Pensione anticipata a 63 anni: quali possibilità ci sono per invalido?

Per un invalido civile ci sono diverse possibilità di anticipare il pensionamento, vediamo quali sono nel caso della nostra lettrice.

Pensione anticipata a 63 anni: quali possibilità ci sono per invalido?

La normativa vigente offre diverse possibilità di pensionamento anticipato agli invalidi civili soprattutto se la percentuale di invalidità e abbastanza alta da farli rientrare in determinate misure previdenziali.

Rispondiamo ad un lettore di Money.it che ci scrive:

“Buongiorno sono nato il 8,11,1957 compio 63 anni tra un mese per la precisione il8, di novembre del 2020 ho 31 anni di contributi un invalidità del 100 per cento che possibilità ho di andare in pensione sono tuttora a lavoro che cosa devo fare per chiedere la pensione anticipata grazie buongiorno”

Pensione anticipata a 63 anni

Le possibilità per accedere alla pensione subito nel suo caso sono due. Da una parte l’Ape sociale, dall’altra la pensione di vecchiaia anticipata per invalidi.

La pensione di vecchiaia anticipata permette ai lavoratori con invalidità pari o superiore all’80% di accedere al pensionamento con un minimo di 20 anni di contributi al compimento dei 56 anni se donne e dei 61 anni se uomini.

Può fruire di questa misura, che è una pensione di vecchiaia a tutti gli effetti, solo se è un lavoratore dipendente del settore privato o se è un lavoratore autonomo poiché dalla stessa sono esclusi i lavoratori del pubblico impiego.

L’altra alternativa, come anticipato, è l’Ape sociale che richiede almeno 63 anni di età almeno 30 anni di contributi versati e un’invalidità pari o superiore al 74%.

Unica cosa da prendere in considerazione: l’Ape sociale viene corrisposta per 12 mensilità (non spetta tredicesima, quindi) fino al compimento dei 67 anni. Sempre fino al compimento dei 67 anni, poi, non è possibile fruire neanche degli assegni al nucleo familiare.

Essendo praticamente identico l’importo pensionistico spettante, quindi, le consiglierei, se rientra, di accedere alla quiescenza con la pensione di vecchiaia anticipata che fin da subito le permetterebbe di avere un assegno previdenziale di 13 mensilità l’anno e di percepire eventuali assegni per carichi di famiglia.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Iscriviti alla newsletter

Money Stories