infrastrutture porteranno ad un aumento più veloce dell’inflazione e ad una crescita più forte. Così, sembra proprio che nella sua testimonianza la Yellen abbia ignorato la possibilità molto reale di un forte aumento dello stimolo fiscale il prossimo anno.

Le osservazioni della Yellen cementano le aspettative di mercato per un rialzo dei tassi di interesse durante la prossima riunione del FOMC il 13-14 dicembre. I prezzi dei Fed funds implicano già una possibilità oltre il 95 per cento di un aumento quarto di punto percentuale durante l’ultima riunione di politica monetaria della Fed nel 2016.

La presidente della Fed coglie poi l’occasione per ribadire quali sono i rischi collegati all’attendere troppo a lungo prima di alzare i tassi.

«Se FOMC rimandasse l’aumento del tasso dei fondi federali per troppo tempo, si potrebbe finire per dover normalizzare la politica in modo relativamente brusco per permettere all’economia di superare in modo significativo i target di lungo periodo della commissione,»

ha detto.

«Inoltre, tenendo il tasso sui fondi federali al livello attuale per troppo tempo si potrebbe anche incoraggiare un’eccessiva assunzione di rischi e, infine, minare la stabilità finanziaria.»

Verso la testimonianza di Janet Yellen al Congresso

Janet Yellen, presidente della Federal Reserve, è attesa davanti al Congresso degli Stati Uniti d’America per riferire sull’andamento dell’economia degli Stati Uniti.

Tra gli effetti della vittoria di Trump alle Elezioni USA sul ruolo della banca centrale statunitense all’attesa per un rialzo dei tassi in sede della riunione Fed di dicembre, ecco i cinque temi chiave sotto la lette del mercato in attesa della testimonianza della Yellen al Congresso in programma questo pomeriggio, 17 novembre 2016.

Il presidente della Federal Reserve Janet Yellen vola a Capitol Hill per testimoniare davanti alla Commissione Economia riunita del Congresso, un’occasione che potrebbe essere sfruttata dalla donna per segnalare una conferma (o meno) dell’arrivo di un rialzo dei tassi alla riunione del 13-14 dicembre anche dopo la vittoria di Donald Trump.

È passato quasi un anno da quando la Yellen ha parlato alla stessa commissione, che raccoglie esponenti politici sia del Senato che della Camera - tendenzialmente questo pubblico tende ad essere meno aggressivo rispetto ai componenti delle altre commissioni che monitorano l’operato della Fed. La testimonianza della Yellen al Congresso ha inizio alle 16:00 (ora italiana).

Ecco quali sono i temi chiave dell’incontro e cosa aspettarsi dalle parole di Janet Yellen.

Forexinfo.it aggiornerà questo articolo con le dichiarazioni in tempo reale del presidente Yellen davanti al Congresso USA dalle ore 16:00.

L’effetto Trump

Alla Yellen verrà chiesto di illustrare quali possano essere i potenziali effetti economici delle politiche fiscali proposte da Trump, compreso il piano per aumentare la spesa per le infrastrutture e per abbassare le tasse.
Nonostante la Fed sia spesso riluttante a commentare le dinamiche politiche e governative, ci sono dei precedenti in cui i capi della Fed hanno segnalato la propria approvazione per stimolo fiscale.
I membri della banca centrale hanno chiarito negli ultimi anni di aver bisogno dell’aiuto del Congresso per incrementare ulteriormente la crescita economica. Ma alcuni funzionari hanno già avvertito che un aumento della spesa potrebbe costringere la Fed di alzare i tassi di interesse più velocemente di quanto precedentemente previsto.

Il rialzo tassi Fed a dicembre

Tutti gli occhi saranno su Janet Yellen nel tentativo di comprendere se la Fed rimane in pista per un aumento dei tassi di interesse a dicembre. I membri della banca centrale nel loro ultimo incontro avevano segnalato di stare avvicinandosi all’aumento dei tassi, e che ci fosse bisogno solo di ulteriori prove che l’economia stesse migliorando per convincerli ad agire il mese prossimo.

La Yellen può puntare ad un paio di indicatori che la Fed e il mercato hanno ricevuto dopo la riunione dell’1-2 novembre: i datori di lavoro hanno continuato ad aggiungere posti di lavoro ad ottobre, i salariali annuali sono aumentati al ritmo più veloce da giugno 2009 e la spesa dei consumatori al dettaglio è in crescita sostenuta questo autunno.

Le conseguenze delle Elezioni USA

Diversi funzionari della Fed si erano detti preoccupati prima della riunione di novembre circa la possibilità di una forte volatilità di mercato dopo le elezioni presidenziali. Molti investitori sono stati storditi dalla vittoria di Donald Trump, ma il mercato azionario è salito sulla speranza che le politiche dell’amministrazione Trump possano contribuire alla crescita economica, insieme ad un aumento dei tassi di inflazione e di interesse. La commissione del Congresso oggi con ogni probabilità vorrà conoscere l’opinione della Yellen sulla reazione del mercato a seguito della vittoria del magnate repubblicano - tra cui un forte aumento dei rendimenti dei titoli di Stato.

La ripresa dell’inflazione

I repubblicani di Capitol Hill da anni si lamentano di come le politiche di stimolo monetario della Fed abbiano spinto l’inflazione a livelli pericolosi, ma gli aumenti dei prezzi sono rimasti sottotono. I recenti segnali di una ripresa dell’inflazione potrebbero dare ai legislatori repubblicani una nuova occasione per accusare la politica della Yellen sui tassi ultra-bassi.
La Fed alla riunione di novembre ha riferito che l’inflazione è «un poco aumentata dall’inizio di quest’anno», previsioni di inflazione «si sono spostate ma rimarranno al in basso». La Yellen potrebbe offrire una nuova spiegazione di quanto rischioso sia per Fed una rapida ripresa dell’inflazione.

L’indipendenza della Fed

La Fed potrebbe affrontare delle pressioni politiche non indifferenti il prossimo anno sotto l’amministrazione Trump. Il progetto dei repubblicani di modificare le modalità di operazione della Fed e sottoporla ad un maggiore controllo del Congresso ha avuto un ampio sostegno negli ultimi anni, e Trump non ha fatto segreto della sua disapprovazione per la Fed.
Aspettiamoci oggi dei commenti della Yellen su questo piano e sulla messa a rischio dell’indipendenza della Fed, e su come le interferenze politiche potrebbero danneggiare l’economia.

Fonte: Wall Street Journal

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories