Rientro a scuola, formazione obbligatoria per gli insegnanti: ecco su quali temi

Rientro in classe: per gli insegnanti formazione necessaria sulle tecnologie innovative per la didattica. Ecco cosa prevede il Piano Scuola 2020/2021.

Rientro a scuola, formazione obbligatoria per gli insegnanti: ecco su quali temi

In vista della riapertura delle scuole, ma anche della possibilità che in caso di nuovo lockdown si possa tornare alla didattica a distanza, per gli insegnanti sarà obbligatoria la formazione su alcuni ambiti.

Di formazione per il personale docente ne parla il Piano Scuola 2020-2021, di cui è disponibile una bozza (in attesa che il Ministero dell’Istruzione ne discuterà con i sindacati); in questo documento troviamo le linee guida sulla ripartenza, come pure le indicazioni su come dovrà essere l’organizzazione riguardo alla formazione del personale.

Il Ministero dell’Istruzione ha già fatto sapere che in caso di seconda ondata da COVID-19 ci sarà una nuova chiusura delle scuole, con studenti e insegnanti che si ritroveranno nuovamente sulle piattaforme per la didattica a distanza. Ma se nel febbraio scorso la scuole era impreparata di fronte a questo scenario, adesso c’è tutto il tempo per una programmazione dettagliata e per prevedere regole più precise a riguardo.

Ed è per questo motivo che nell’a.s. 2020-2021 dovranno essere organizzate delle attività formative rivolte agli insegnanti, affinché questi possano acquisire le competenze necessarie per lavorare alla luce dei nuovi scenari previsti. Anche perché il Piano Scuola 2020-2021 elaborato dal MIUR autorizza le scuole ad adottare (solo nella secondaria di II grado) un mix tra didattica a distanza e in presenza; anche nel caso in cui non ci dovesse essere una seconda ondata, quindi, la didattica a distanza continuerà ad essere protagonista.

Vediamo, a tal proposito, quali sono gli ambiti su cui dovranno formarsi gli insegnanti in vista del rientro in classe.

Corsi di formazione per gli insegnanti: ecco quali saranno gli ambiti affrontati

La bozza redatta dal Ministero dell’Istruzione riguardo alle linee guida da adottare in vista del rientro in classe lascia ampia autonomia alle scuole le quali potranno scegliere gli strumenti migliori - e più adatti alla propria realtà - per garantire il rispetto delle norme di sicurezza.

Anche riguardo ai corsi di formazione specifici per il personale docente viene data autonomia alle istituzioni scolastiche. Queste, infatti, saranno libere di prevedere dei corsi nella modalità che preferiscono; potranno essere singoli o di gruppo, con l’obiettivo di avviare una formazione specifica sull’utilizzo delle nuove tecnologie.

A tal proposito, obiettivo di questi corsi è di non disperdere le competenze acquisite nel corso del periodo di sospensione delle attività didattiche e di potenziarle così da farsi trovare pronti in caso di ulteriore necessità.

La bozza del Piano Scuola 2020-2021 fornisce delle indicazioni preliminari su quali dovranno essere le aree tematiche su cui dovranno essere formati gli insegnanti. Si tratta di indicazioni fornite a “titolo esemplificativo e non esaustivo”, con le scuole che avranno la libertà di spaziare purché restando nell’ambito suddetto.

Nel dettaglio, le aree tematiche su cui avviare attività formative sono le seguenti:

  • metodologie innovative di insegnamento e di apprendimento
  • metodologie innovative per l’inclusione scolastica
  • modelli di didattica interdisciplinare
  • modalità e strumenti per la valutazione, anche alla luce di metodologie innovative di insegnamento e di apprendimento realizzate, ad esempio, attraverso le tecnologie multimediali

Il tutto con lo scopo di potenziare le conoscenze degli insegnanti sulla didattica a distanza e sulle nuove metodologie innovative; l’obiettivo è avere insegnanti pronti per affrontare qualsiasi difficoltà che gli si porrà davanti nel corso del prossimo anno scolastico.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories