Concorso Ripam: 70 posti al Ministero dello Sviluppo Economico e Presidenza del Consiglio, il bando

Concorsi pubblici 2020: sono disponibili 70 posti per funzionari non dirigenziali al Ministero dello Sviluppo Economico e alla Presidenza del Consiglio dei Ministri. I profili professionali, requisiti e prove d’esame, come presentare domanda e scadenza del bando.

Concorso Ripam: 70 posti al Ministero dello Sviluppo Economico e Presidenza del Consiglio, il bando

Nella Gazzetta Ufficiale n.59 del 31 luglio 2020, si legge di un concorso pubblico, per titoli ed esami, indetto dalla Commissione per l’attuazione del progetto RIPAM, mirato all’assunzione di 70 unità di personale non dirigenziale, con contratto a tempo pieno e indeterminato, di cui 60 di Area III, posizione retributiva F1, destinate al Ministero dello Sviluppo Economico. Gli altri 10, invece, di categoria A, parametro retributivo F1, da inquadrare per la copertura di diversi profili professionali nella Presidenza del Consiglio dei Ministri.

I profili professionali

  • 45 unità di personale per il profilo di funzionario informatico/specialista di settore scientifico tecnologico, di cui 35 da inquadrare con il profilo di funzionario informatico nell’Area III - F1 dei ruoli del Ministero dello sviluppo economico e 10, (di cui una riservata ai sensi dell’art. 3 della legge 12 marzo 1999, n. 68) da inquadrare con
    il profilo di specialista di settore scientifico tecnologico nella categoria A - parametro retributivo F1 dei ruoli della Presidenza del Consiglio dei ministri.
  • 15 unità di personale per il profilo di funzionario tecnico, con competenze in ambito elettronico, da inquadrare nell’Area III - F1 dei ruoli del Ministero dello sviluppo economico
  • 10 unità di personale per il profilo di funzionario tecnico, con competenze in ambito di telecomunicazioni, da inquadrare nell’Area III - F1 dei ruoli del Ministero dello sviluppo economico.

Posti riservati

Ai sensi degli articoli 678 e 1014 del decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66, il 30% dei posti e’ riservato ai volontari in ferma breve e ferma prefissata delle Forze armate congedati senza demerito ovvero durante il periodo di rafferma, ai volontari in servizio permanente, nonché agli ufficiali di complemento in ferma biennale e agli ufficiali in ferma prefissata che hanno completato senza demerito la ferma contratta e in possesso dei requisiti di ammissione previsti dal bando.

Requisiti di ammissione al concorso

I seguenti requisiti, devono essere posseduti alla data di scadenza dei termini per la presentazione della domanda, nonché al momento dell’assunzione:

  • cittadinanza italiana;
  • aver compiuto i 18 anni di età;
  • essere in possesso di una laurea, diploma di laurea, laurea specialistica, laurea magistrale;
  • idoneità fisica;
  • godimento diritti civili e politici;
  • non essere stati esclusi dall’elettorato attivo:
  • non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione;
  • essere in possesso dei requisiti morali e di condotta;
  • aver assolto agli obblighi di leva;

La domanda

La richiesta di ammissione al concorso, deve essere presentata dai candidati esclusivamente online, attraverso lo SPID, compilando il modulo elettronico sul sistema Step-One 2019, raggiungibile via internet all’indirizzo «https//ripam.cloud». E’ necessario essere in possesso di una PEC; le domande devono essere presentate entro le ore 23:59 del 14 settembre 2020. La tassa di partecipazione al concorso è pari a 10,00 €.

Prove d’esame

La procedura del concorso si suddivise in varie fasi. Una prova preselettiva che la Commissione RIPAM si riserva di svolgere nel caso in cui il numero delle domande di partecipazione sia almeno il doppio dei posti messi a concorso.

Coloro che avranno superato la suddetta prova, potranno partecipare alla prova selettiva scritta, distinta per codici di concorso. Chi avrà superato anche questa prova, passa alla prova orale, sempre distinta per codici di concorso.

La prova preselettiva e la prova scritta, saranno effettuate presso sedi decentrate ed esclusivamente con l’ausilio di strumenti informatici. La prova orale può essere svolta in videoconferenza, attraverso l’utilizzo di strumenti informatici e digitali, garantendo la sicurezza delle comunicazioni e la loro tracciabilità.

La commissione esaminatrice provvederà alla valutazione dei titoli, il cui punteggio verrà sommato a quello ottenuto nelle prove d’esame, al fine di redigere una graduatoria finale.

Il bando ufficiale

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories