Datore di lavoro

Il datore di lavoro è una delle parti del contratto di lavoro dipendente; è colui il quale ha alle proprie dipendenze un lavoratore subordinato.

Il datore di lavoro non è per forza una persona fisica, anzi nella maggior parte dei casi sono datori di lavoro le personalità giuridiche come imprese, società ed enti pubblici.

Ce ne sono poi altri collocati al di fuori dall’attività di impresa; ad esempio nell’ambito del lavoro domestico è datore di lavoro è la persona, o la famiglia, che assume alle proprie dipendenze una colf, oppure una baby sitter.

I poteri in capo al datore di lavoro sono:

  • direttivi;
  • vigilanza;
  • disciplinari.

Il datore di lavoro però deve sottostare anche a degli obblighi:

  • corrispondere la retribuzione, con relativi accessori, provvedendo agli obblighi previdenziali e assistenziali;
  • garantire il rispetto delle norme della sicurezza sul lavoro;
  • tutelare la privacy del lavoratore;
  • informare il lavoratore dipendente degli aspetti fondamentali del contratto, come mansione, orario di lavoro, ferie e periodo di paga.

Datore di lavoro, ultimi articoli su Money.it

Esonero contributi decreto Ristori: ecco a chi spetta

Pubblicato il 29 ottobre 2020 alle 10:37

Esonero dei contributi con il decreto Ristori differenziato e per alcuni datori di lavoro per il mese di novembre. Prevista anche la semplice sospensione. Vediamo a chi spetta.

Si possono leggere le email dei dipendenti?

Pubblicato il 28 settembre 2020 alle 11:47

Il datore di lavoro può controllare le email nella casella di posta del dipendente, ci sono però delle condizioni da rispettare: ecco cosa dice la legge sui controlli aziendali.

Il dipendente può rifiutare lo smart working?

Pubblicato il 25 settembre 2020 alle 12:02

Che succede se il dipendente rifiuta di lavorare in smart working? È un suo diritto oppure è obbligato a lavorare da casa? Cosa prevede la legge.

Si può licenziare un dipendente in malattia?

Pubblicato il 31 luglio 2020 alle 12:54

Licenziare un dipendente durante la malattia in linea di massima è vietato, a meno che non ricorrano alcune condizioni. Ecco quando si può licenziare e cosa può fare il dipendente.

|