Borse europee in rosso dopo attentati Bruxelles, corsa ai beni rifugio

Borse europee in discesa nella mattina degli attacchi terroristici a Bruxelles. Aumenta il rischio, giù il comparto turistico, euro e sterlina. 23 morti secondo i primi bilanci.

Negative le Borse europee nella sessione di martedì, accompagnate da una corsa degli investitori verso i beni rifugio - tra cui l’oro e i titoli di stato - e da una discesa di euro e sterlina a seguito degli attacchi terroristici di Bruxelles.

Una serie di esplosioni durante la mattinata di martedì ha scosso l’aeroporto di Zaventem, poco lontano da Buxelles, causando 13 morti e 35 feriti gravi, secondo gli ultimi bilanci dei media locali.

Un’altra esplosione alla stazione metro di Maelbeek, molto vicina alle sedi istituzionali dell’Unione Europea a Bruxelles, ha causati altri 10 morti.

Le azioni del comparto turistico, tra cui compagnie aree ed alberghiere, stanno trascinando in rosso gli indici europei, in discesa dai massimi settimanali. Due attacchi terroristici hanno scosso Bruxelles, capitale belga, sede il Parlamento UE.

I listini azionari erano già in pista per segnare ribassi diffusi dopo gli ultimi commenti del presidente della Fed di Atlanta, secondo cui il prossimo rialzo dei tassi di interesse negli Stati Uniti potrebbe avvenire molto presto, aprendo le porte a delle novità alla riunione di aprile.

La sterlina è in forte discesa contro il dollaro USA nella sessione di martedì a seguito delle notizie sugli attentati terroristici in corso a Bruxelles.
In calo anche l’Euro: la moneta unica sul cambio euro-dollaro segna un ribasso dello 0.30%.

Attentati a Bruxelles, in rosso le borse europee

Le cause degli attacchi e delle esplosioni a Bruxelles sono ancora ignote, ma si verificano a quattro giorni di distanza dall’arresto nella capitale del Belgio di un sospetto partecipante agli attacchi di Parigi avvenuti lo scorso novembre, in cui sono morte 130 persone.
La polizia belga era già in allerta per dei possibili attacchi di rappresaglia.

Ogni evento simile alla tragedia in corso in questi momenti a Bruxelles pesano sul sentiment del mercato e sulla propensione al rischio degli investitori.

Insieme all’arrivo della Pasqua e alla chiusura dei mercati nella sessione di venerdì, gli investitori hanno più di un motivo per essere molto riluttanti ad entrare nel mercato in questa settimana. In molti potrebbero presto correre a chiudere le posizioni.

A seguito degli attentati a Bruxelles, le Borse europee viaggiano tutte in negativo: alla Borsa Italiana il Ftse Mib perde l’1.64%, il DAX l’1.34%, il CAC francese l’1.29%, mentre l’indice belga BEL 20 cede l’1.02%.
L’Euro Stoxx 50 viaggia a -1.19%.
Nel corso della mattinata i ribassi di stanno dimezzando nell’ordine dello 0.50%.

L’indice STOXX Europe 600 Travel & Leisure (SXTP), che monitora l’andamento legato al settore del turismo sulle borse europee, segna un ribasso del 2.2%.
A seguito dell’attentato di Bruxelles guidano il ribasso le maggiori compagnie aeree ed alberghiere.

Attentati Bruxelles: oro in rialzo, corsa ai titoli di Stato

Intanto il prezzo dell’oro sale velocemente dell’1%, mentre il rendimento sui titoli a 10 anni di Stati Uniti e Germania scendono di circa 4 punti base rispettivamente all’1.88% e 0.19%.

La giornata di scambi di oggi era già iniziata con ribassi diffusi sui mercati asiatici dopo i commenti da parte di alcuni membri della Federal Reserve, secondo cui il prossimo rialzo dei tassi di interesse USA potrebbe avvenire presto, lasciando la porta aperta ad un aumento già durante la prossima riunione della banca centrale degli Stati Uniti ad aprile.

Gli attacchi terroristici di Bruxelles arrivano in un contesto di bassa liquidità sui mercati finanziari con l’avvicinarsi delle vacanze di Pasqua.
Gli investitori stanno cogliendo l’occasione per prendere profitto a seguito del rally del mercato azionario delle ultime settimane.

I futures statunitensi anticipano un calo di un terzo di punto percentuale su Wall Street.

I mercati hanno prestato poca attenzione alla serie di dati economici pubblicata oggi sul Calendario Economico, che ha mostrato un calo del sentiment degli investitori in Germania e una riduzione dell’attività economica dell’Eurozona nel mese di marzo.

Iscriviti alla newsletter

Argomenti:

Borse

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.