Boeing: ipotesi reale del primo 797 con un solo pilota

Boeing prospetta l’idea di costruire un nuovo modello di 797 che possa essere guidato anche da un solo pilota: fantascienza o realtà? L’annuncio si attende a metà del mese di giugno.

Boeing: ipotesi reale del primo 797 con un solo pilota

Il Paris Air Show che si terrà il 23 giugno, è l’evento più importante per quanto concerne l’aeronautica civile. Voci di corridoio, verificate dagli analisti di Jefferies, sembrano annunciare la possibilità della Boeing di presentare un nuovo modello di aereo che rivoluzionerà il settore. Per alcuni è solo un’ipotesi, per altri è un modo per la compagnia americana di uscire dalla situazione difficile degli ultimi mesi.

Le idee innovative della Boeing: come allontanare l’ombra del 737 max

Un modello con dei difetti come il 737 max non ha minimamente intaccato la forza economica della Boeing. Anche se si prospettano possibili cause per milioni di dollari da parte delle compagnie aeree che l’avevano acquistato, la Boeing continua a pensare al futuro con il nuovo modello di aereo di media stazza 797.
I rumors sono nati da un’indagine effettuata dagli analisti di Jefferies i quali, interrogando i dirigenti di compagnie aere e di leasing per l’eventuale acquisto di nuovi aerei, hanno riscontrato che si vociferava che la Boeing stesse ideando un nuovo modello che potesse portare una cabina di pilotaggio singola.

La rivoluzione del sistema: una realtà possibile?

Ciò che non tutti sanno è che esperimenti del genere sono stati già effettuati in passato, ma messi da parte dato che non si è riuscito a ridurre il numero dei comandi che devono essere posti sotto controllo in un aereo civile.
Ma questo non sembra fermare i progettisti della Boeing. L’idea è quella di utilizzare tutte le nuove tecnologie di automazione in modo da permettere a un solo individuo di avere un controllo diretto sull’aereo mentre il secondo pilota sarà presente ma a terra, in modo da poter svolgere compiti di controllo su più veivoli in contemporanea.
L’idea è qualcosa che sembra fattibile. Il vicepresidente della Boeing Research and Technology, Charles Toups ha sottolineato come l’intenzione sia quella di utilizzare questo modello di aereo a singolo pilota prima per le attività cargo e poi per quello passeggeri.
Il nuovo aereo dovrebbe servire le rotte transatlantiche più piccole oltre a quelle interne contendendo un numero di posti tra i 200 e i 250.

Il problema psicologico: la sicurezza di volare con un solo pilota

Le prospettive sembrano esserci, ma i tempi saranno piuttosto lunghi. Infatti il più grande problema che sorge nel momento in cui si ipotizza la costruzione di un aereo che porti una cabina di pilotaggio singola è quello di convincere la gente che sia sicuro. Per questo ci vorranno una decina d’anni per far abituare le persone. Ma se ci si domanda se questa sia solo una campagna propagandistica e un’ipotesi lontana da parte della Boeing, la realtà invece è molto concreta.
Infatti ridurre sui voli di linea il numero dei piloti, implicherebbe un risparmio di milioni di euro per le compagnie, rendendo quindi il nuovo progetto della Boeing qualcosa di molto ambito per il settore dell’aeronautica.

Iscriviti alla newsletter Notizie e Approfondimenti

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.