Reddito di cittadinanza: il figlio maggiorenne non convivente può richiederlo se è a carico?

Un figlio maggiorenne che non convive con i propri genitori pur essendo a loro carico può richiedere il reddito di cittadinanza?

Reddito di cittadinanza: il figlio maggiorenne non convivente può richiederlo se è a carico?

Il reddito di cittadinanza può essere richiesto dai figli per raggiungere una autosufficienza economica quando non vivono con i genitori ma risultano ancora a loro carico? In questo caso la normativa del Rdc fa un distinguo in base all’età del figlio, al fatto che sia o meno spostato o che abbia figli. Cerchiamo di capire.

Rispondiamo ad un lettore di Money.it che ci scrive:

“Buongiorno sono una persona di 34 anni che vorrebbe andare a vivere da solo ma al momento non lavoro e sono a carico dei genitori pensionati. Volevo sapere se nel caso di cambio residenza personale avrei diritto al reddito di cittadinanza e usarlo per iniziare una vita mia autonoma. Grazie per l’attenzione.”

Reddito di cittadinanza figli maggiorenni

Il figlio maggiorenne anche se non convivente con i genitori è attratto nel nucleo familiare dei genitori se risulta a carico a questi ultimi. I figli maggiorenni sposati o con prole, anche se a carico dei propri genitori, danno vita, invece, ad un nucleo familiare a parte.

L’articolo 2 del DL 4/2019 al comma 5, però, prevede che il figlio maggiorenne non convivente fa parte del nucleo familiare dei genitori solo nei seguenti casi:

  • se ha un’età inferiore ai 26 anni
  • se è a carico dei genitori, avendo un reddito inferiore ai 1840,51 euro l’anno
  • se non è coniugato e non ha prole.

Da questo si desume che il figlio maggiorenne che ha più di 26 anni, anche se fiscalmente a carico dei genitori può staccarsi dal nucleo familiare per costituirne uno a sé.

Nel suo caso, quindi, se dovesse cambiare residenza, pur non avendo un lavoro, potrebbe fare una dichiarazione Isee autonoma e richiedere il reddito di cittadinanza per iniziare una vita con una certa autonomia economica personale.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Iscriviti alla newsletter

Money Stories