Borsa Milano Oggi, 26 luglio 2021: la settimana del Ftse Mib inizia in positivo

Luca Fiore

26/07/2021

26/07/2021 - 18:01

condividi

Partenza di settimana in rialzo per la Borsa di Milano oggi, 26 luglio 2021. Sul Ftse Mib, che ha consolidato sopra 25 mila punti, spiccano gli acquisti sui bancari e sui titoli del risparmio gestito. Domani torna Carige.

Borsa Milano Oggi, 26 luglio 2021: la settimana del Ftse Mib inizia in positivo

Avvio di settimana in positivo per la Borsa di Milano oggi: a spingere il Ftse Mib sono stati i bancari ed i titoli del risparmio gestito.

L’ottava dei mercati finanziari è iniziata con le notizie in arrivo dalla Cina, dove è stata varata una nuova stretta sui colossi internet.

In corrispondenza dello stop agli scambi in Europa, l’eurodollaro quota in aumento dello 0,37% a 1,18137 mentre tra le commodity il future con consegna ottobre sul petrolio Brent arretra di un quarto di punto percentuale a 73,28 dollari al barile.

Borsa Milano Oggi, aggiornamento ore 17:40: Ftse Mib in rialzo di oltre mezzo punto percentuale

Il Ftse Mib in chiusura si è fermato a 25.296,4 punti (+0,68%) mentre lo spread BTP-Bund si è confermato a 109 punti base.

Tra i bancari, solido territorio positivo per UniCredit e Intesa Sanpaolo, salite rispettivamente dell’1,69 e del 2,3 per cento (la BCE ha ufficializzato che a settembre termineranno le restrizioni sul pagamento di dividendi e buyback).

Giornata di guadagni anche per i titoli del risparmio gestito come Banca Generali (+1,93%), Banca Mediolanum (+2,48%), Azimut (+2,11%) e FinecoBank (+1,35%).

La performance peggiore è stata registrata da Inwit (-3,4%) dopo che nel decreto Recovery non è stato inserito l’emendamento per innalzare le soglie di inquinamento elettromagnetico.

Messo da parte un inizio difficile, Maire Tecnimont (+2,54%) ha capitalizzato la notizia del nuovo contratto con Repsol da 430 milioni di euro.

Nel corso del pomeriggio Borsa Italiana ha comunicato che da domani saranno ri-ammesse alle negoziazioni le azioni e gli strumenti finanziari emessi da Banca Carige.

Aggiornamento ore 13: Ftse Mib di poco sopra la parità

Il Cac40 in corrispondenza del giro di boa arretra dello 0,24%, il Dax segna un -0,39% mentre il Ftse Mib scambia di poco sopra la parità (+0,1%).

Le performance migliori sul paniere delle blue chip sono messe a segno dai titoli del risparmio gestito: Banca Generali avanza dell’1,56%, Banca Mediolanum dell’1,48%, Azimut segna un +1,43% e FinecoBank un +0,9%.

Contrastati i bancari: Banco BPM e BPER Banca perdono rispettivamente l’1,14% e lo 0,15% mentre UniCredit e Intesa Sanpaolo evidenziano un +0,11 ed un +0,35 per cento.

Denaro anche per il Monte dei Paschi (+0,53%) che ha perfezionato due operazioni di cartolarizzazione su crediti per circa 1,4 miliardi di euro.

Messo da parte un inizio difficile, Maire Tecnimont (+1,74%) capitalizza la notizia del nuovo contratto con Repsol da 430 milioni di euro.

Future Wall Street: prevista apertura debole

Dopo i nuovi massimi storici, la settimana degli indici a Wall Street dovrebbe iniziare sotto la parità: il derivato sul Dow Jones registra un -0,32%, quello sullo S&P500 perde lo 0,22% ed il future sul Nasdaq un -0,13%.

Aggiornamento ore 9:25: Ftse Mib, banche in rosso

Il Ftse100 in avvio quota in rosso dello 0,43%, il Cac40 ed il Dax scendono di mezzo punto percentuale mentre il nostro Ftse Mib quota 25.081,45 punti (-0,17%).

A penalizzare l’indice delle blue chip è il comparto bancario: Banco BPM perde l’1,71%, BPER Banca l’1,11% e UniCredit l’1,07%.

Parità per Monte dei Paschi (-0,09%) che ha perfezionato due operazioni di cartolarizzazione su crediti per circa 1,4 miliardi di euro.

Da Francoforte la BCE ha ufficializzato che a settembre termineranno le restrizioni sul pagamento di dividendi e buyback.

Performance positive a Milano sono registrate da Prysmian (+1,31%), Diasorin (+1,1%) e Ferrari (+0,86%).

Contrazione di mezzo punto percentuale per Maire Tecnimont. La controllata Tecnimont si è aggiudicata da Repsol un contratto per la realizzazione di un’unità di polipropilene e una di polietilene lineare su base EPC (Engineering Procurement and Construction) Lump Sum Turn-Key, nell’ambito del programma di espansione del complesso industriale di Repsol situato a Sines, in Portogallo. Il valore del contratto è di 430 milioni di euro.

Dal fronte titoli di Stato, lo spread BTP-Bund è poco mossso a 110 punti base.

Borse Asia: Tokyo in rialzo di un punto percentuale

L’indice di Hong Kong, l’Hang Seng registra un -3,39%, il China A50 ha segnato un -4,51% e l’australiano S&P/ASX 200 ha terminato in parità.

La borsa giapponese (Nikkei) ha chiuso la prima seduta della settimana con un +1,04%.

Wall Street chiude la settimana con nuovi record

La seduta del Dow Jones si è chiusa con un +0,68%, lo S&P500 ha segnato un +1,01% ed il Nasdaq è aumentato dell’1,04%.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.