Carta d’identità elettronica: costo, documenti e come richiederla

Carta d’identità elettronica in tutt’Italia entro il 2018: ecco il costo, quali documenti serviranno e come fare per richiederla.

Carta d'identità elettronica: costo, documenti e come richiederla

Entro il 2018 in tutti i comuni dovrebbe essere possibile richiedere la carta d’identità elettronica.

Ad oggi sono soltanto il 20% i comuni in cui è possibile richiedere la CIA, la nuova card che sostituirà il tradizionale documento cartaceo

A fronte di ritardi e di diverse notizie su disagi per gli utenti, sono sempre in più i cittadini ad essere incuriositi e a chiedersi quanto costa richiedere la carta d’identità elettronica, se sarà obbligatoria e qual è la procedura da seguire.

In virtù del processo di digitalizzazione della Pubblica Amministrazione, sono già diversi i comuni che hanno dato avvio alla trasformazione del documento d’identità da cartaceo ad elettronico ed il 2018 l’anno in cui è prevista la sua introduzione in tutta Italia.

La vecchia e cara carta d’identità cartacea non potrà più essere emessa ma quelle in corso di validità rimarranno valide fino alla data di scadenza.

Gradualmente, quindi, tutti i comuni italiani avranno l’obbligo di emettere esclusivamente la carta d’identità elettronica.

Inoltre per agevolare il comune nelle operazione di acquisizione dei dati e per venire incontro alle esigenze dei cittadini verrà predisposto un Portale istituzionale all’interno del quale sarà possibile trovare tutte le informazioni utili per presentare domanda di rilascio del nuovo documento d’identità, sullo stato di attivazione del progetto nel proprio territorio e sulle modalità di accesso all’help desk del territorio.

Attraverso il Portale istituzionale della CIE sarà possibile prenotare l’appuntamento con il comune e potrà indicare l’indirizzo presso cui dovrà essere consegnato il nuovo documento digitale.

Come si richiede la carta d’identità elettronica, quale è il costo stabilito per il rilascio del nuovo documento e quali i documenti necessari?

Ecco tutto quello che c’è da sapere: le novità, cos’è la CIE, come richiederla e quanto costa.

Carta d’identità elettronica: costo, documenti e come richiederla

La Carta d’identità elettronica è pronta a sostituire il documento cartaceo. Entro il 2018 in tutti i comuni italiani sarà obbligatorio rilasciare la nuova CIE per nuovi documenti e per i rinnovi.

Anche i cittadini con carta d’identità ancora in corso di validità potranno presentare richiesta per il rilascio del nuovo documento elettronico.

La CIE a differenza della carta d’identità tradizionale è una tessera di forma rettangolare molto simile ad una carta di credito o alla patente. Ma non è soltanto l’aspetto ad essere cambiato: oltre ai dati anagrafici e alla foto in formato digitale, nella Carta d’Identità Elettronica sarà possibile inserire una serie di informazioni in più.

Nello specifico, il nuovo documento d’identità conterrà anche il codice fiscale dell’intestatario, le impronte digitali e gli estremi dell’atto di nascita.

I cittadini che richiederanno il rilascio della CIE potranno inoltre aggiungere alla memoria del microchip elettronico anche la volontà di essere donatore di organi, la propria tessera elettorale e l’abilitazione all’utilizzo dei servizi della Pubblica Amministrazione mediante l’inserimento della propria firma digitale.

L’obiettivo, secondo il piano nazionale di e-government, è quello di trasformare la carta d’identità nello strumento di accesso telematico non solo dei servizi del proprio Comune ma di tutta la Pubblica Amministrazione.

Ricordiamo che, nella fase di avvio - iniziata nel mese di luglio scorso e terminata alla fine di ottobre - sono stati interessati al progetto 199 Comuni ovvero quelli già coinvolti nell’emissione della «vecchia» CIE in via sperimentale.

Vediamo come bisognerà procedere per richiedere il rilascio della carta d’identità elettronica, ovvero come e dove richiederla, costo e validità del nuovo documento di riconoscimento.

Come e dove richiedere la CIE

Per richiedere la carta d’identità elettronica il cittadino dovrà presentare richiesta al comune di residenza o di domicilio sia nel caso di primo rilascio che di deterioramento, smarrimento o furto della carta d’identità cartacea.

Il piano di dispiegamento che verrà attuato dal Ministero dell’Interno prevede anche la messa a punto di un Portale Istituzionale della CIE, attraverso il quale sarà possibile prenotare il proprio appuntamento presso la sede del comune ed essere informato sui documenti da presentare e su quando verrà avviato il servizio nel proprio territorio.

Nel momento in cui le postazioni di lavoro saranno operative, il singolo comune (o municipalità) rilascerà il nuovo documento elettronico e non sarà più possibile procedere all’emissione dell’originaria CIE in via sperimentale né della carta d’identità in formato cartaceo se non nei limiti indicati nella circolare n. 11/2016.

Accedendo al sito internet www.cartaidentita.interno.gov.it è possibile visionare se il proprio Comune ha avviato già il rilascio della nuova Carta d’Identità Elettronica.

In questo modo la carta d’identità verrà recapitata al cittadino presso l’indirizzo da lui indicato entro 6 giorni lavorativi. In questo lasso di tempo l’intestatario potrà utilizzare un documento provvisorio.

Quali documenti devono essere presentati?

Per richiedere il rilascio della carta d’identità elettronica il cittadini dovrà recarsi presso il proprio comune munito di fototessera, in formato cartaceo o elettronico, su un supporto USB: la fototessera dovrà essere dello stesso tipo di quelle utilizzate per il passaporto.

All’atto della richiesta, è consigliabile munirsi di codice fiscale o tessera sanitaria per velocizzare la procedura di registrazione e, per poter ottenere il rilascio della CIE dovranno essere presentati al Comune i seguenti documenti:

  • carta di identità scaduta o in scadenza, da presentare in caso di rinnovo della carta di identità;
  • denuncia di furto o smarrimento resa presso le Autorità competenti, in caso di furto o smarrimento della carta di identità;
  • documento di riconoscimento: passaporto, patente, libretto della pensione con foto, in caso di furto, smarrimento o distruzione della carta d’identità;
  • dichiarazione sostitutiva di atto notorio 2015 attestante il deterioramento della carta d’identità, qualora la richiesta di carta d’identità sia a seguito del deterioramento della carta d’identità stessa;
  • carta di identità deteriorata, in caso di deterioramento della carta di identità;

Nel caso di primo rilascio bisognerà invece esibire all’operatore del comune un altro documento d’identità in corso di validità e se non si è in possesso di alcun documento, bisognerà essere accompagnato da due testimoni.

In sede di rilascio della CIE bisognerà fornire l’indirizzo di contatto per essere avvisato sulla spedizione del documento e indicare le modalità di ritiro del documento: consegna presso l’indirizzo indicato o ritirato in Comune.

Inoltre, al momento dell’acquisizione dei dati per il rilascio della nuova carta d’identità bisognerà procedere con l’acquisizione delle impronte digitali e bisognerà fornire il consenso o il diniego alla donazione degli organi.

Carta d’identità elettronica, quanto costa?

Il costo della carta d’identità elettronica è fissato in 16,79 euro (13,76 euro più IVA all’aliquota vigente) e serve per coprire le spese di gestione gestite dallo Stato, comprese quelle di consegna del documento.

A tali spese vanno aggiunti, poi, i diritti fissi ovvero quello di segreteria applicati dai Comuni che resteranno come loro spettanza. L’importo del predetto corrispettivo, unitamente a diritti fissi e di segreteria, verranno riscossi dai Comuni all’atto della richiesta di emissione della carta d’identità elettronica.

In totale, il costo della Carta d’Identità Elettronica per primo rilascio o rinnovo è di circa 22 euro.

Validità

La validità della carta di identità elettronica varia in base alle fasce d’età di appartenenza del cittadino che presenta richiesta.

Nel dettaglio la validità varia nei seguenti modi e casi:

  • 3 anni per i minori di età inferiore a 3 anni;
  • 5 anni per i minori di età compresa tra i 3 e i 18 anni;
  • 10 anni, ovvero la durata tradizionale del documento d’identità, per i maggiorenni.

Iscriviti alla newsletter "Lavoro" per ricevere le news su Card unica

Argomenti:

Italia Card unica

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.