Borse europee in rosso: bazooka di Draghi ma la conferenza stampa non convince

Le Borse europee si avviano a chiudere la seduta in territorio contrastato dopo la conferenza di Draghi. Pesano le dichiarazioni sui tassi e il ritorno nel board di Weidmann.

Le Borse europee si sono mostrate molto volatili durante la conferenza stampa del presidente della BCE, Mario Draghi, e dopo l’annuncio delle nuove misure di politica monetaria dell’istituto di Francoforte.

Dopo aver accolto con estrema euforia le mosse della BCE, i listini europei si stanno avviando a concludere la seduta in territorio negativo, spinti a ribasso dalle dichiarazioni del presidente della BCE a margine della conferenza stampa.

Sembra infatti che Draghi, allontanando le ipotesi su ulteriori tagli dei tassi, abbia posto qualche interrogativo agli operatori del mercato i quali si chiedono quanti spazi di manovra futuri abbia la BCE. Inoltre, preoccupa il ritorno nel Consiglio Direttivo come membro votante del numero 1 della Bundesbank, Jens Weidmann, il quale potrebbe reprimere future ulteriori allentamenti monetari della BCE.

Wall Street anche ha virato in negativo dopo una partenza leggermente in verde. Pesa l’andamento del petrolio, l’inversione delle Borse europee e i buoni dati sulle richieste di disoccupazione che avvicinano ulteriormente futuri rialzi dei tassi della Federal Reserve.

Ecco nel dettaglio cosa si aspettavano oggi i mercati dalla riunione BCE: riunione BCE di marzo, previsioni: cosa aspettarsi in 5 punti.

Forexinfo.it ha seguito in tempo reale gli effetti delle decisioni della BCE e della conferenza stampa di Draghi. Scorrendo la pagina, sarà possibile rivedere tutte le notizie e gli andamenti dei mercati in scia di quanto accaduto nella giornata di oggi.

Borse europee poco convinte dalla conferenza stampa di Draghi

Le Borse europee si avviano a concludere la seduta in territorio contrastato dopo l’euforia portata dal colpo di bazooka della BCE di oggi.

La conferenza stampa di Draghi ha gettato qualche ombra sulle future possibilità di manovra dell’istituto di Francoforte, dando così spazio alle vendite sui listini europei e agli acquisti sull’Euro nel Forex.

Alcuni esperti hanno cercato di dare una spiegazione al ritracciamento delle Borse a margine della conferenza di Mario Draghi. Secondo gli analisti di IG, i commenti del presidente sui tassi e sull’aumento del numero di “falchi” all’interno del board della BCE hanno fatto riflettere gli investitori.

Gli strategist spiegano che nonostante Draghi abbia dato dimostrazione di forza, dichiarando anche che ci sono ancora spazi per ulteriori misure straordinarie, non sembra che in futuro possa sparare nuovi colpi ad effetto. Il titorno al voto di Weidmann (numero 1 della Bundesbank) fa in modo che futuri margini di manovra vengano ridotti.

Inoltre, gli esperti credono che il mercato non abbia molta fiducia nella capacità della banca centrale di influenzare l’economia reale, visto quanto accaduto negli USA e in Giappone.

Qs Investors invece ha spiegato che il taglio dei tassi di interesse e l’ulteriore affondo in negativo di quelli di deposito possano aver influito sul pensiero degli investitori, che vedono in queste due misure un’arma a doppio taglio per le banche e per i loro profitti.

Anche gli strategist di Qs fanno notare come Draghi abbia frenato alla domanda sui tassi di deposito e di interesse, visto che il presidente ha dichiarato che sembrano arrivati al limite i tagli sui tassi (per non peggiorare la situazione dei profitti bancari).

Dello stesso parere gli analisti di Aberdeen, i quali apprezzano il nuovo programma di TLTRO ma che allo stesso tempo avrebbero preferito che Draghi schivasse la domanda sui tassi di interesse.

Il fatto che la BCE non voglia tagliare ulteriormente i tassi, può lasciare qualche interrogativo agli investitori i quali potrebbero pensare che in futuro l’istituto di Francoforte possa approntare misure meno forti rispetto alle necessità.

Borse europee: affonda il Dax, tengono i gain l’Ibex e il Ftse Mib

Al momento, il Dax sta scambiando in negativo del -1,46%, il Cac 40 del -0,72% e il Ftse 100 del -1,06%.

Perde quota anche l’EuroStoxx 50 che cede il -0,43%. Resistono ai cali l’Ibex spagnolo che segna un +1,23% e la Borsa Italiana con il Ftse Mib in ascesa del +0,63%.

Borsa Italiana regge i rialzi grazie alle banche. Pesano i petroliferi

Nel dettaglio, il Ftse Mib è trainato a rialzo dai titoli bancari e finanziari anche se questi ultimi hanno ridotto notevolmente i guadagni conseguiti dopo l’annuncio della BCE. I titoli migliori sono quelli di BPM (+5,77%), Unicredit (+4,54%) e Azimut (+3.49%). In rosso invece Yoox del -4,1%, Saipem del -3,61% ed Eni del -2,69%.

A questo punto, la palla passa alla Federal Reserve che si riunirà la prossima settimana.

15:44 - Finita la conferenza di Draghi: l’andamento delle Borse

A margine della conferenza stampa di Mario Draghi, i listini europei hanno ceduto parte dei guadagni conseguiti dopo l’annuncio delle nuove misure della BCE. Il Ftse Mib guadagna il +2,07%, il Dax il +0,89%, il Cac 40 il +1,11%, l’Ibex il +2,23% mentre il Ftse 100 gira in negativo del -0,24%.

15:31 - Wall Street apre positiva

Come previsto, Wall Street ha aperto positiva. Il Dow Jones sale del +0,33%, lo S&P500 del +0,29% ed il Nasdaq del +0,23%.

15:30 - Banche tedesche contro le decisioni BCE

Le banche tedesche non hanno apprezzato il nuovo taglio dei tassi della BCE, sostenendo che così si erodono i margini di guadagno degli istituti di credito. Secondo le banche teutoniche c’è bisogno di iniettare maggiore liquidità, criticando la BCE rea di stare sottovalutando il pericolo deflazione.

15:28 - Materie prime: petrolio accelera in ribasso

Il petrolio ha accelerato a ribasso. Ora il Brent scambia in rosso del -2,51% mentre il WTI scende del -1,78%.

15:27 - Attesa apertura in rialzo per Wall Street

I futures sui listini americani continuano ad indicare un’apertura positiva. I futures sul Dow Jones viaggiano in positivo del +0,3%, quelli sullo S&P500 del +0,35% e quelli sul Nasdaq del +0,49%.

15:23 - Le aspettative di crescita della BCE

Fonte: theguardian.com

15:20 - BCE dichiara guerra all’inflazione - Moody’s

Secondo l’agenzia di rating Moody’s, la BCE avrebbe lanciato un attacco su vasta scala alla bassa crescita inflazione nell’Eurozona. Per gli esperti dell’agenzia, la BCE oggi ha messo in campo tutte le armi a sua disposizione.

15:15 - Politica monetaria non basta - State Street

Gli strategist di State Street vanno controcorrente, ritenendo che le mosse di oggi della BCE in realtà sottintendano il fatto che la politica monetaria senza riforme è inutile.

15:13 - Forex: Euro-Dollaro in rialzo

L’Euro-Dollaro ha virato in rialzo del +0,67% durante la conferenza di Mario Draghi e dopo la pubblicazione dei dati sulla disoccupazione degli Stati Uniti, portandosi così sopra quota 1,1$.

15:11 - Bazooka ha funzionato ancora - Vontobel

Gli analisti di Vontobel ritengono soddisfacente l’intervento della BCE, sottolineando come le nuove misure dovrebbero calmare per un pò i mercati e gli spread sui titoli di Stato.

14:59 - Borse europee riducono i rialzi

Durante la conferenza di Mario Draghi, gli indici europei hanno ridotto i rialzi. Il Ftse Mib ora tratta in positivo del +2,89%, il Dax del +1,78%, il Cac 40 del +2,03% e l’Ibex del +3,01%.

14:56 - Saipem affonda

Durante la conferenza del presidente Mario Draghi, il titolo di Saipem affonda del -4,15%.

14:54 - Draghi invoca riforme

Nella conferenza stampa in corso, Draghi ha chiesto un maggiore uso di riforme strutturali volte alla creazione di posti di lavoro. Il presidente lascia così intendere che ora la palla passa ai singoli governi dell’Eurozona.

14:51 - BCE taglia stime su inflazione e PIL

La BCE ha tagliato le stime su inflazione e PIL per quest’anno e per i prossimi due anni. Qui è possibile leggere le modifiche nel dettaglio.

14:47 - Borsa Italiana: boom di utili per Azimut

Azimut nel 2015 ha registrato un utile netto di 247€ milioni, un balzo netto rispetto ai 92€ milioni del 2014.

14:45 - Draghi: QE potrebbe essere più lungo

Il presidente della BCE in conferenza stampa ha dichiarato che il QE potrebbe essere esteso oltre marzo 2017 visto che le previsioni di inflazione sono negative per buona parte dell’anno.

14:42 - Borsa Italiana: titoli bancari tutti in netto rialzo

Sul Ftse Mib tutti i titoli bancari sono in netto rialzo guidati da Unicredit (+10,23%), Intesa (+8,27%), Ubi banca (+7,9%), BPER (+7,57%) e BPM (7,17%).

14:40 - Listini europei riprendono la corsa al rialzo

Le Borse europee riprendono la corsa a rialzo durante la conferenza stampa del presidente della BCE, Mario Draghi.

14:37 - Borsa Italiana: Saipem e Yoox NAP gli unici titoli negativi

Nell’euforia del Ftse Mib non rientrano i titoli di Saipem e Yoox NAP in ribasso rispettivamente del -1,66% e del -0,97%.

14:34 - Draghi, che bazooka! - Schroeders

Per gli analisti di Schroeders, Draghi ha garantito liquidità al sistema bancario europeo con il lancio delle quattro TLTRO a scadenza quadriennale che compensano così l’ulteriore taglio dei tassi di deposito.

14:30 - Richieste sussidi di disoccupazione USA

Le richieste di sussidi di disoccupazione negli USA sono risultate migliori del previsto. Le richieste iniziali sono risultate pari a 259.000 unità contro un consenso di 275.000 unità. Le richieste continue sono scese a 2,225 milioni contro un’attesa di 2,255 milioni. La media delle richieste di disoccupazione delle ultime 4 settimane è scesa a 267.000 unità contro un precedente di 270.000.

14:27 - La situazione attuale delle Borse in attesa delle parole di Draghi

Fonte: Reuters.com

14:23 - Borse: occhi puntati sulla conferenza di Draghi

Le Borse europee hanno ritracciato parte dei guadagni conseguiti, consolidandosi comunque su livelli in netto rialzo. Ora i riflettori sono tutti puntati sulla conferenza stampa di Draghi dalla quale ci si attendono le motivazioni per l’aggressiva politica monetaria messa in campo.

14:20 - Ftse Mib torna a 20.000 punti?

Dal grafico che segue è possibile vedere come il Ftse Mib sia indirizzato verso quota 20.000 punti, sospinto dalle buone notizie arrivate dalle decisioni della BCE.

14:18 - BCE stavolta regala dolcetti ed evita scherzetti - MPS Capital Services

Per gli analisti di MPS Capital Services, la BCE stavolta non ha riservato scherzetti al mercato ma che anzi ha portato solo notizie «dolci».

14:16 - Da BCE segnali di fiducia - Bnp Paribas

Gli esperti di Bnp Paribas sottolineano come le mosse della BCE diano un forte segnale di fiducia in ottica futura, soprattutto dopo l’inclusione di bond non bancari nella lista di titoli acquistabili tramite QE.

14:14 - Euro-Dollaro verso quota 1,08$

L’Euro-Dollaro si sta dirigendo velocemente verso l’area di 1,08$, come possibile vedere dal grafico sottostante.

14:12 - Draghi ha sparato grosso - Wells Fargo

Gli strategist di Wells Fargo fanno notare come Draghi questa volta abbia più che soddisfatto le attese del mercato, aumentando inoltre le tipologie di bond acquistabili nel piano di Quantitative Easing.

14:06 - BCE aumenta tipologie di bond acquistabili

La BCE ha deciso di aumentare la tipologia di bond acquistabili, includendo così i bond non-bancari con rating investment grade.

14:03 - BCE ha preso decisioni importanti - FXCM

Gli esperti di FXCM hanno fatto notare come il taglio sui tassi di rifinanziamento sia stato del tutto inaspettato, facendo così in modo di far crollare l’Euro nei confronti del Dollaro americano.

14:01 - Prevista apertura in netto rialzo per Wall Street

I futures su Wall Street lasciano presagire ad una netta apertura in rialzo per i listini americani. I futures sul Dow Jones trattano in verde del +0,87%, quelli sullo S&P500 del +0,94% mentre quelli sul Nasdaq del +1,09%.

13:58 - Borse europee Ftse Mib vola insieme all’Ibex

Le Borse europee aumentano i rialzi conseguiti dopo la pubblicazione delle decisioni della BCE. Il Ftse Mib scambia a un +4%, l’Ibex del +3,45%, il Dax del +2,51% e il Cac 40 del +3,32%. Festeggia meno il Ftse 100 che sale solo dello 0,87%.

13:55 - Materie prime: petrolio a due velocità

Dopo l’annuncio della BCE il petrolio viaggia contrastato. Il WTI è positivo per un +0,06% mentre il Brent scambia in rosso del -0,66%.

13:53 - Forex: Euro-Dollaro crolla

Le decisioni di politica monetaria della BCE si sono fatte sentire sul cross Euro-Dollaro il quale tratta in rosso del -1,22% a quota 1,0872$.

13:52 - Borsa Italiana: volano i titoli bancari

Il colpo di bazooka sparato dalla BCE ha avuto i suoi effetti. Sul Ftse Mib sono letteralmente volati i titoli bancari con in testa Unicredit (+5,09%), Intesa San Paolo (+5,01%), Generali Ass. (+4,78%) e Ubi Banca (+3,78%). Il Ftse Mib invece tratta in rialzo del +2,9%.

13:50 - BCE annuncia 4 nuove TLTRO

La BCE ha deciso di lanciare una nuova serie di 4 TLTRO a partire dal prossimo giugno.

13:48 - Spread Btp/Bund tocca minimo intraday a 113 pb

Lo spread Btp/Bund è sceso a 113,77 punti base dopo la pubblicazione delle decisioni della BCE.

13:47 - BCE aumenta il QE a 80€ miliardi

La BCE ha deciso di aumentare il piano di acquisti mensili a 80€ miliardi dai precedenti 60€ miliardi.

13:46 - Borse euforiche dopo il taglio dei tassi di interesse

La BCE ha deciso di tagliare il tasso di interesse allo 0% dal precedente 0,05% mentre i tassi di deposito sono stati tagliati al -0,4%.

13:37 - I mercati scaldano i motori in vista della decisione sui tassi

Le Borse europee hanno accelerato a rialzo, aspettando la decisione sui tassi di interesse in uscita tra pochi minuti. Il Ftse Mib tratta in verde del +0,88%, il Dax del +1,08%, il Cac 40 dello 0,86% e l’Ibex del +1,01%.

13:07 - Borse europee: mattinata con bassi volumi

I volumi registrati questa mattina sulle Borse europee non sono stati particolarmente consistenti, lasciando intendere che il mercato è in attesa delle decisioni di politica monetaria della BCE in arrivo tra meno di un’ora.

12:59 - Mercati dubbiosi su efficacia della politica BCE - Standard Life

Secondo Standard Life Investments, i mercati sono dubbiosi sulla crescita dell’inflazione anche in caso di ampliamento delle misure monetarie della BCE. Gli esperti del fondo ritengono che dopo un anno la politica monetaria dell’istituto di Francoforte si sia rivelata inefficace, aumentando così i timori degli operatori.

12:55 - BCE potrebbe sorprendere se annunciasse misure straordinarie - Exane

Gli analisti di Exane ritengono che, se la BCE annunciasse un QE illimitato o di essere pronta ad acquistare crediti bancari, ci sarebbe un’ondata di euforia sui mercati.

12:53 - BCE deve adottare misure credibili - Julius Baer

Per gli esperti di Julius Baer, la BCE deve annunciare misure volte a proteggere i profitti delle banche. La casa d’affari prevede per oggi un aumento degli stimoli monetari oltre le attese.

12:04 - Borsa Italiana: sprint di Geox del +8%

Le azioni Geox stanno registrando un incremento del +8% dopo che Kepler Cheuvreux ha alzato il rating sul titolo da hold a buy con target price di 3,25€ (il prezzo attuale è di 3,02€).

11:55 - Borsa Italiana: tonfo di Astaldi

Le azioni di Astaldi stanno registrando un crollo di quasi l’8% in scia dei dati di bilancio poco convincenti. Equita Sim, Akros ed Exane hanno tagliato stime e target price sul titolo.

11:48 - Spread Btp/Bund a 117 punti base

Lo spread Btp/Bund continua a muoversi al di sotto dei 120 pb, registrando al momento un valore di 117,52 basis point.

11:46 - Forex: Euro-Dollaro riduce le perdite

Il cambio Euro-Dollaro ha ridotto le perdite accumulate nelle prime ore di questa mattina. Al momento il cross scambia in rosso del -0,19% a quota 1,0982$, dopo aver toccato i minimi di seduta in area 1,0960$ e i massimi a 1,1$.

11:43 - BCE non farà scelte coraggiose - Seb

Secondo gli esperti di Seb, la BCE oggi non farà scelte coraggiose aspettandosi un taglio dei tassi e un lieve aumento del QE. Per gli analisti della casa d’affari, la BCE ha fatto già il suo dovere e ora è compito dei governi recepire gli stimoli di politica monetaria. Inoltre, il rialzo dei prezzi delle commodity dovrebbe aver alleggerito l’intervento dell’istituto di Francoforte.

11:41 - No a fusione BPM/B.Popolare sarebbe incomprensibile - Equita Sim

Per gli analisti di Equita Sim, un «No» da parte della BCE per la fusione tra BPM e Banco Popolare sarebbe incomprensibile visto che il merger ha l’obiettivo di consolidare il settore come richiesto dalla stessa banca centrale.

11:38 - Anche l’Ungheria pronta a tagliare i tassi di interesse

L’Ungheria sarebbe pronta a tagliare i tassi sui prestiti e quelli overnight per stimolare l’inflazione. il Vice-presidente della Banca centrale magiara, Marton Nagy, ha dichiarato che il taglio potrebbe arrivare presto.

11:19 - Borsa Italiana: Saipem e utilities in rialzo, male Yoox NAP e popolari

Il Ftse Mib scambia poco sotto la parità, appesantito dall’andamento negativo di Yoox NAP (-2,7%), Banco Popolare (-2,29%) e BPER (-1,8%). In rialzo invece le quotazioni di Saipem (+1%), Terna (+1,32%) e Snam (+1,22%).

11:18 - Draghi deve battere le attese - MPS Capital Services

Secondo gli esperti di MPS Capital Services, Draghi non può limitarsi a soddisfare le attese ormai ampiamente prezzate dal mercato. Ci si aspetta dunque una conferenza sorprendente da parte del presidente della BCE.

11:16 - Materie prime: petrolio tratta in ribasso

Il petrolio tratta in ribasso dopo il forte rialzo di ieri scaturito dal dato sulle scorte di petrolio greggio statunitensi. Al momento il Brent perde il -1,14% mentre il WTI il -0,97%.

11:14 - Borse europee continuano in leggero rialzo

Le Borse europee manifestano nervosismo in attesa della BCE, trattando in territorio leggermente positivo. Il Ftse Mib segna un +0,06%, il Dax un +0,03%, l’Ibex un +0,16% e il Cac 40 un -0,09%. In rosso il Ftse 100 che perde lo 0,38%.

09:38 - Borsa Italiana: sprint di Stm, in rosso Yoox NAP dopo conti

Stm è il titolo migliore del Ftse Mib con un rialzo del +1,46%. Seguono i titoli di MPS (+1,23%), FCA (+1,19%) e Saipem (+1,17%). In rosso Yoox (-1,23%) nonostante i buoni conti e la raccomandazione outperform di Mediobanca, Banco Popolare (-0,34%) e Tenaris (-0,28%).

09:36 - Euro-Dollaro sotto pressione

Il cambio Euro-Dollaro scambia in ribasso dello 0,3% a quota 1,0972$, anch’esso in attesa della riunione BCE.

09:34 - Materie prime in calo

In attesa di Draghi, le materie prime trattano in calo diffuso. In rosso anche il petrolio con il Brent in discesa del -0,93% ed il WTI in rosso del -0,55%.

09:33 - Spread Btp/Bund sotto i 120 bp

Lo Spread Btp/Bund aspetta la BCE trattando sotto i 120 punti base.

09:29 - Borse europee in lieve rialzo

Le Borse europee hanno accelerato lievemente a rialzo. Il Ftse Mib segna un +0,37%, il Dax un +0,33%, il Cac 40 un +0,37% e l’Ibex un +0,54%.Debole il Ftse 100 che scambia al +0,06%, in cauto rialzo l’EuroStoxx 50 del +0,16%.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.