Reddito di cittadinanza, come si stabilisce l’importo spettante?

Sicuramente non è facile comprendere come viene stabilito l’importo spettante del reddito di cittadinanza, cerchiamo di fare chiarezza.

Reddito di cittadinanza, come si stabilisce l'importo spettante?

Il reddito di cittadinanza è una misura introdotta dal governo nel 2019 per contrastare la povertà dei nuclei familiari che versano in disagio economico. Per poter accedere al beneficio bisogna essere in possesso di determinati requisiti patrimoniali, reddituali e di residenza. L’importo del reddito di cittadinanza spettante, poi, anche se la normativa fissa un limite massimo di erogazione, varia in base all’ISEE, al reddito familiare al numero di componenti del nucleo familiare.

Rispondiamo ad un lettore di Money.it che ci scrive:

“Chiedo informazioni per quanto riguarda il reddito di cittadinanza,vorrei capire come mai se sei una persona prendi 500 euro e se sei in 4 tre adulti e un minore con reddito 0 nel mio caso prendo 1044,00 euro?”

Reddito di cittadinanza e importo spettante

L’importo del reddito di cittadinanza spettante ad un nucleo familiare è calcolato nel seguente modo: per il richiedente vengono riconosciuti 500 euro, per ogni componente aggiuntivo presente nel nucleo familiare vengono riconosciuti ulteriori 200 euro per ogni componente maggiorenne e ulteriori 100 euro per ogni componente del nucleo minorenne.

In ogni caso, e questo va sempre tenuto presente, le cifre di cui parliamo sono valide solo per nuclei familiari a reddito zero e con ISEE pari a zero, in tutti gli altri casi il reddito prodotto si sottrae dall’importo spettante.

Così per un richiedente singolo il massimo spettante è di 500 euro (780 euro se paga l’affitto o 650 euro se paga il mutuo della casa in cui vive).

Per nuclei familiari composti da più di una persona gli importi spettanti (a cui eventualmente vanno aggiunti 280 euro se in affitto e 150 euro se si paga il mutuo della casa di abitazione) sono, a titolo di esempio:

  • 600 euro per richiedente e un componente minore
  • 700 euro per richiedente e 2 componenti minori, o per richiedente e 1 componente maggiorenne
  • 800 euro per il richiedente e 3 componenti minori, oppure per richiedente e 1 componente maggiorenne e uno minorenne;
  • 900 euro per richiedente con 2 componenti maggiorenni, oppure per richiedente con 1 componente maggiorenne e 2 minorenni.
  • 1000 euro per richiedente e 2 componenti maggiorenni e uno minorenne, oppure per richiedente con 1 componente maggiorenne e 3 minorenni

Nel suo caso, quindi, per 3 componenti adulti (di cui uno è richiedente) e un minorenne la cifra spettante è di 1000 euro mensili a cui, probabilmente si somma mutuo o affitto ma viene detratta qualche entrata avuta dal nucleo familiare.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Iscriviti alla newsletter

Money Stories