Aumento IVA per bar, ristoranti o alberghi? I chiarimenti del MEF

Nessun aumento IVA per bar, ristoranti e alberghi: il MEF si sta concentrando sulla riforma fiscale e sul taglio delle aliquote IRPEF. Il comunicato stampa del MEF n. 30 del 14 gennaio specifica che potrebbero esserci solo rimodulazioni dell’aliquota, come nel caso degli assorbenti compostabili.

Aumento IVA per bar, ristoranti o alberghi? I chiarimenti del MEF

Nessun aumento dell’IVA previsto per bar, ristoranti o alberghi: il Ministero dell’Economia prende posizione e comunica che sta incentrando il proprio lavoro sulla riforma fiscale.

Questo in sintesi il contenuto del comunicato numero 30 del 14 febbraio: il MEF ribadisce che non c’è nessun rincaro dell’IVA in arrivo.

La riforma fiscale, conferma il MEF, è incentrata sull’IRPEF, così come ha confermato anche il Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri durante un suo intervento televisivo.

Intervistato da La7, il Ministro Gualtieri ha smentito le ipotesi di un aumento IVA per finanziare il taglio dell’IRPEF, che in questo momento è l’obiettivo principale da raggiugere.

Potrebbero esserci degli “interventi minori” sull’IVA, nel senso di rimodulazione dell’aliquota, proprio com’è avvenuto nel caso della tampon tax.

Il MEF lavora sulla riforma fiscale: nessun aumento IVA per bar, ristoranti o alberghi

Il Ministero dell’Economia prende posizione col comunicato stampa n. 30 pubblicato il 14 febbraio: nessun aumento IVA in previsione.

Il Governo attualmente si sta concentrando sulla riforma dell’IRPEF, di cui un primo assaggio c’è stato con il taglio al cuneo fiscale e la riformulazione del bonus Renzi.

La necessità di una riforma fiscale è avvertita da tutti i contribuenti, imprese, pensionati e lavoratori dipendenti, che lamentano ormai da anni il peso di un sistema eccessivamente severo ed iniquo.

È su questo che si sta concentrando il Governo, fa sapere il comunicato del MEF:

“il Ministero dell’Economia e delle Finanze ribadisce che, come ha affermato chiaramente il ministro Roberto Gualtieri in un suo recente intervento televisivo, l’esecutivo intende incentrare la riforma fiscale sull’Irpef e di conseguenza non sta lavorando sull’Iva.”

CS MEF n. 30 del 14 febbraio 2020
Nessun aumento Iva per bar, ristoranti o alberghi allo studio

Nessun aumento IVA per bar, ristoranti o alberghi: i chiarimenti del MEF

Il comunicato stampa del MEF continua ribadendo l’impegno che il Governo che preso nel disinnescare tutte le restanti clausole di salvaguardia, in modo che la stangata dell’aumento dell’IVA non arrivi nel 2021.

Naturalmente, il Governo non esclude la possibilità di rimodulare le aliquote IVA, così come è successo nel caso degli assorbenti compostabili, tassati al 5% e non più al 22%.

Si tratterebbe in ogni caso, specifica il MEF, di “interventi minori”.

Salvi, insomma, bar, alberghi e ristoranti: non ci sarà nessun aumento dell’IVA.

Iscriviti alla newsletter Fisco e Tasse per ricevere le news su Fisco e Tasse

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.