I migliori mutui e surroghe a tasso fisso e variabile di novembre 2020

I mutui acquisto casa più convenienti e le surroghe più vantaggiose delle banche di novembre 2020.

I migliori mutui e surroghe a tasso fisso e variabile di novembre 2020

Migliori mutui e surroghe a tasso fisso e variabile, novembre 2020 - Gli indici dei mutui Euribor e Eurirs stanno registrando in questi giorni nuovi minimi storici. Continuano le offerte delle banche per chi vuole comprare casa con un mutuo o ha intenzione di migliorare le proprie condizioni di contratto attraverso la surroga.

Grazie ai tassi di interesse ai minimi storici, oggi l’acquisto di un immobile con un mutuo ipotecario può essere molto conveniente. Basti pensare che in questo momento è possibile ottenere un mutuo di 100.000 euro in 15 anni ad un tasso fisso dello 0,50%. In questo caso, il totale da restituire alla banca sarebbe pari a 103.816,80, ovvero poco più di 17 euro al mese di interessi passivi, compreso il recupero fiscale previsto nel caso di prima casa.

Proprio in questi giorni, gli indici Euribor e Eurirs, in base ai quali vengono calcolate le rate dei mutui a tasso variabile e a tasso fisso, sono scesi ulteriormente registrando nuovi traguardi di minimo storico.

L’Euribor 1 mese, nelle ultime tre rilevazioni del mese di ottobre, ha registrato quota -0,55, il livello più basso di sempre. Oggi la scadenza mensile è tornata a -0,54, mentre le scadenze a 3 mesi e 6 mesi si sono assestate rispettivamente a -0,52 e -0,51.

Anche i tassi IRS di durata 10 e 15 anni restano saldamente sotto quota zero, rispettivamente a quota -0,26 e -0,08 (rilevazione del 2 novembre), mentre le scadenze 20 e 25 anni, nel corso dell’ultima sessione, sono risalite in territorio positivo dopo che per giorni erano state sotto zero, come la durata a 30 anni, oggi a -0,03.

Con l’Eurirs praticamente a zero, o inferiore per le durate di mutuo brevi come quelle fino a 15 anni, e uno spread medio di 0,70, oggi è possibile sottoscrivere un mutuo ipotecario per l’acquisto della casa ad un tasso vantaggioso, ben al di sotto dell’1%.

Vediamo di seguito quali sono le migliori offerte di mutuo e surroga di novembre 2020, analizzando le varie proposte degli istituti di credito presenti sul mercato creditizio.

I migliori mutui a tasso fisso

Il mutuo ipotecario con rata fissa è l’opzione preferita di oltre i due terzi delle famiglie italiane che oggi comprano casa. Il vantaggio principale di avere una rata costante nel tempo è non rischiare che con un eventuale aumento dei tassi ci si ritrovi a pagare un finanziamento con un tasso molto elevato.

Un ulteriore stimolo a stipulare un mutuo a tasso fisso da parte della maggioranza dei nuovi mutuatari proviene dall’attuale livello dei tassi dei mutui, e in particolar modo dall’andamento dell’Eurirs, come come abbiamo visto, oggi è ai minimi storici.

Tra i migliori mutui a tasso fisso di novembre, per un importo che non superi l’LTV del 50%, riferito ad un erogato pari alla metà del valore dell’immobile che si intende acquistare, in base all’offerta di Banco BPM, BNL e Crédit Agricole, oggi è possibile avere un tasso a partire da 0,50% per una durata di 10 anni, e a partire da 0,62% per durate fino a 30 anni, come proposto da Credem Banca.

Per importi di mutuo fino all’80% e per una durata di 20 anni, troviamo ancora Banco BPM, che propone un tasso fisso dello 0,80%, mentre CheBanca!, BNL e Crédit Agricole applicano un tasso leggermente superiore, pari allo 0,85%.

I migliori mutui a tasso variabile

Chi sceglie un mutuo indicizzato scommette su un livello dei tassi attuali, o inferiore, per un lasso di tempo pari alla durata del suo mutuo. Secondo le stime previsionali sui tassi, l’Euribor dovrebbe rimanere basso ancora a lungo, il che significa che per un mutuo decennale, in termini di pagamento di interessi, la decisione di optare per un tasso variabile potrebbe essere più vantaggiosa rispetto al tasso fisso.

Al contrario, per un mutuo di durata più lunga, come nel caso di un ammortamento fino a 25 o 30 anni, l’alternativa di una rata fissa, visti i tassi di oggi, potrebbe essere la scelta vincente.

Chi oggi sceglie un mutuo a tasso variabile può valutare delle offerte bancarie estremamente interessanti. Su tutte, Credem Banca propone un tasso indicizzato finito dello 0,22% (Euribor 3 mesi + spread 0,75), sia per durate brevi che per scadenze fino a 30 anni.

A seguire troviamo Crédit Agricole, che offre un tasso dello 0,36% per durate di 15 anni e 0,49% per durate fino a 30 anni, mentre Unicredit applica un tasso dello 0,37% per 15 anni di mutuo e 0,42% per un finanziamento trentennale.

Migliori mutui 100%

L’esigenza di ricorrere ad un finanziamento che copra l’intero costo dell’immobile è sempre più frequente, soprattutto da parte dei giovani che hanno iniziato da poco un lavoro stabile o delle giovani coppie che hanno a disposizione pochi risparmi.

Recentemente, la legge di conversione n. 126 relativa alle «misure urgenti per il sostegno e il rilancio dell’economia» ha introdotto delle novità sul Fondo di garanzia mutui prima casa, limitando i requisiti di chi può accedervi.

Dal 14 ottobre, infatti, posso continuare ad usufruire dei vantaggi del Fondo di garanzia soltanto le cosiddette categorie prioritarie, tra cui i giovani di età inferiore ai 35 anni titolari di un rapporto di lavoro atipico, le coppie coniugate da almeno due anni in cui uno dei componenti non abbia superato i 35 anni di età, le famiglie con un solo genitore convivente con almeno uno dei suoi figli minorenni e gli inquilini di un alloggio di proprietà degli Istituti autonomi per le case popolari.

Lo ricordiamo, Il Fondo Consap permette di avere una garanzia da parte dello Stato nella misura del 50% della quota capitale per mutui di importo fino a 250.000 euro.

Anche senza Fondo Consap, alcuni istituti si stanno attrezzando per garantire un mutuo al 100%. Intesa Sanpaolo, ad esempio, propone un tasso fisso pari all’1,90% per una durata di 20 anni.

Altri istituti di credito, tra cui Banca ING, BNL e Crédit Agricole, finanziano mutui fino al 95% del costo dell’immobile a tassi vantaggiosi. Ad esempio, è possibile ottenere un mutuo a tasso fisso per 25 anni ad un tasso di poco superiore all’1%.

Migliori surroghe di novembre 2020

La surroga è uno strumento efficace per chi intende trasferire il proprio mutuo in un’altra banca per avere un maggior risparmio sul tasso e di conseguenza sulla rata del prestito.

Attenzione ad alcuni limiti della surroga, tra cui l’importo residuo minimo. Sono ormai molte le banche che non accettano un trasferimento di mutuo per importi inferiori a 80.000 euro. Un’altra limitazione riguarda i mutui che erano stati erogati con la formula del 100%. Nessun istituto di credito prende in esame nuove surroghe il cui debito residuo sia ancora superiore all’80% del valore dell’immobile.

Le migliori surroghe a tasso fisso di novembre 2020, per un LTV inferiore al 50%, vengono proposte da Credem Banca, che per una durata ventennale propone un tasso dello 0,55%, da Crédit Agricole, che applica un tasso dello 0,65%, e da Unicredit, che offre ai nuovi clienti un tasso finito dello 0,85%.

Per importi fino all’80% del valore dell’immobile, le migliori proposte di mutuo surroga, per una durata di 25 anni, arrivano da Crédit Agricole, che offre un tasso dell’1,15%, e da CheBanca! e Ubi Banca, che propongono un tasso finito dell’1,25%.

Tra le surroghe a tasso variabile più vantaggiose si segnalano le proposte di Credem Banca, che applica un tasso indicizzato dello 0,32%, di Unicredit, con un tasso dello 0,37%, e di Intesa Sanpaolo, con un tasso dello 0,50% per una durata di 15 anni.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories