Borsa Milano Oggi, 30 settembre 2020: energetici in spolvero a Piazza Affari

La Borsa di Milano oggi, 30 settembre 2020, ha chiuso la seduta (ed il mese) di poco sotto la parità sostenuta dai segni più nel comparto energetico e dalla buona intonazione dei bancari. Spread stabile.

Borsa Milano Oggi, 30 settembre 2020: energetici in spolvero a Piazza Affari

La Borsa di Milano oggi, 30 settembre 2020, ha chiuso il mese di settembre di poco sotto la parità.

Dopo le indicazioni arrivate dal primo match Trump-Biden, il confronto è stato caratterizzato dalle accuse e dagli attacchi tra i due contendenti (e quello di un Paese spaccato a metà in caso di esito incerto rappresenta lo scenario maggiormente avversato dagli operatori), l’umore delle borse mondiali è migliorato grazie alle dichiarazioni di Steve Mnuchin.

Nel corso di un’intervista, il segretario al Tesoro statunitense si è detto «ottimista» sulla possibilità di raggiungere un accordo su nuovi stimoli fiscali.

In corrispondenza della chiusura degli scambi in Europa, l’eurodollaro quota piatto a 1,17433 mentre, tra le commodity, un barile di Brent con consegna dicembre passa di mano a 42 dollari, +1% rispetto al dato precedente.

A favorire la risalita dei prezzi del greggio è stato l’aggiornamento relativo le scorte di petrolio negli Stati Uniti, scese nell’ultima settimana di 2 milioni di barili (contro il rialzo di 1 milione stimato dagli analisti).

Borsa Milano Oggi, aggiornamento ore 17:40: Piazza Affari, energetici in rally

Al termine della seduta di oggi, il Ftse Mib si è fermato a 19.015,27 punti, -0,24% rispetto al dato precedente, mentre lo spread Italia-Germania si è confermato a 140 punti base.

A spingere il paniere principale di Piazza Affari è il comparto energetico, dove si registra il +4,93% di Saipem, il +3,15% di Tenaris ed il +0,34% di Eni.

Segno meno invece per Atlantia (-1,32%) che in una lettera, inviata in risposta a quella arrivata dal governo, ha rimarcato la disponibilità alla cessione della quota in Autostrade per l’Italia a condizioni che rispettino “gli stakeholder di Atlantia e di Aspi”.

Sul completo, focus su Massimo Zanetti BG (+29,17%) dopo che MZB Holding ha annunciato un’Opa con un premio del 30% destinata al delisting della società.

Giornata positiva anche per Iren (+0,55%) in scia dell’annuncio del piano industriale al 2025.

Piazza Affari, aggiornamento ore 13: Piazza Affari, rally di Saipem

A metà seduta il Ftse Mib perde lo 0,28% (19.007,56 punti), il Cac40 arretra dello 0,38% ed il Dax lo 0,36%.

A sostenere il paniere principale di Piazza Affari è il comparto energetico, dove si registra il +4,2% di Saipem, il +2,35% di Tenaris ed il +0,6% di Eni).

Giornata positiva anche per Iren (+1,65%) dopo l’annuncio del piano industriale al 2025 mentre a penalizzare STMicroelectronics (-1,07%) ci stanno pensando i numeri diffusi dalla statunitense Micron Technology.

Future Wall Street: in arrivo altra seduta di debolezza

La seduta di oggi a Wall Street dovrebbe aprirsi in linea con la chiusura di ieri: a due ore e mezza dell’avvio delle contrattazioni, il derivato sul Dow Jones registra un -0,47%, quello sullo S&P500 perde lo 0,35% e il future sul Nasdaq segna un -0,46%.

Piazza Affari, aggiornamento ore 9:25: Ftse Mib, energetici in evidenza

A Milano l’indice delle blue chip, il Ftse Mib, nei primi scambi della seduta odierna, 30 settembre 2020, si attesta a 18.988,78 punti, -0,38% rispetto al dato precedente, mentre lo spread Italia-Germania è stabile a 140 punti base.

Avvio di contrattazioni in negativo anche per il Cac40 (-0,62%), per il Dax (-0,55%) e parità per il Ftse100 (+0,07%).

A Piazza Affari, riflettori puntati su Atlantia (-0,81%) che in una lettera, inviata in risposta a quella arrivata dal governo, ha rimarcato la disponibilità alla cessione della quota in Autostrade per l’Italia a condizioni che rispettino “gli stakeholder di Atlantia e di Aspi”.

Nei primi scambi, lettera anche su STMicroelectronics (-1,56%) e Pirelli (-1,07%) mentre forti rialzi sono registrati tra i titoli del comparto energetico (+2,32% di Saipem, +1,89% di Tenaris e +0,8% di Eni).

Sul completo, focus su Massimo Zanetti BG (+29,17%) dopo che MZB Holding ha annunciato un’Opa con un premio del 30% destinata al delisting della società.

Seduta negativa per le borse asiatiche

Seduta con il segno più per l’indice Hang Seng (+0,9%) e per il TSE China A50 (+0,13%) mentre il Nikkei 225 ha terminato con un -1,5%.

Lettera per l’australiano S&P/ASX 200, in contrazione del 2,29%.

Wall Street chiude sotto la parità

Nella seduta di ieri, il Dow Jones e lo S&P500 hanno terminato la seduta con un -0,48% mentre il Nasdaq ha chiuso con un -0,29%.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories
SONDAGGIO