Licenziamento per giusta causa

Il licenziamento per giusta causa si verifica col sopraggiungere di una causa che non permette la prosecuzione, anche provvisoria, del rapporto di lavoro e che pregiudica il vincolo fiduciario tra datore e lavoratore, reo di gravi inadempienze (la maggiore e minore entità dell’inadempienza è alla base della differenza tra la giusta causa e il giustificato motivo soggettivo).

Licenziamento per giusta causa, ultimi articoli su Money.it

Come contestare la lettera di licenziamento

Pubblicato il 30 ottobre 2019 alle 17:43

Come contestare la lettera di licenziamento? Quali sono i termini entro i quali è possibile impugnare la lettera? È necessario seguire un iter ben preciso? Ecco cosa devi sapere

Usare il telefono al lavoro: è possibile il licenziamento?

Pubblicato il 30 settembre 2019 alle 14:12

Si può usare il telefono personale sul posto di lavoro o può motivare il licenziamento per giusta causa? Vediamo i chiarimenti della Corte di Cassazione su divieto e sequestro del cellulare.

Si può licenziare durante l’apprendistato?

Pubblicato il 25 settembre 2019 alle 17:07

Il licenziamento durante il periodo di apprendistato è possibile, ma è soggetto a regole differenti rispetto a quanto previsto per il contratto a tempo indeterminato. Qui tutte le informazioni a riguardo.

Come comunicare il licenziamento

Pubblicato il 20 ottobre 2018 alle 18:29

Licenziamento per giustificato motivo oggettivo e soggettivo, aziende piccole e grandi: come comunicare il recesso dal rapporto di lavoro.

Licenziamento per giusta causa

Pubblicato il 21 settembre 2018 alle 16:30

Guida al licenziamento per giusta causa: quali sono i motivi che giustificano la risoluzione del contratto e cosa cambia per il preavviso e il diritto alla Naspi.

Esempi di licenziamento per giusta causa

Pubblicato il 21 settembre 2018 alle 10:37

Quando si può parlare di licenziamento per giusta causa? Ecco alcuni esempi di comportamenti e inadempienze che giustificano la risoluzione del rapporto di lavoro.

|