Domanda pensione quota 100: per presentarla serve aver compiuto i 62 anni?

La quota 100 si prepara ad entrare nel suo ultimo anno di vita: vediamo quando può essere presentata la domanda per l’accesso.

Domanda pensione quota 100: per presentarla serve aver compiuto i 62 anni?

La quota 100 richiede una finestra di attesa di 3 mesi per i dipendenti del settore privato e di 6 mesi per i dipendenti del pubblico impiego. Per i dipendenti pubblici, però, è richiesto anche un preavviso obbligatorio nei confronti dell’amministrazione di appartenenza di almeno 6 mesi. Fanno eccezione i dipendenti del comparto scuola per la particolare condizione di avere un’unica finestra di uscita l’anno, il 1 settembre.

Rispondiamo ad un lettore di Money.it che ci scrive:

“Buongiorno, sono un insegnante e volevo cortesemente chiederle avendo più di 38 anni di contributi versati ed essendo nato a Gennaio 1959, quando devo inoltrare la domanda di quota 100. Il mio dubbio è se devo aspettare di compiere 62 anni il 30 Gennaio del 2021 per fare domanda oppure la posso inoltrare già a Dicembre c. a.? Grazie per l’attenzione aspetto notizie.”

Domanda pensione quota 100 comparto scuola

Nel comparto scuola si può presentare domanda di cessazione dal servizio con relativa domanda di pensione entro i termini previsti annualmente dall’INPS a patto che entro il 31 dicembre dell’anno successivo si maturino i requisiti di accesso alla misura previdenziale scelta, con relativa cessazione dal servizio il 31 agosto e quiescenza dal 1 settembre.

Nel suo caso, quindi, raggiungendo nel corso del 2021 i requisiti per poter accedere alla quota 100, con decorrenza della pensione dal 1 settembre 2021, può senza alcun dubbio presentare domanda di cessazione dal servizio contestualmente alla domanda di pensione a dicembre (e comunque entro i termini stabiliti dalla circolare del MIUR pubblicata entro breve) senza attendere il compimento dei 62 anni.

Se attendesse, infatti, il compimento dell’età anagrafica richiesta per accedere alla misura, il suo pensionamento slitterebbe inevitabilmente di un altro anno, non avendo rispettato i termini imposti dal Ministero.

Per i dipendenti del comparto scuola, in ogni caso, proprio per il fatto che possono accedere al pensionamento solo il 1 settembre di ogni anno, non è richiesto nè il rispetto della finestra di attesa nè il preavviso di almeno 6 mesi (che in ogni caso rispettano abbondantemente avvisando della cessazione dal servizio con circa 8 mesi di anticipo).

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Argomenti:

Pensione Quota 100

Iscriviti alla newsletter

Money Stories