Tv, Maxi fusione in casa Murdoch. Nasce Sky Europe

Il gruppo nascerà dalla fusione dei canali italiani, tedeschi e britannici: previsti 97 milioni di abbonati potenziali. E sullo sfondo il magnate australiano prepara l’assalto a Time Warner.

Rupert Murdoch questa volta fa sul serio: le piattaforme satellitari Sky in Italia, in Germania e in Gran Bretagna sono ormai prossime alla fusione e sono pronte a creare un colosso europeo della pay tv sul satellite da più di 20 milioni di abbonati.

Venerdì scorso BSkyB (British Sky Broadcasting), posseduta al 39% dal magnate australiano, ha annunciato di aver trovato un accordo con la 21st Century Fox – società di Murdoch che riunisce tutte le attività di cinema e tv – per l’acquisizione di Sky Italia e Sky Germania, possedute dallo stesso Murdoch rispettivamente al 100 e al 57%.

Si tratta quindi di una serie di passaggi di proprietà all’interno dello stesso gruppo, che permetteranno però una razionalizzazione dei costi e dei palinsesti, a vantaggio sia degli abbonati che, ovviamente, di Murdoch stesso, che sta cercando di racimolare capitali per dare il definitivo assalto al gruppo americano concorrente Time Warner.

I numeri dell’operazione
L’operazione commerciale, su cui le indiscrezioni si ricorrevano da tempo, porterà alla nascita di una nuova azienda, Sky Europe che conterà su 20 milioni di abbonati, di cui 10 milioni solo nel Regno Unito.

In totale il nuovo gruppo avrà un bacino clienti potenziale pari a 97 milioni di unità con ampi margini di crescita specialmente in Italia e Germania, dove solo 3 case su 10 hanno abbonamento alla tv satellitare.

Per BSkyB l’operazione si tradurrà in una crescita dei ricavi da 9,6 miliardi di euro a 14,1 miliardi di euro.

Nel dettaglio, per l’acquisizione di Sky Italia BSkyB salderà alla Fox 2,61 miliardi di euro in contanti più il 21% del canale National Geographic, valutato circa 482 milioni di euro.

Per Sky Germania invece il prezzo è di circa 3,5 miliardi di euro per il 57% dell’azienda. Per le restanti quote il BSkyB lancerà un’offerta incondizionata per arrivare al 100% del canale tedesco.

In totale l’intera operazione di fusione dovrebbe costare quasi 9 miliardi di euro.

La settimana scorsa BSkyB ha già intascato 630 milioni di euro cedendo al gruppo Virgini le sue azioni del canale britannico ITV.

L’assalto a Time Warner
Sky Europe dovrebbe generare sinergie e risparmi per le tre aziende per quasi 250 milioni di euro l’anno.

In particolare, i tre gruppi potranno beneficiare di un’enorme forza contrattuale sull’acquisizione dei diritti tv, specialmente quelli calcistici, e risparmi sulla produzione di eventi live.

Secondo la BBC, inoltre, uno dei motivi della nascita di Sky Europe sarebbe quello di far ottenere in tempi rapidi fondi al gruppo madre 21st Century Fox per lanciare il definitivo assalto a Time Warner.

Murdoch ha già tentato l’assalto al gruppo Time Warner, che possiede tra le altre CNN e HBO, mettendo sul piatto 80 miliardi di dollari: l’offerta è stata giudicata però inferiore alla aspettative e il miliardario australiano è stato costretto a mollare la presa.

Almeno per il momento.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza

Argomenti:

Italia Rai

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.