Oro: ecco perché occorre investire nel metallo giallo

L’andamento registrato dai prezzi nelle ultime settimane non deve trarre in inganno: gli esperti sono convinti che una diversificazione di portafoglio che passi dall’investimento in oro rappresenta una soluzione efficace.

Oro: ecco perché occorre investire nel metallo giallo

Nonostante quotazioni dell’oro si siano stabilizzate sotto la soglia dei 1.500 dollari l’oncia, un processo di efficiente diversificazione di portafoglio non può prescindere dall’investimento in oro.

È quanto rileva Catherine Doyle, Investment Strategist di BNY Mellon Global Real Return Fund.

Questo perché, in un contesto caratterizzato da incertezze e tassi bassi, l’oro continua a suscitare l’interesse degli investitori globali in cerca di protezioni reali contro volatilità e ribassi.

Oro come forma di diversificazione

L’ultima decade sarà ricordata come quella del massiccio intervento delle banche centrali nell’economia.

Come mai accaduto prima, praticamente tutti i maggiori istituti centrali del pianeta hanno dispiegato, e stanno dispiegando, tutta la loro potenza di fuoco per far ripartire la crescita economica e i prezzi al consumo.

Si tratta di interventi che hanno sottoposto le valute sottostanti a molti asset finanziari a un rischio di progressiva svalutazione e volatilità.

“Per questa ragione, può essere utile diversificare una parte del portafoglio in attivi che siano esterni all’attuale sistema finanziario guidato dal debito”, sottolinea Doyle facendo riferimento all’oro.

Oro come polizza assicurativa

“L’oro –continua l’esperta- non è una passività; non è una promessa di pagamento, e pertanto non è parte del sistema del credito”.

Il non far parte del sistema del credito rende l’oro “un’ottima polizza assicurativa in tempi di stress per i mercati del debito, soprattutto in un possibile scenario di elevata volatilità finanziaria. Crediamo gli investitori apprezzeranno sempre di più le caratteristiche intrinseche dell’oro”.

Settore aurifero? Meglio evitare

Per Doyle, le azioni del comparto minerario aurifero “offrono una preziosa diversificazione per il portafoglio, ma spesso si tratta di business con elevati costi del capitale e bassi rendimenti”.

Queste azioni possono performare bene nelle fasi di forza dell’oro ma “essere più volatili quando l’andamento della materia prima si fa stabile o sotto stress”.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Materie prime

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \