Licenziamento

Il licenziamento è un provvedimento con cui il datore di lavoro pone fine ad un rapporto lavorativo ed è individuato come un istituto del diritto del lavoro.

Con il licenziamento, dunque, il datore di lavoro può decidere di interrompere un rapporto di lavoro con un suo dipendente, ma la legge disciplina diverse tipologie di licenziamento giustificate dal verificarsi di terminate circostanze.

Infatti, il datore di lavoro, in base alle condizioni che si verificano è tenuto ad applicare una determinata fattispecie di licenziamento che dispone per il caso specifico, ricordando che in Italia sono previsti due tipi di licenziamento: collettivo ed individuale.

Di seguito riportiamo le diverse fattispecie di licenziamento individuale:

Licenziamento, ultimi articoli su Money.it

Blocco licenziamenti: proroga nel decreto Ristori. Cosa succede dopo?

Pubblicato il 29 ottobre 2020 alle 09:26

Blocco licenziamenti: confermata la proroga fino al 31 gennaio 2021 con il decreto Ristori perché la misura è legata alla cassa integrazione. Ma dopo cosa succede? Ieri l’incontro del governo con i sindacati per discutere la questione, ma senza esito.

|