Federal Reserve

Mercati in correzione: bisogna avere paura?

La guerra sui dazi è sì causa di uno storno in atto ma non è un fattore talmente preponderante da indurre l’inversione del trend positivo di lungo periodo delle borse.

Forex: quali cambi guardare per operare questa settimana

Valute anglosassoni sotto la lente questa settimana: martedì e mercoledì mattina si riuniscono le Banche centrali di Australia e Nuova Zelanda, mentre venerdì giornata intensa per Dollaro Usa e sterlina con il Pil del Regno Unito e l’inflazione della prima economia. Diversi esponenti della Fed terranno importanti discorsi nel corso della settimana

Mercati post Fed: l’oro risente delle decisioni di Powell

La Banca centrale Usa ieri sera ha lasciato il costo del denaro invariato, nonostante le sollecitazioni di Trump che auspicava ad un taglio dei tassi di interesse dell’1% ed un ripristino del programma di QE. Le quotazioni dell’oro, intanto, ne risentono

Trump attacca la Fed: non ha fatto bene il suo lavoro

In mancanza delle strette monetarie della Fed, l’economia e Wall Street starebbero decisamente meglio. Questo il succo del nuovo attacco del n.1 della Casa bianca all’operato della banca centrale statunitense.

Borse: i tre fattori che sosterranno il rialzo

Il rinnovato atteggiamento degli istituti centrali, gli accordi Usa-Cina in dirittura d’arrivo e il posticipo della Brexit ad ottobre sono fattori positivi che potranno contribuire ad una prosecuzione del rialzo delle Borse. L’unico rischio all’orizzonte potrebbe essere quello dell’inizio di un conflitto commerciale tra Usa ed Europa