Dichiarazione dei Redditi 2014:le detrazioni per la casa

Ristrutturazione edilizia, riqualificazione energetica, mobili e grandi elettrodomestici: tutte le spese per la casa da portare in detrazione

Ancora pochi giorni per preparare la dichiarazione dei redditi 2014, relativa all’anno di imposta 2013. Entro il 31 Maggio, infatti, bisognerà presentare il Modello 730 per dichiarare i propri redditi. Tra le più importanti novità della Dichiarazione dei Redditi 2014, sono da tenere in grande considerazione, ai fini della detrazione, le spese sostenute nel 2013, per gli arredi e per la ristrutturazione e il miglioramento della casa. Le consideriamo nel dettaglio, in questo articolo.

Detrazione per mobili ed elettrodomestici
Si tratta di una nuova detrazione, che prevede la deducibilità del 50% delle spese sostenute per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici, purché legati a lavori di ristrutturazione e riqualificazione energetica e facenti parte della classe energetica A+ o di classi superiori. La detrazione del 50% prevede un tetto massimo di 10.000 euro; inoltre bisogna tenere presente che il costo dei mobili non può superare quello dei lavori di ristrutturazione.

Detrazioni per la ristrutturazione edilizia
Anche per quest’anno è possibile detrarre le spese sostenute nel 2013 per la ristrutturazione del proprio immobile con due differenti tipi di agevolazioni: quella del 36% per lavori sostenuti dal 1 gennaio al 25 giugno2013, con un massimo di 48.000 euro e quella del 50% per il periodo che va dal 26 giugno al 31 dicembre 2013, con un massimo di 96.000 euro.

Detrazioni per la riqualificazione energetica
Meglio conosciuta come Ecobonus, è una tipologia di detrazione che permette di detrarre una percentuale delle spese sostenute per la riqualificazione energetica di un edificio dall’Irpef (in caso di persone fisiche) o dall’IRES (in caso di società) nelle seguenti misure: detrazione del 55% per lavori eseguiti fino al 5 Giugno 2013; detrazione del 65% per lavori che vanno dal 6 Giugno al 31 Dicembre 2013.

Quali sono gli interventi di riqualificazione energetica
Si tratta di interventi messi in atto su edifici già esistenti, finalizzati ad aumentare il livello di efficienza energetica degli stessi. Più nello specifico tali interventi riguardano la riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento; il miglioramento termico dell’edificio (quindi l’installazione di nuove coibentazioni, pavimenti e finestre comprensive di infissi); l’installazione di pannelli solari e, infine, la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale.

Detrazioni sull’agente immobiliare
Si possono, infine, portare in detrazione, nella misura del 19%, le spese sostenute per i servizi offerti da un agente o da un’agenzia immobiliare, nel caso in cui si sia acquistata la prima casa. Il tetto massimo per quest’ultimo tipo di detrazione è di 1.000 euro.

Iscriviti alla newsletter Fisco e Tasse

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.