Concorso scuola 2015: bando, requisiti, graduatoria, criteri, posti riservati. Le regole contenute nella bozza

Trapelano le indiscrezioni sul concorso a cattedra di quest’anno. Il bando dovrebbe arrivare il 1°ottobre 2015. Nel frattempo ecco tutte le notizie su: requisiti d’accesso, graduatorie, criteri, posti riservati, regole e tasse

Matteo Renzi rinvia sia il Disegno di Legge che il Decreto Legge sulla scuola, ma assicura che «le assunzioni non slitteranno». Nel frattempo trapelano le prime indiscrezioni relative alle misure contenute all’interno dell’DDL che verrà esaminato il prossimo 10 marzo.

I docenti della scuola verranno assunti, dopo la chiusura delle graduatorie ad esaurimento, solo mediante i concorsi pubblici per titoli d’esami.

I dettagli della bozza contenenti i provvedimenti in materia di istruzione che avrebbero dovuto essere inseriti nel DL previsto per il 3 marzo sono stati resi noti e l’interesse si concentra soprattutto sul concorso che dovrebbe essere bandito il prossimo 1°ottobre.

Vediamo di saperne di più

Concorso scuola 2015: requisiti d’accesso
Le prime, importanti indicazioni, riguardano i requisiti d’accesso. Potranno partecipare l concorso tutti coloro che possiedono l’abilitazione, inclusi i possessori di diploma magistrale con titolo conseguito entro l’a.s. 2001/02.
E’ garantito l’accesso anche agli aspiranti docenti che conseguiranno il titolo di abilitazione entro il prossimo 31 luglio 2015.

Per quando riguarda i non abilitati si hanno invece poche notizie. Le linee guide del testo si basano sul bando del concorso indetto nel 2012 che consentiva l’accesso ai non abilitati solo nel caso in cui essi fossero in possesso di laurea conseguita entro a.a. 2001/02. Un requisito che però i Tribunali italiani hanno in più di un occasione definito non valido.

Tuttavia, con ogni probabilità, continuerà a essere utilizzato anche per il concorso da bandire nella seconda metà dell’anno in corso, con il risultato di aprire l’ennesimo contenzioso.

Ricordiamo inoltre che dal 2016, le regole sui requisiti d’accesso diventeranno comunque più stringenti. In particolare:

.
«a decorrere dal primo concorso bandito successivamente alla data del 1° gennaio 2016, possono accedere alle procedure concorsuali esclusivamente i candidati in possesso del relativo titolo di abilitazione».

Concorso Scuola 2015: criteri e graduatorie
I criteri per il concorso a cattedra sono essenzialmente tre:
- base regionale,
- cadenza triennale,
- posti vacanti e disponibili.

Le graduatorie dovranno dunque avere validità triennale: si partirà dall’anno scolastico, e sottolineiamo scolastico (dati i precedenti della legge Fornero, meglio precisare) successivo a quello di approvazione, mentre la decadenza avverrà con la pubblicazione delle graduatorie del concorso successiva o alla scadenza del triennio previsto.

Concorso Scuola 2015: le regole
Le regole del prossimo concorso non sono ancora state stabilite. Il compito spetta al Ministero dell’Istruzione, che varerà un decreto per stabilire le norme riguardanti:

- le prove concorsuali e i relativi programmi
- le soglie di superamento di ciascuna prova, per le quali viene stabilito il conseguimento di una valutazione di almeno 7/10 o equivalente
- i titoli valutabili e il punteggio
- la valorizzazione dell’abilitazione conseguita a seguito di procedure selettive per titoli ed esami
- l’eventuale riserva di posti per i soggetti destinatari di contratti annuali a tempo determinato per una durata superiore a 36 mesi anche non continuativi, a decorrere dall’ultima procedura concorsuale bandita, su posti e cattedre vacanti e disponibili presso le istituzioni scolastiche ed educative statali di ogni ordine e grado di istruzione,
- la valutazione dei titoli di servizio effettuato presso le scuole statali con contratti a tempo determinato su posti non vacanti e disponibili.

Concorso scuola 2015: posti riservati
Secondo le indiscrezioni trapelate, il ministero dell’Istruzione vorrebbe creare, a partire dal prossimo concorso 2015, un numero di posti riservati a:
Ma la novità più consistente riguarda le Riserve dei posti

- iscritti nelle Graduatorie ad esaurimento non destinatari del piano di assunzioni
- iscritti nelle Graduatorie di istituto con più di 36 mesi di servizio nelle scuole statali, su posti comuni o curricolari o di sostegno, vacanti e disponibili, dall’a.s. 2009/10 all’a.s. 2014/15.

La quota esatta di posti riservati sarà indicata all’interno del disegno di legge.

Concorso scuola 2015: le tasse
Per partecipare al concorso a cattedra il cui bando arriverà il prossimo ottobre, gli interessati dovranno pagare una tassa il cui importo sarà compreso tra i 10 e i 15 euro.

Si ricorsa che i vincitori, in attesa di ricevere l’incarico a tempo indeterminato, godranno di un diritto di priorità nel conferimento delle supplenze da graduatorie di istituto.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories