USA-Cina: le ultime notizie mettono a rischio i mercati

Mercati a rischio con la guerra fredda USA-Cina? Le ultime notizie fanno tremare

I mercati oggi stanno soffrendo le ultime notizie sulla guerra fredda fra gli Stati Uniti e la Cina.

Come molti avevano previsto Pechino ha risposto alle provocazioni statunitensi e alla chiusura del consolato asiatico di Houston ordinando lo stop del consolato americano di Chengdu.

La tensione è tornata a salire e le ultime notizie in merito ai rapporti fra USA e Cina non hanno fatto ben sperare. Alcuni analisti hanno addirittura previsto un nuovo tonfo dei mercati.

Mercati a rischio con guerra USA-Cina? Le ultime notizie

Le minacce di retaliation arrivate ieri dalla Cina sono state seguite dai fatti. Il ministero degli esteri ha dichiarato di aver ordinato all’ambasciata USA di chiudere il consolato americano situato nella città sud-occidentale di Chengdu.

“Il Ministero degli Affari Esteri della Cina ha informato l’Ambasciata degli Stati Uniti della sua decisione di revocare il consenso per l’istituzione e il funzionamento del Consolato Generale degli USA a Chengdu. Il Ministero ha inoltre formulato requisiti specifici per la cessazione di tutte le operazioni ed eventi da parte dello stesso.”

La reazione dei mercati non è tardata ad arrivare: le Borse asiatiche (soprattutto le cinesi) sono crollate, il dollaro ha perso ampio terreno, l’oro ha premuto sul pedale dell’acceleratore e i futures europei hanno lasciato presagire una seduta all’insegna della debolezza.

Le ultime dichiarazioni del segretario USA Mike Pompeo hanno poi contribuito a gettare benzina sul fuoco della guerra fredda.

“La verità è che le nostre politiche, e quelle di altre nazioni libere, hanno resuscitato l’economia in crisi della Cina, solo per vedere Pechino mordere le mani internazionali che l’hanno alimentata”,

ha dichiarato l’uomo, accusando il partito comunista di aver sfruttato la società statunitense, aperta e libera, e di aver inviato propagandisti in conferenze stampa, centri di ricerca, campus.

Nuovo tonfo in arrivo?

Secondo numerosi analisti i rapporti tra le due potenze potrebbero persino peggiorare con l’arrivo delle elezioni presidenziali di novembre prossimo. Fare di Pechino un target infatti si rivelerà ancora una delle armi preferite di Trump.

Per Ed Yardeni, presidente dell’omonima Yardeni Research, l’aumento dei casi da coronavirus negli Stati Uniti e questa guerra fredda fra gli USA e la Cina potrebbero avere un impatto imponente sui mercati, determinando addirittura un ritracciamento di 20 o anche 30 punti percentuali.

Argomenti:

Cina Stati Uniti

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories