INPS online: come fare accesso, PIN, servizi

Una guida completa al portale INPS online: consigli pratici su come accedere, richiedere il PIN e l’elenco dei servizi.

INPS online: come fare accesso, PIN, servizi

È la prima volta che usate il portale INPS online e non sapete da dove iniziare? Vi state domandando come si effettua l’accesso o avete bisogno di richiedere il PIN? Oppure volete semplicemente conoscere quali sono i servizi che il sito dell’Istituto previdenziale italiano mette a disposizione del cittadino, così da sapere cosa è possibile fare e cosa no? Con la nostra guida cercheremo di rispondere a tutte le vostre domande.

Con il termine INPS online ci si riferisce al sito ufficiale dell’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale, diretto da marzo 2019 dall’economista italiano Pasquale Tridico.

Gli utenti a cui si rivolge appartengono a molteplici categorie. Si va dalla famiglia ai pensionati, dai lavoratori ai disoccupati, dai medici e le ASL alle persone con invalidità e disabilità, oltre alle aziende, banche e intermediari finanziari.

Chi si interfaccia per la prima volta con il sito dell’INPS può incontrare alcune difficoltà oggettive all’inizio, in particolare se in precedenza non ha ricevuto le proverbiali “istruzioni per l’uso”.

Conclusa la lettura della guida, sarete in grado di accedere ai servizi online dell’INPS.

Come accedere a INPS online

L’accesso ai servizi online del sito INPS può essere eseguito tramite PIN, SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) o CNS (Carta Nazionale dei Servizi). Dal 22 gennaio è possibile accedere anche con la CIE (Carta di Identità Elettronica).

Spiegheremo come richiedere il PIN per accedere agli strumenti proposti dall’INPS in un capitolo a parte.

Ci concentreremo ora sulla richiesta delle credenziali SPID e, come ultima alternativa, della carta CNS.

SPID

Le credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) permettono ai cittadini di avere libero accesso a tutti i servizi online della Pubblica Amministrazione, incluso il sito online Inps.

Per richiedere lo SPID occorre prima di tutto essere maggiorenni. In aggiunta, è necessario avere un documento di identità valido, la tessera sanitaria con il codice fiscale, un numero di telefono cellulare e un indirizzo email.

Durante la fase di registrazione, il sistema chiederà di fotografarli e allegare i file multimediale al form della domanda.

A questo punto, bisogna inoltrare la richiesta delle credenziali SPID a uno degli otto Identity provider presenti nella seguente tabella:

Nome Identity providerLivello di sicurezza
Aruba 3
InfoCert 2
IntesaID 2
Lepida 2
Namirial 2
Poste 3
Sielte 2
Register.it 2
TIM id 2

Terminata la fase di riconoscimento, è sufficiente seguire una semplice proceduta guidata che consente di ottenere le proprie credenziali nel giro di pochi minuti.

Il codice appena ottenuto dovrà ora essere utilizzato per eseguire il login a INPS online.

Prima di tutto ci si collega a questa pagina, quindi si sceglie come modalità di autenticazione la voce SPID e si clicca sul bottone Entra con SPID.

Nel menu a tendina che si apre, scegliere l’Identity provider selezionato in precedenza, quindi inserire le credenziali.

CNS

In alternativa al PIN e al Sistema Pubblico di Identità Digitale, l’accesso al sito dell’INPS è reso possibile attraverso l’autenticazione con la Carta Nazionale dei Servizi (CNS). Si tratta di una smart card o una chiavetta USB contenente il certificato digitale di autenticazione personale. Di fatto può sostituire la Carta d’Identità Elettronica (CIE), come spiegato dall’Agenzia per l’Italia Digitale.

I cittadini in possesso della CNS possono accedere agli strumenti disponibili in rete della Pubblica Amministrazione, tra cui i servizi INPS online.

Per effettuare il login al portale dell’INPS tramite la Carta Nazionale dei Servizi è necessario accedere a questo indirizzo, quindi selezionare la voce CNS.

Arrivati a questo punto, inserire la CNS nella porta USB o nel lettore di smart card, cliccare poi sul bottone Procedi e scegliere il certificato di autenticazione segnalato dalla carta. Non resta quindi che pigiare sul tasto OK e infine inserire il PIN assegnato alla CNS dall’ente che ha rilasciato la carta.

CIE

Per accedere ai servizi online dell’INPS dal 22 gennaio si può utilizzare anche la CIE ovvero Carta d’Identità elettronica. L’Istituto con il messaggio n.227 ha comunicato che la Carta d’Identità elettronica 3.0 sarà una modalità riconosciuta di accesso all’area riservata insieme a PIN, SPID e CNS.

Per poter accedere ai servizi INPS con la CIE però è importante essere dotati di uno strumento elettronico che supporti il servizio. Per accedere con CIE ai servizi INPS, oltre a essere in possesso della stessa, bisogna seguire questi passaggi:

  • avere un computer dotato di lettore RFID (collegato tramite interfaccia USB) oppure uno smartphone con sistema operativo Android e interfaccia NFC;
  • installare sul proprio computer o smartphone il software sul sito del ministero dell’Interno, qui bisogna scegliere Software CIE per accesso da computer e Cie ID per accesso da smartphone.

Una volta scaricato il software bisogna:

  • appoggiare o avvicinare la CIE al lettore smart card o allo smartphone;
  • andare sulla pagina dell’INPS e selezionare CIE e poi in fondo alla pagina a destra «Entra con CIE»;
  • a questo punto si viene indirizzati al sito del Ministero dell’Interno dove si può effettuare l’autenticazione con la CIE;
  • al termine si viene automaticamente indirizzati al servizio INPS richiesto.

Come richiedere PIN INPS online

Il PIN è il codice identificativo personale che permette agli utenti di accedere ai servizi per il cittadino di INPS online.

Per richiedere il codice PIN ci si può rivolgere direttamente a una sede fisica dell’Istituto previdenziale, al Contact Center oppure online.

Recandosi presso un ufficio INPS del proprio comune di residenza, verrà rilasciato il PIN dispositivo. Invece, scegliendo di contattare il Contact Center al numero verde 803 164, l’utente avrà a disposizione il PIN ordinario.

Qual è la differenza tra i due PIN?

  • PIN ordinario: permette soltanto di consultare i dati della propria posizione contributiva o della pensione
  • PIN dispositivo: oltre alla consultazione dei dati, tale codice consente di richiedere eventuali benefici e prestazioni di cui si ha diritto

Qualora si sia in possesso del semplice PIN ordinario, si può sempre decidere di convertirlo in PIN dispositivo presentandosi presso una sede INPS e compilando il modulo MV35 oppure tramite una procedura online attivabile da questo indirizzo.

Una volta che ci si è autenticati utilizzando il PIN ordinario, occorre firmare il modulo di richiesta e allegare un documento di riconoscimento in corso di validità. Entrambi dovranno poi essere caricati online.

Importante: il PIN scade dopo sei mesi. Per rinnovarlo è sufficiente seguire la procedura guidata che si attiva in automatico sul portale dell’INPS una volta che il codice identificativo personale è scaduto.

Vediamo adesso nel dettaglio come richiedere il PIN online per accedere ai servizi dell’INPS.

Procedura online

La procedura online di richiesta del PIN per usufruire dei servizi del sito INPS dura pochi minuti. L’utente ha l’obbligo di inserire il codice fiscale, i dati anagrafici (incluso l’indirizzo della residenza attuale), un numero di telefono e il domicilio presso cui ricevere il PIN.

Per avviare la domanda occorre collegarsi a questo link.

Il primo passaggio da completare è l’inserimento del codice fiscale, quindi selezionare la residenza (italiana o estera) e proseguire cliccando sul tasto Avanti.

Nella schermata successiva bisogna riempire i campi delle sezioni Dati anagrafici, Dati residenza e Recapiti personali. Inoltre, è necessario indicare l’orario di preferenza per ricevere la seconda parte del PIN al proprio domicilio.

Pigiare quindi sul tasto Avanti per completare la procedura.

Nota: la prima parte del PIN (8 caratteri) viene spedita via SMS o tramite posta elettronica al termine della procedura telematica. I restanti 8 (il codice PIN ha in totale 16 caratteri) vengono ricevuti via posta all’indirizzo fisico indicato al momento della richiesta. Tale PIN serve unicamente per il primo accesso. Sarà poi il sistema a guidare gli utenti per la generazione di un nuovo PIN da 8 caratteri.

Servizi INPS online

I servizi online del sito INPS a cui possono accedere gli utenti con PIN sono:

  • stato di una pratica o di una domanda
  • fascicolo previdenziale del cittadino
  • domande per prestazioni a sostegno del reddito
  • accesso ai servizi Agenzia delle Entrate-Riscossione
  • accesso ai servizi Agenzia delle Entrate - 730 compilato
  • consultazione certificato di gravidanza / interruzione
  • la mia pensione futura
  • DIS-COLL: consultazione domande
  • DIS-COLL: invio domanda
  • DIS-COLL-COM: invio comunicazione
  • disoccupazione lavoratori rimpatriati in Italia: consultazione domande
  • disoccupazione lavoratori rimpatriati in Italia: invio domanda
  • domanda di prestazioni pensionistiche
  • gestione fondi Gruppo Poste Italiane
  • portale dei pagamenti
  • punti pagamento reti amiche
  • riscatto periodi contributivi

L’elenco dei servizi e il form per accedervi tramite PIN è disponibile a questo indirizzo.

Descriviamo ora nel dettaglio i servizi più richiesti dai cittadini che accedono al sito dell’INPS.

Fascicolo previdenziale del cittadino

Il fascicolo previdenziale del cittadino consente di:

Per accedere al fascicolo previdenziale del cittadino cliccare su questo link.

Domande per prestazioni a sostegno del reddito

Tramite la sezione Domande per prestazioni a sostegno del reddito del sito online dell’INPS si possono richiedere:

  • NASpI (Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego)
  • assegni familiari
  • indennità per permessi fruiti dai lavoratori per assistere familiari disabili o da lavoratori con disabilità
  • indennità economica per malattia e degenza ospedaliera
  • mobilità in deroga
  • nuovo Reddito di Attivazione
  • trattamento speciale di disoccupazione

Il servizio dedicato all’invio delle domande per le prestazioni qui sopra elencate è accessibile a questo indirizzo.

Agenzia delle Entrate-Riscossione

L’Agenzia delle Entrate-Riscossione consente di verificare ed eventualmente gestire la propria situazione debitoria. Dal 1° luglio 2017 ha sostituito in toto nelle sue funzioni Equitalia.

Cliccare qui per usufruire del servizio.

Agenzia delle Entrate - 730 compilato

Tra i servizi online per il cittadino usufruibili direttamente dal sito INPS compare anche quello dedicato al modello 730 compilato.

Occorre effettuare l’accesso tramite PIN, SPID o CNS dal portale, quindi si viene reindirizzati al sito dell’Agenzia delle Entrate.

L’autenticazione può essere effettuata da qui.

La mia pensione futura

La mia pensione futura è il servizio che consente di conoscere l’importo dell’assegno previdenziale una volta terminata la carriera lavorativa.

La simulazione viene effettuata in base alla retribuzione, l’età e la carriera contributiva.

Chi è interessato, può accedere al servizio tramite questo link.

Domanda di prestazioni pensionistiche

L’area Domanda di prestazioni pensionistiche permette ai lavoratori di inoltrare la domanda di pensionamento. Sono due le sezioni principali:

L’accesso al servizio è disponibile a questa pagina.

Conclusioni

Il nostro approfondimento sul sito INPS online termina qui. Prima di lasciarci, vi invitiamo alla lettura della guida completa sul reddito di cittadinanza.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su INPS

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories