Borsa di Londra ai massimi di 11 mesi grazie alla Cina. Dov’è la Brexit?

Il FTSE 100 oscilla sui massimi di 11 mesi con il rally del settore immobiliare e minerario spinto dalla Cina. Dov’è l’effetto Brexit?

La borsa di Londra continua a salire per la terza sessione consecutiva. A sostenere il rialzo del FTSE 100 sono il settore minerario e quello immobiliare, che portano l’indice inglese a toccare i massimi di 11 mesi.

Nella sessione di oggi il FTSE 100 è arrivato a toccare un rialzo del +0.6% a 6.632,25, in aggiunta al rally di venerdì scorso dello 0.9%. Le borse europee hanno goduto di una spinta rialzista nel pomeriggo di venerdì quando i dati sul mercato del lavoro USA hanno mostrato i Non Farm payrolls ben al di sopra delle attese, dissipando la paura per un rallentamento dell’ecomomia più potente del mondo.

Il benchmark FTSE 100 ha chiuso venerdì ai massimi dello scorso 11 agosto e ora scambia a +0.60%.

«Il FTSE 100 continua a dimostrare la sua capacità di recupero post-Brexit, potenziata da un’ondata di multinazionali apparentemente eccitate dal crollo della sterlina»,

scrive Connor Campbell, analista finanziario alla Spreadex.

La sterlina è in discesa contro il dollaro USA: al momento scambia a circa quota $1.2899, contro i livelli attorno $1.2954 di venerdì.

(Scopri perché il FTSE 100 è in rialzo nonostante la Brexit ).

Borsa Londra: FTSE 100 sostenuto da immobiliare e mining

Sono le società del settore mining a spingere maggiormente il rialzo della borsa inglese nella sessione di lunedì, tra cui Glencore e Anglo American PLC - in rialzo rispettivamente del 5% e del 4,4%. L’estrattore di rame Fresnillo PLC aggiunge il +6,42%.

I dati pubblicati in Cina nella giornata di domenica hanno mostrato i prezzi al consumo in salita dell’1,9% a giugno rispetto all’anno precedente, al di sotto dell’aumento del 2% di maggio, ma meglio delle attese degli analisi per un aumento dell’1,8%. Secondo gli analisti il dato dà ancora spazio alla banca centrale cinese per potenziare lo stimolo di politica monetaria.

Il settore mining tende ad essere particolarmente sensibile agli sviluppi in Cina dato che l’economia cinese è un acquirente chiave di metalli industriali e preziosi.
Molto bene anche i titoli azionari legati al settore immobiliare, colpiti da una forte discesa la scorsa settimana a causa delle paure degli effetti della Brexit sul comparto.

Tra i titoli in rosso troviamo Dixons Carphone PLC, in calo a seguito di un downgrade a equal weight da parte di Barclays.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.