Borsa Italiana Oggi, 23 giugno 2020: Trump e PMI spingono Piazza Affari

La Borsa Italiana oggi, 23 giugno 2020, ha chiuso in solido territorio positivo grazie alle indicazioni arrivate dagli indici PMI e alle dichiarazioni di Trump. A Piazza Affari rally di Buzzi Unicem e MPS.

Borsa Italiana Oggi, 23 giugno 2020: Trump e PMI spingono Piazza Affari

Già positiva in avvio, la Borsa Italiana oggi ha chiuso in solido territorio positivo dopo le indicazioni arrivate indici PMI europei, quelli che misurano il sentiment dei direttori degli acquisti, e alle rassicurazioni di Trump sull’accordo con Pechino.

Nonostante si siano confermati sotto quota 50 punti, che separa espansione e recessione dell’attività economica, gli indici PMI del Vecchio continente hanno fatto segnare i livelli maggiori da quattro mesi. (Eurozona: PMI di giugno rialzano la testa).

Il presidente Usa sta invece spingendo le borse con le sue dichiarazioni relative lo stato di salute positivo dell’accordo commerciale con la Cina (che ieri il consigliere Peter Navarro aveva definito finito).

In corrispondenza della chiusura degli scambi in Europa, l’eurodollaro sale a 1,13323 (+0,64%) mentre il future con consegna settembre sul Brent grazie ad un +1,15% registra la quarta seduta consecutiva di guadagni e si porta a 43,5 dollari al barile.

Borsa Italiana Oggi, aggiornamento ore 17:40: PMI e Trump spingono il Ftse Mib

A Piazza Affari il Ftse Mib ha terminato la seduta a 19.841,58 punti, +1,86% rispetto al dato precedente. In particolare evidenza le performance registrate da Fiat Chrysler (+5,79%) e da Buzzi Unicem (+3,18%).

All’interno del comparto bancario spiccano le performance di Intesa Sanpaolo (+1,72%), UniCredit (+2,26%) ed MPS (+7,43%), spinta dalle indiscrezioni su una fusione che permetta al Tesoro di uscire dal capitale.

Lo spread è sceso di oltre 3 punti percentuali a 171 punti base.

I nuovi massimi storici registrati dal Nasdaq (10.190,02 punti) hanno permesso a STMicroelectronics di chiudere con un +2,83%.

Piazza Affari, aggiornamento ore 13: Buzzi e Atlantia in rally

Nonostante si siano confermati sotto quota 50 punti, che separa espansione e recessione dell’attività economica, gli indici PMI europei hanno fatto segnare i livelli maggiori dall’inizio della pandemia e stanno spingendo le borse europee (Eurozona: PMI di giugno rialzano la testa).

In particolare, a metà seduta il Ftse Mib si attesta a 19.806,31 punti, +1,68% rispetto al dato precedente. Tra le performance migliori troviamo Buzzi Unicem (+5,84%), FCA (+4,53%) ed Exor (+4,1%).

Denaro anche su Atlantia (+2,62%) che ha confermato al Ministero dei Trasporti la sua intenzione di portare avanti le trattative (Atlantia in rally: novità sul fronte Aspi).

Future Wall Street: prevista apertura positiva

A due ore e mezza dell’avvio delle contrattazioni, il derivato sul Dow Jones registra un +0,78%, quello sullo S&P500 avanza dello 0,68% e il future sul Nasdaq sale dello 0,56%.

L’andamento di quest’ultimo sembrerebbe destinato ad innescare nuovi massimi storici del Nasdaq.

Piazza Affari, aggiornamento ore 9:25: Buzzi Unicem e Intesa in evidenza

A Milano l’indice delle blue chip, il Ftse Mib, nei primi scambi della seduta odierna, 23 giugno 2020, passa di mano a 19.605,97 punti, +0,65% sul dato precedente.

Avvio di seduta all’insegna degli acquisti anche per il Dax (+0,64%), per il Ftse100 (+0,39%), per il Cac40 (+0,63%) e per l’Ibex (+0,71%).

In apertura di seduta, lo spread con i titoli tedeschi fa registrare un rosso di un punto percentuale portandosi a 174 punti base.

Per quanto riguarda la carta italiana, il premier Giuseppe Conte nel corso di un’intervista non ha escluso la possibilità di valutare la questione dei bond irredimibili (Bond irredimibili: cosa sono e come funzionano le obbligazioni perpetue?).

Nel comparto bancario Intesa Sanpaolo guadagna lo 0,52% dopo la diffusione di una nota in cui si dice ottimista sull’ottenimento del via libera della Consob all’offerta per Ubi Banca (+0,99%).

“Tenuto conto dei tempi previsti dalla normativa vigente per completare l’istruttoria sul prospetto informativo, Intesa Sanpaolo confida che il nulla osta alla pubblicazione del Documento di Offerta possa essere rilasciato dalla Consob nel corso della corrente settimana”, si legge nel comunicato della banca guidata da Carlo Messina.

Attenzione a Buzzi Unicem (+3,07%), su cui Société Générale ha avviato la copertura con la raccomandazione “buy”, ed Autogrill (+1,58%) che, a causa delle difficoltà innescate dalla pandemia, ha siglato accordi con le banche per sospendere la verifica dei parametri finanziari.

Andamento positivo delle Borse asiatiche

Seduta all’insegna dello shopping anche per i listini asiatici: ad Hong Kong l’indice Hang Seng segna un +1,49%, il TSE China A50 quota in rialzo dello 0,18% ed il Nikkei ha chiuso con un incremento di mezzo punto percentuale. L’indice australiano, lo S&P/ASX 200, ha invece terminato di poco sopra la parità (+0,17%).

Wall Street: Nasdaq a un passo dal record

Come accennato, i big dell’hi-tech hanno spinto il Nasdaq permettendogli di chiudere a 10.056,48 punti, +1,11% rispetto al dato precedente. In particolare, segnaliamo il +3,59% di Paypal, il +3,16% di Netflix, il +2,87% di Invidia e il +2,78% di Microsoft.

Per quanto riguarda gli altri indici, il Dow Jones ha terminato la prima seduta dell’ottava con +0,59% e lo S&P500 ha chiuso con un +0,65%.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories