Reddito di cittadinanza: quando un figlio può cambiare residenza e averne diritto?

Il reddito di cittadinanza spetta ai nuclei familiari con determinati requisiti economici. I figli sono attratti dall’ISEE dei genitori anche se non conviventi a patto che siano a carico. Ma può un figlio cambiare residenza per chiedere il reddito di cittadinanza?

Reddito di cittadinanza: quando un figlio può cambiare residenza e averne diritto?

Il reddito di cittadinanza è strettamente legato al nucleo familiare e all’ISEE di quest’ultimo. Nel nucleo familiare rientrano tutte le persone presenti nello stato di famiglia ma anche coloro che risultato fiscalmente a carico del contribuente. I figli maggiorenni, quindi, anche se non conviventi rientrano nel nucleo familiare dei genitori finchè sono a loro carico, non coniugati e senza figli.

Rispondiamo ad un lettore di Money.it che ci scrive:

“Attualmente abito con i miei genitori, é possibile andare per conto mio in casa in affitto e richiedere subito il reddito di cittadinanza?”

Reddito di cittadinanza figli maggiorenni non conviventi

Come abbiamo visto, quindi, nel caso di determinazione del nucleo familiare vi rientra anche il figlio maggiorenne non convivente con i genitori a patto che sia a loro carico, non sia sposato e non abbia prole.

I figli a carico dei genitori possono, se lo vogliono, dar vita ad un nuovo nucleo familiare solo se si sposano o mettono al mondo dei figli.

Per il reddito di cittadinanza, però, il decreto 4/2019 all’articolo 2 comma 5 stabilisce che i figli non conviventi con i genitori possono formare un proprio nucleo familiare a patto di aver compiuto i 26 anni.

I figli maggiorenni che fanno parte del nucleo familiare dei genitori ai fini del reddito di cittadinanza, infatti, sono soltanto quelli che:

  • hanno meno di 26 anni
  • percepiscono un reddito inferiore a 2840,51 euro
  • non sono coniugati e non hanno a loro volta figli a carico.

Nel suo caso, quindi, può richiedere il reddito di cittadinanza, andando a vivere in una casa in affitto e lasciando la casa dei suoi genitori solo a patto di avere un’età superiore ai 26 anni.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Iscriviti alla newsletter

Money Stories