Super ammortamento anche per i contribuenti minimi

Il super ammortamento introdotto dalla Legge di Stabilità 2016 potrà essere utilizzato anche dai contribuenti titolari di partita IVA nel regime dei minimi. Escluso il regime forfetario.

Super ammortamento anche per i contribuenti minimi

Anche i contribuenti titolari di partita IVA nel regime dei minimi potranno utilizzare l’agevolazione fiscale del super ammortamento 2016.
La Legge di Stabilità 2016 prevede, infatti, la possibilità di incrementare del 40% il costo fiscale dei beni strumentali acquistati, in proprietà o attraverso un leasing, dagli imprenditori e dagli esercenti arti e professioni.

Ecco l’analisi del super ammortamento applicato al regime dei contribuenti minimi.

Regime dei contribuenti minimi: ambito di applicazione del super ammortamento

Secondo quanto previsto dalla Legge di Stabilità 2016, il super ammortamento può essere applicato con riferimento alle imposte sui redditi, includendo nella fattispecie l’imposta sostitutiva che grava sui contribuenti che operano col regime dei minimi.
L’agevolazione fiscale del super ammortamento opera con esclusivo riferimento alle quote di ammortamento e ai canoni di locazione finanziaria.

Ecco le categorie di beni agevolati:

  • beni strumentali al core business aziendale, quindi attrezzature, impianti, ecc, necessari per lo svolgimento dell’attività imprenditoriale considerata;
  • beni nuovi, ovvero acquistati dall’azienda nel periodo temporale previsto dalla normativa sul super ammortamento.

Per effetto di questa previsione, sono inclusi nell’agevolazione fiscale del super ammortamento i beni di largo consumo come i computer e gli autoveicoli (per approfondimenti sulle agevolazioni fiscali per questi ultimi vedi: Super ammortamento auto: ecco cosa prevede la Legge di Stabilità 2016).
Sono esclusi, invece, tutti quei beni strumentali per i quali il decreto ministeriale 31 dicembre 1988 prevede un coefficiente di ammortamento inferiore al 6,5%.

Super ammortamento: tra i destinatari anche i contribuenti minimi

Il super ammortamento potrà essere applicato anche ai contribuenti che operano col regime dei contribuenti minimi.
La Legge di Stabilità 2016, infatti, non prevede distinzioni legate alla forma giuridica, alle dimensioni o al settore in cui il contribuente considerato opera.
Per il regime dei contribuenti minimi la particolarità consiste nel fatto che il costo del bene strumentale (cespite) considerato concorre per intero alla formazione del reddito relativo al periodo d’imposta.

Niente agevolazioni fiscali sui beni strumentali per il regime forfetario

L’agevolazione fiscale del super ammortamento, operante per il regime dei contribuenti minimi, non potrà essere applicato al nuovo regime forfetario 2016.
Ciò in quanto i contribuenti operanti col nuovo regime non deducono quote di ammortamento o canoni di leasing, determinando le imposte da pagare mediante l’applicazione di un coefficiente prestabilito sul fatturato.

Per maggiori approfondimenti sul super ammortamento 2016 vedi:

Ammortamento 140%, ecco come si applica. La guida completa

Iscriviti alla newsletter "Fisco"

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.