Crisi in Grecia, Tsipras alla TV nazionale: referendum confermato, “votate No”

Tsipras ai cittadini greci: “nessuno sta perdendo i propri soldi in banca, al referendum votate no alla proposta dei creditori”. I dettagli.

Il primo ministro greco Alexis Tsipras ha rifiutato di piegarsi alle pressioni dalle parte dell’Eurozona e conferma il referendum di domenica 5 luglio.

In un discorso alla televisione nazionale greca, Tsipras ha spinto i suoi cittadini a votare “No” alle proposte dei creditori - dicendo questo rafforzerebbe la sua posizione nelle trattative con le istituzioni creditrici per ottenere un terzo piano di salvataggio. I colloqui riprenderanno lunedì, insiste.

I ministri delle finanze dell’Eurozona si riuniscono in teleconferenza alle 17:30 per discutere la della Grecia per un nuovo prestito.
Ma la Germania e la Slovacchia hanno già dichiarato di non essere disposte a discutere la questione fino a quando a quando non saranno noti i risultati del referendum di lunedì.

La Banca centrale europea è pronta a decidere se continuare a fornire i fondi di liquidità d’emergenza al settore bancario greco.
Alexis Tsipras ha anche cercato di calmare i timori sulla crisi finanziaria in Grecia, con le banche sono chiuse ormai da tre giorni.

E’ doveroso rassicurare i cittadini: Tsipras ribadisce che i nessuno ha perso i propri stipendi, pensioni e denaro depositati nelle banche, facendo riferimento ad una “situazione transitoria”.

L’obiettivo di Tsipras sembra volto a placare i timori e i dubbi riguardo il controllo sui capitali che potrebbero far desiderare ai cittadini greci di cedere alla proposta dei creditori.
Il Primo Ministro non ha fornito ulteriori dettagli su quali concessioni sia pronto a fare ai creditori.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories